Categorie

Marco Buticchi

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2011
Pagine: 651 p., Rilegato
  • EAN: 9788830431973
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Antonella

    24/07/2015 17.06.33

    Non mi è piaciuto.Do due solo per gli altri libri che ha scritto ma questo è un libro di storia non di avventura!

  • User Icon

    GianniF.

    08/10/2014 18.46.11

    Romanzo con chiaro-scuri. Buona la parte storica con protagonisti Peron, Evita, le vicende argentine, e quelle vaticane, meno avvincente la seconda parte, quella incentrata sulla base antartica nazista, troppo in stile "james bond"

  • User Icon

    Alessandro

    23/04/2014 15.34.49

    Libro affascinante e scorrevole. I fatti realmente accaduti si intrecciano con gli episodi di fantasia legandosi in modo geniale.....e

  • User Icon

    Giacomo

    23/04/2014 13.15.08

    Fin ora ho letto tutti i libri di Buticchi, che considero un ottimo autore. Tuttavia, ritengo che forse sia giunto il momento di abbandonare per un po' il binomio Terracini-Breil. Mantenendo, ovviamente, la collaudata tecnica narrativa dei racconti paralleli, mi farebbe piacere se ritornasse a romanzi popolati da personaggi inediti, come per il bellissimo "Le pietre della Luna" che, a tutt'oggi, nel panorama letterario dell'autore rimane - a mio modesto parere - l'avversario da battere.

  • User Icon

    Fabio

    01/02/2014 10.17.24

    Avventura narrata con uno stile scorrevole che coniuga discretamente fantasia e realtà storica.

  • User Icon

    Gio

    16/09/2013 23.54.35

    E' il primo libro che leggo di Buticchi. Realta' e fantasia si intrecciano armonicamente e la storia ti prende con grande interesse. Alla fine pero' trovo che la fantasia ha preso il soravvento e forse Buticchi ha esagerato un po' nella descrizione di situazioni assurde, quasi fosse un Dan Brown. Comunque una lettura piacevole

  • User Icon

    emilia

    16/05/2013 17.25.25

    Buticchi è bravo, ho letto tutti i suoi libri, ma non mi sento di dare il massimo voto per questo suo ultmo lavoro. Nonostante le pagine siano tante trovo che la narraziaone sia a volte affrettata e superficiale, passando in poche righe da un avvenimento all'altro senza lasciare al lettore il tempo di assimilarne la sequenza. Inoltre in questo libro, che comunque ha il merito di seguire una lnea storica reale con la giusta dose di fantasia che si addice ad un rimanzo di avventura, mi sembra che la prosa di Buticchi sia particolarmente arida e a volte retorica. Comunque piacevole come tutti gli altri dell'autore.

  • User Icon

    ferruccio

    15/12/2012 22.18.35

    Un romanzo avvolgente e affascinante fin dalle prime pagine; i fatti storici, risalenti agli anni '30 fino ai giorni d'oggi, sono egregiamente intrecciati con la narrativa romanzata dell'autore. Famosi e famigerati personaggi che hanno gestito le sorti dell'umanità prima, durante e dopo il 2^ conflitto mondiale, assumono altre interpretazioni verosimili in caso di immaginarie ucronìe; molto dettagliato e con dovizia di particolari dove i colpi di scena e le situazioni al limite del coraggio e dell'eroismo si susseguono senza soluzione di continuità. In sintesi: stupendo!

  • User Icon

    Marco T.

    28/09/2012 20.23.39

    Premesso che stiamo comunque parlando di un OTTIMO romanzo secondo me questo, dopo "La nave d'oro", è il peggiore del nostro Marco che ci ha abituato a ben altri capolavori. Penso che la vicenda si dilunghi un po' troppo e forse un centinaio di pagine in meno sarebbe stato meglio.

  • User Icon

    Massimo

    12/09/2012 10.28.33

    Buticchi è davvero bravo a utilizzare periodi, avvenimenti e personaggi storici, ripresi fedelmente e con accurata ricerca, miscelandoli con una trama romanzata avvincente e con protagonisti con i quali ci si immedesima immediatamente e che vengono approfonditi molto bene anche dal punto di vista psicologico. Contrariamente ad altri suoi libri, in cui c'erano anche tre o quattro livelli temporali di racconto più o meno equamente presenti, in questo quasi tutta la storia è incentrata in Argentina nell'ambito delle due guerre mondiali, mentre il riferimento ai giorni nostri e all'inossidabile coppia Oswald Breil-Sara Terracini è relativamente limitato e ci si arriva attraverso richiami della storia recente italiana ed internazionale (gli intrecci tra loggia P2, IOR, servizi segreti vari, gli accadimenti ancora in parte oscuri che hanno contraddistinto la recente storia della Chiesa, a partire dalla morte di Papa Luciani). Luce De Bartolo, che sostanzialmente attraversa tutto il racconto i cui confini temporali coincidono con la sua vita, è uno dei personaggi che più mi hanno coinvolto e appassionato tra i tanti libri da me letti, e la bravura di Buticchi sta nel far interagire personaggi frutto della sua fantasia con quelli effettivamente esistiti (in questo caso Luce con Evita Peron). Come in altri racconti di Buticchi sono presenti nazisti e reliquie esoteriche, la lancia di Longino, per il cui possesso si è disposti a tutto. Molto interessante e ben rappresentato, con dei risvolti talvolta un pò diversi da quelli che la storia ufficiale ci racconta, la descrizione dell'impressionante esodo di nazisti e sodali al termine della guerra verso il sudamerica ed in particolare l'Argentina, con tutte le connivenze e gli interessi trasversali che hanno fatto si che ciò potesse accadere mantenendo l'impunità a chi avrebbe meritato ben altra sorte. Unica piccolissima obiezione: forse Breil nel rocambolesco finale usufruisce un pò troppo di eventi fortuiti, ma se lo merita...

  • User Icon

    Chiara

    05/09/2012 10.04.24

    Questo libro di Buticchi è meraviglioso. La sua capacità di inserire una storia di finzione in un contesto storico è impressionante...ad ogni pagina un'emozione nuova! Bellissimo e ti mette voglia di andare a scoprire meglio storie ed eventi del nostro passato recente di cui sappiamo sempre troppo poco.

  • User Icon

    Brunella

    03/08/2012 12.56.39

    Quando arrivi alla fine di un romanzo di Buticchi hai vissuto in prima persona tutta la storia. Ti sa coinvolgere come pochi sanno fare. Io con questo romanzo "ho vissuto" in Argentina, in Germania, in Antartide, in Italia, in Svizzera, dagli anni '30 ai giorni nostri. Bello, bellissimo, intrigante, avvincente come tutti i suoi romanzi. Bravo Buticchi, non vedo l'ora di leggere il prossimo!

  • User Icon

    Tiziana

    03/08/2012 12.42.35

    Buticchi è davvero un grande, sia come creatore, che come narratore. oltre a saper intrecciare magistralmente eventi e azioni di varie epoche, sa adoperare le parole in modo ammaliante e seducente, conducendo per mano il lettore pagina dopo pagina, come un vecchio cantastorie che incanta e incatena.. non annoia mai, non sbaglia un colpo, anzi ogni volta supera se stesso e i grandi narratori d'avventura americani e anche in quest'ultima impresa ha saputo annodarsi e districarsi più e più volte creando un'avventura adrenalinica e geniale, anche per la mia indole che non ama molto i riferimenti alla storia (vedi l'ultima fatica di Follet che ho torvato noiosissimo e pesante). lui invece mi fa astrarre dalla realtà per compenetrami totalmente nella sua finzione ma con leggerezza e naturalezza. speciale! e poi è uno spezzino come me e lo apprezzo anche per questo: dà lustro ad una piccola città di provincia che raramente ha visto emergere talenti di tal calibro. complimenti e grazie infinite. non smetterò certo di attendere i suoi nuovi romanzi (gli altri li ho letti tuttitutti)

  • User Icon

    alessandro Molteni

    06/06/2012 21.23.15

    Romanzo Fanta-Storico molto bello. Da non perdere

  • User Icon

    gianni

    28/05/2012 21.23.49

    ho letto questo libro sapendo da subito che sarei entrato in una storia a metà tra finzione e realtà ed infatti, grazie alla bravura di Buticchi, il racconto è avvolgente e invitante fino alla fine; se devo trovare un difetto direi che è solo un pò meno avvincente di altri suoi romanzi, ma questo autore è una garanzia per una piacevole e scorrevole lettura senza mai essere banale e scontato

  • User Icon

    Gian Carlo

    23/05/2012 21.55.26

    Ho letto tutti i suoi libri e li apprezzo, ma questo è certamente il migliore. Voto massimo.

  • User Icon

    Marcelloc

    17/05/2012 14.40.38

    Di Buticchi avevo solo letto "Il cuore del profeta" un libro autoprodotto di cui ne avevo trovato,su internet, una copia in formato digitale. Leggendo questo ultimo suo libro ha confermato in me l'ammirazione che ho per la sua scrittura e per la sua preparazione culturale.Lo consiglio.

  • User Icon

    Annalisa

    19/04/2012 20.46.23

    L'ho letto tutto d'un fiato. Superba ricostruzione storica abbinata a personaggi di grande spessore abbinata ad una capacita' narrativa a dir poco avvincente. Dopo aver letto questo sono andata ad acquistare anche gli altri di Buticchi. Splendido

  • User Icon

    Fabio

    10/03/2012 18.27.40

    Era il primo libro che leggevo di Buticchi e, devo dire, mi ha piacevolmente sorpreso. Bella storia, appassionante, con agganci storici che la rende realistica e molto interessante. Sicuramente una lettura piacevole. Unica pecca, se così la vogliamo chiamare, alcuni passaggi in cui vengono risolti sbrigativamente alcuni passaggi importanti per la storia, mentre altri, molto meno importanti, vengono descritti con un'eccessiva dovizia di particolari. Inoltre, in diversi punti, sarebbe stato meglio un'impostazione di pagina che avesse reso meno difficile distinguere nel continuum dell'azione la successione degli eventi. Comunque, sicuramente un romanzo di genere consigliato. Leggerò anche altri libri dello stesso autore.

  • User Icon

    Mauro

    06/03/2012 17.36.18

    E'da molto che apprezzo Buticchi,e questo suo ultimo è un'altra fantastica avventura dal ritmo forsennato, nonostante la densità e l'estensione del momento storico che fa da scenario. Condivido appieno chi sostiene che sia un forte stimolo ad approfondire periodi tenebrosi della storia contemporanea.Il piccolo neo deriva dal ritmo talmente alto che non permette ai personaggi di essere empatici,coinvolgenti forse un pò schiacciati su uno scenario mazzafiato.

Vedi tutte le 38 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione