La vita vera - Adeline Dieudonné - copertina

La vita vera

Adeline Dieudonné

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Margherita Belardetti
Editore: Solferino
Collana: Narratori
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 17 gennaio 2019
Pagine: 220 p., Rilegato
  • EAN: 9788828201144
Salvato in 26 liste dei desideri

€ 10,20

€ 17,00
(-40%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La vita vera

Adeline Dieudonné

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La vita vera

Adeline Dieudonné

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La vita vera

Adeline Dieudonné

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un romanzo potente e delicato sulla forza e sulla resistenza di una donna, che è già tale anche se è poco più di una bambina.

«Adeline Dieudonné entra nella scena letteraria con la potenza di una guerriera» - L'Obs

«Un romanzo magnifico, nel territorio letterario tra Stephen King e Alice attraverso lo specchio» - Le Monde

«Adeline Dieudonné salva la sua storia dagli incubi creando una magnifica eroina di libertà e intelligenza. Questa autrice ha un futuro davanti a sé» - Le Figaro

Rivelazione della Rentrée littéraire francese, oltre al Premio Fnac 2018 e al Renaudot des Lycéens, ha ricevuto grande attenzione dalla stampa, vendendo in pochi mesi 150 mila copie e raggiungendo il primo posto in classifica.

Tra i prefabbricati del Demo, c’è una casa che non è uguale a tutte le altre. Ha quattro stanze, una per i genitori, una per la sorella, una per il fratello e una per i cadaveri. È qui che lei, la sorella, una ragazzina di dieci anni, deve combattere con i mostri che la circondano: suo padre, violento e rivoltante, sua madre, inconsistente come un’ameba. E poi ci sono gli animali impagliati che abitano nella «stanza dei cadaveri», frutto della forsennata passione paterna per la caccia, quasi animati da vita propria. Tutto nello squallore del Demo sembra trasformarsi in una feroce mattanza, persino l’abitudine di prendere un gelato dal carretto che suona il Valzer dei fiori. E questa violenza penetra in Gilles, il fratellino adorato, e lo trasforma: la sua testa si riempie di «parassiti » e la dolcezza di sua sorella non riesce più a riscaldarlo. Ma lei non cede: con un’ostinazione incrollabile, fa appello a tutte le sue energie per salvarlo, non importa a che prezzo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,86
di 5
Totale 7
5
3
4
2
3
0
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alberto Rossi

    16/03/2020 13:47:17

    Un incantesimo. Divorato in due pomeriggi! Adeline con il suo romanzo d'esordio, dopo svariati premi, e raccolte di racconti, ci porta nel grigio scenario di una città quasi asettica. Dove le case sono tutte uguali, tranne una. Quella abitata da una ragazzina di soli 10 anni, del fratello minore e dei suoi genitori. Quella casa è diversa dalle altre. Quella casa ha una camera dei cadaveri. Squallore e violenza fanno da sfondo all'infanzia dei due fratellini. Ma la forza di Lei le permetterà di non cedere, di salvare il fratellino e lei stessa da un incubo degno del miglior Stephen King.

  • User Icon

    Chiara

    28/01/2020 17:46:01

    Questo romanzo è un pugno nello stomaco. La storia verte sul concetto di male e indaga sulle sue radici, la ragazza è un personaggio saggio e coraggioso, che riesce persino a comprendere il dolore che si trova alla base del comportamento violento del padre. Lei si libera con la conoscenza, non credo che l'autrice volesse davvero farle fare un viaggio nel tempo, il romanzo non è di fantascienza, la giovane voleva solo salvare il fratello come una bambina potrebbe progettare di fare, il grande pregio della scrittrice è proprio quello di calarsi in maniera molto verosimile nella mente di una ragazzina di dieci anni. Per me è stato spunto di riflessione sul male, sul perché si diventa violenti e sul fatto che dentro ognuno di noi si può trovare la Bestia e per ognuno di noi si può esprimere in modo diverso. Non concedo cinque stelle solo perché gli eventi sono poco plausibili nella realtà, ma capisco che servono da pretesto per parlare di altro.

  • User Icon

    vera

    21/09/2019 08:54:43

    Libro, pare, di successo all'estero (immagino in Belgio e in Francia), scritto in uno stile artificiosamente naif, che vuole echeggiare la favola, l'orrore, nel suo involucro fiction "alla S. King" (senza avvicinarne, nemmeno alla lontana, la potenza immaginativa) , e simulare, insieme, un romanzo di formazione dai contenuti "etici" e politicamente corretti, là dove la fanciulla protagonista, eroina abbozzata sulla falsariga della protagonista di Hunger Games, si ribella potentemente alla violenza familiare, dopo essersi emancipata sessualmente. Che dire? Forse, ancorché curioso senza snobismi di tutte le direzioni in cui evapora, come in questo caso, l'attività letteraria, non sono tuttavia il lettore più adatto di libri congeneri. Devo però dire che il senso di repulsione e di inappagamento lasciato da questo libro permane ancora.

  • User Icon

    Rigus68

    14/08/2019 14:11:41

    La vita vera non s‘addice ai 4 componenti della famiglia qui tratteggiata: il padre/marito violento oltre misura il cui massimo godimento è massacrare la moglie/madre a giorni alterni (costei è talmente povera d’intelletto da essere definita dalla figlia ‘ameba’); il figlio di sei anni Gilles, uscito di testa per aver visto la morte di un gelataio sfigurato dall’esplosione di una bombola a pressione; infine l’io narrante, una ragazzina di 10 anni, che si propone di salvare il fratellino dai fantasmi che gli corrodono l’esistenza. Lei è un genio precoce e si propone di emulare Marie Curie e i grandi fisici del novecento, in particolare Einstein, di cui comprende appieno (più di Albert) le implicazioni dello spazio-tempo, al punto di voler costruire una macchina del tempo che la riporti al passato, prima della degenerazione cerebrale di Gilles. Così vorrebbe costruire una vettura che, come nel film Back to the Future, la faccia viaggiare nel tempo. Deve aver visto questo film una miriade di volte, al punto di perdere il senno (e sì che il film non è marcato ‘parental control’). Il romanzo continua con questa insulsa manfrina per un centinaio di pagine, poi Dieudonnè si accorge che è un vicolo cieco, e si da a percorrere le strade calcate (con gloria) da Stephen King. Così ne esce un Grand Guignol, con scene che sarebbero raccapriccianti se non fossero di sola macabra comicità (la madre che fa la respirazione bocca a bocca alla testa mozzata di un capretto, massacrato dal feroce aguzzino che è suo marito!). Qua e là perle di saggezza: “la vita è un minestrone in un frullatore”, frase che la metterà in dirittura d’arrivo per il Nobel. Non è un romanzo per adulti, che lo troveranno banale e scontato e forse neppure per ragazzini, che di violenza ne trovano a iosa nei giochi su Internet e nei programmi televisivi. Racconta cose fin troppo narrate, che fanno parte della cronaca nera quotidiana. Trama debole e claudicante.

  • User Icon

    Paola

    11/03/2019 16:06:58

    L’occhio in copertina già da solo vale il costo del libro. Sembra che sia presente a fissare il lettore e quando chiudi il libro sembra parlarti ancora. La lettura e la trama vanno di pari passo. Nel complesso mi è piaciuto quindi credo che lo consiglierò alle mie amiche. E’ proprio un romanzo avvincente perché fa emergere la forza della protagonista, una donna come poche. Da leggere e da far leggere alle giovani donne.

  • User Icon

    ciro

    08/03/2019 14:34:24

    In una casa di un quartiere residenziale, una ragazzina di dieci anni convive col tenero fratellino Gilles, la madre, un'ameba incapace di qualsiasi opinione, il padre, un collerico patito di caccia, e "la stanza dei cadaveri", dove sono esposti i trofei di caccia dell'uomo. Lì, tra gli animali impagliati, si annidano paure irrazionali e proliferano spettri onirici, tanto potenti da impossessarsi della mente e della personalità del piccolo Gilles. Cosa dovrà fare lei per salvarlo dalla violenza che vede crescergli dentro? Un ambizioso e ricercato atto d'amore, in cui un'eroica speranza si oppone ad una dolorosa realtà.

  • User Icon

    Giuseppe1940

    25/01/2019 16:15:35

    Padre violento e prepotente, madre annichilita, due ragazzini che vivono nel terrore La bambina,,diventata ragazza, tenta di vivere una vita indipendente dal padre-padrone. Brava a scuola prende lezioni private di fisica, sua passione, fa la babysitter prepotere pagare. Alla fine lo scontro in famiglia è inevitabile.Ttrama accattivante e lettura scorrevole.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente

Adeline Dieudonné entra in punta di piedi in un panorama letterario variegato con il coraggio di raccontare, attraverso gli occhi di una bambina, una storia di violenza. Un argomento di cui sentiamo così tanto discutere da esserne ormai assuefatti.  Di certo non una tematica nuova per sviluppare una storia, ma ciò che rende efficace questo libro è la decisione della scrittrice di farla narrare attraverso gli occhi di una ragazzina che, in maniera diretta. descrive il mondo circostante senza rabbia.

A dieci anni la vita della bambina è circondata da cadaveri. Con un padre violento e un’ameba per mamma, l’unico sprone per affrontare le sue paure è quello di dimostrarsi abbastanza forte per salvare il fratellino Gilles dagli animali impagliati nella stanza dei cadaveri che il padre colleziona. In un primo momento distrarre il bambino dagli incubi è un gioco: quando il papà è arrabbiato scappano nell’autorimessa e si divertono con le macchine, quando la mamma è chiusa nel suo silenzio, loro si rannicchiano sotto le coperte abbracciati, per trasmettersi il calore dell’affetto.

Ma un giorno i due bambini assistono alla morte del gelataio e tutto cambia. Gilles perde il suo bel sorriso costellato da dentini da latte, i suoi occhi si fanno ombrosi e nascondono uno spettro che la bimba conosce bene: è lo stesso che vede negli occhi della iena impagliata nella stanza dei cadaveri. È forse l’animale che si è impossessata dell’anima del fratello?

La ragazza non riesce ad accettare tutto ciò. Il sorriso innocente del fratello è l’unico stimolo per scappare alla violenza, ed è disposta a tutto per riottenerlo. Perfino seguire l’esempio della scienziata Marie Curie per costruire la sua macchina del tempo, portare indietro le lancette e riconquistare l’innocenza.

Ciò che questa storia vuole raccontare è la tenacia di una bambina, o meglio di una piccola donna, che trova la forza di ribellarsi per amore del fratello. La sua salvezza è più importante della paura che le attanaglia lo stomaco.  È così che da preda si ritrova cacciatrice, perseverando nell’obiettivo di aiutare l’unica cosa salvabile di tutta la casa: gli occhi pieni di speranza di Gilles.

Adeline Diudonné riesce con coraggio e vigore descrive la resistenza di una donna, anche se piccola. Un romanzo delicato, che sviluppa un dolore profondo attraverso gli occhi dei bambini, gli unici che non possono proteggersi da soli. Il dolore dei due fratelli diventa subito nostro. I piccoli che devono dimostrarsi grandi per reagire all’orco che hanno in casa, dal quale non riescono a fuggire e da cui nessuno vuole proteggerli. Una storia potente come un pugno, scrolla e turba l’animo del lettore, il quale non può far a meno di commuoversi sulle note delicate e drammatiche del Valzer dei fiori.

Recensione di Martina Armone

  • Adeline Dieudonné Cover

    Con il suo primo racconto, Amarula, ha vinto il Grand Prix du concours de la Fédération Wallonie-Bruxelles, nel 2017. Nello stesso anno ha scritto e interpretato la pièce teatrale Bonobo Moussaka e pubblicato il racconto Seule dans le noir.La vita vera (Solferino 2019) è il suo primo romanzo ed è stato la rivelazione dell’ultima stagione letteraria francese: celebrato dalla critica, è da mesi in testa alle classifiche e si è aggiudicato prestigiosi riconoscimenti, tra cui il Premio FNAC 2018 e il Premio Renaudot des Lycéens. Approfondisci
Note legali