Categorie

Ezio Raimondi

Curatore: P. Ferratini
Editore: Il Mulino
Collana: Intersezioni
Anno edizione: 2012
Pagine: 113 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788815234629

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianluca guidomei

    30/10/2012 19.05.13

    "Quando leggiamo, ci portiamo dietro le nostre origini: queste origini danno un valore, una cadenza, aggiungono un significato. E' giusto che sia così. Un libro non è soltanto i significati che comunica, ma i significati che vi aggiungiamo, garantiti, se non dalla correttezza intellettuale, dall'intensità del sentimento, dell'emozione, dell'affetto. Il libro vero, quello con cui si dialoga più volte, al quale si ritorna, non conferma delle verità, ne offre di nuove, purché ci sia da parte nostra fedeltà e non conformismo, e resti viva la curiosità, il desiderio di ascoltare qualcuno che parla del nostro presente, al momento giusto. Perché il libro vero parla sempre al momento giusto. Lo inventa lui, il momento giusto: con il colore della parola, con la singolarità della battuta, con il piacere della scrittura. Un libro vero va amato: lo si rilegge come si fa visita a un amico, ricordando insieme il passato e, nel ricordo del passato, celebrando il rapporto vivo col presente. Non è una fuga a ritroso: è un'acquisizione al presente di un tempo vissuto, dove hanno trovato posto la stranezza, la singolarità e l'imprevedibilità di certe combinazioni e di certi eventi."

  • User Icon

    Patrizia

    06/08/2012 18.06.25

    E' un libro bellissimo che si legge in un fiato. Un grande amore per la vita, per la cultura, per i libri. Un senso del divenire della storia, una consapevolezza del proprio posto nel mondo.Questo stesso libro è un mondo.Grande Maestro. Grazie

  • User Icon

    alida airaghi

    22/04/2012 10.10.57

    "Non sono mai stato e non sono un collezionista. Del collezionista mi mancano l'ossessione dell'ordine e quella del pezzo unico. Ciò che mi è sempre importato in un libro era che comunicasse delle idee",afferma nell'ultimo capitolo di questo interessante volume il Professor Ezio Raimondi,insigne critico e storico della letteratura. "Nel caos vivente della biblioteca" i suoi volumi sono affastellati in maniera disordinata e quasi misteriosa,a farne "luogo della stabilità e della metamorfosi, della protezione e del rischio": ne sono testimonianza le fotografie che corredano queste pagine,e ne immortalano l'autore sommerso da migliaia di libri.Libri viventi,pulsanti,con una loro voce inconfondibile,che da sempre ha forgiato e ammaliato l'intelligenza inquieta,curiosa e appassionata dello studioso. Nato nel 1924 in una casa "dove non c'erano libri" e si parlava il dialetto,figlio di un calzolaio e di una donna di servizio,proprio dall'umiltà rispettosa della cultura della madre il bambino Ezio apprese la funzione "liberatrice,democratica della lettura". In questi otto capitoli viene raccontata tutta un'esistenza dedicata ai libri: dalle prime bibliotechine di classe delle elementari,alle lezioni studiate sul tavolo della cucina,"fra il piacere della scoperta intellettuale e l'odore di soffritto",agli incontri fondamentali segnati sempre dall'intreccio tra cultura e vita. Furono le letture esaltanti e sprovincializzanti dei grandi scrittori stranieri (Heidegger,Marc Bloch,Curtius,Huizinga,Lucien Febvre)ad aprire nuovi orizzonti nella mente e nel cuore del giovane studioso. E in queste pagine si rincorrono i nomi di tanti altri autori che hanno segnato la sua crescita intellettuale, da Pasolini a Gadda,da Broch a Céline a Queneau, all'amato Bachtin. Un grande studioso e un appassionato insegnante, Ezio Raimondi,che ha saputo ascoltare le voci dei libri rendendosene innamorato interprete,"in una relazione straordinaria,mai pacifica,mista diinquietudine e di ebbrezza."

  • User Icon

    Massimo Gatta

    01/03/2012 13.38.26

    Un bellissimo libro di uno straordinario studioso. Un consiglio: leggetelo insieme a "Parole di giorni un po' meno lontani" (il Mulino) di Tullio De Mauro, altrettanto bello e intenso; sembrano respirare insieme pur essendo, ovviamente, diversissimi.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione