Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Volevo essere una vedova

  • User Icon
    10/07/2020 20:21:23

    Non mi aspettavo un “bel libro” di quelli che quando finiscono ti senti orfano per un po’. Certo sapevo che sarebbe stata una lettura leggera senza grandi pretese, ma pensavo che magari due risate sarei riuscita a farle... invece l’unica cosa che mi ha trasmesso è stata noia. Pur essendo poche pagine non finiva mai. Avevo visto in TV la scrittrice che lo presentava e l’avevo trovata molto simpatica. Forse più che scrivere dovrebbe lavorare in tv. Da parte mia sconsigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/04/2020 16:39:48

    Carino, senza pretese, ma si fa leggere volentieri!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/10/2019 13:29:05

    Sarà che mi aspettavo qualcosa di diverso....magari un romanzo e non un'autobiografia....quindi questo libro un po' mi ha delusa. Ma è carino e purtroppo ci si ritrova in tante cose raccontate dall'autrice. Quindi una buona lettura.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/09/2019 14:23:35

    quando leggi un libro che avresti voluto scrivere tu, le stesse parole, esperienze, immagini, emozioni, pensieri, sono arrivata a pagina 98 lo finirò stasera, è divertente e profondo allo stesso tempo, in modo leggero ti trasmette dei messaggi forti, positivi, meglio che andare dallo psichiatra o finire su un tavolo operatorio...uno stimolo a cambiare a pretendere che il nostro valore sia rispettato, alzandoci a rispettarlo noi per prime! anche io volevo essere una vedova bravissima Chiara!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/09/2019 15:24:42

    Sono passati quindici anni dall'ultima volta che avevamo lasciato Chiara nella sua città natale, alle prese con i suoi disastri e alla caccia del suo obiettivo, diventare una gatta morta! Ricordate la moltitudine di aneddoti, risate e compagni di vita che abbiamo incontrato? Per chi ancora non la conoscesse, Chiara è autrice, protagonista e voce narrante delle sue avventure, sempre con il sorriso sulle labbra, soprattutto nel lettore, pronta a raccontarsi a trecentosessanta gradi, senza fronzoli o barriere. Siamo dunque a Milano, città della nuova vita, dal punto di vista lavorativo, che sembra portare a Chiara un po' di stabilità, anche se con lei i guai sono sempre dietro l'angolo e nessuno può starne tranquillo. Ci ritroviamo all'interno di una storia che a volte ha del bizzarro e dell'assurdo, ma che contiene anche numerosi frasi motivazionali e spunti di riflessione, in particolare per noi lettrici donne. Uno dei temi principali, infatti, è l'accettazione di noi stesse, con i nostri difetti, paure, ansie e imperfezioni, ma tutti presi come tratti caratteristici che sanno renderci uniche. Ciò che dobbiamo fare, o imparare a fare, è accettarli, prenderli per buoni, riuscire a conviverci e lavorare su di noi per stare bene sia in solitudine, sia con le altre persone. Famiglia, amici e sé sono i principali temi che si incontreranno nelle sue pagine, entrando in contatto tra di loro e ponendo su vari livelli l'importanza di ognuno, fino al suo epilogo, alla scelta di Chiara di assumere uno status e avere un ruolo nella società.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/08/2019 17:21:38

    [estratto dal blog] L’incipit di questo romanzo la dice lunga… Chiara, la protagonista, ha un lavoro che le piace, tanti amici, la passione per la scrittura che le dà parecchie soddisfazioni e compra anche una casa, ha conquistato una sua posizione nel Mondo, dovrebbe sentirsi realizzata, ma no! Lei cerca il lieto fine: “ Incredibile come dopo tanti anni di film e libri sull’argomento non avessi imparato che certe cose succedono solo nelle favole e che il lieto fine non esiste. Almeno non nella realtà. E non certo il lieto fine a cui aspiravo io! La dichiarazione d’amore alla fine del film, possibilmente in aeroporto, la svolta del terzo atto!” E perché? Avete mai provato ad essere una donna di oltre 35 anni e non avere marito e figli? L’atteggiamento del resto del mondo, è proprio quello che Chiara Moscardelli descrive nel suo romanzo. Sei un alieno in un mondo di coppie[...] Chiara, spinta dallo psicologo si mette in gioco, cerca di crescere e di approcciarsi in modo più tangibile alla sua femminilità e sono esilaranti le pagine in cui narra la sua esplorazione in un sexy shop,[...] Chiara Moscardelli è un genio, la sua è una denuncia di ciò che una donna single è costretta a sopportare, ma lo fa con brio e spensieratezza e soprattutto con tanta ironia, con una scrittura semplice e diretta. Un libro che tutti dovrebbero leggere soprattutto chi…s’impiccia della vita altrui facendo troppe domande e considerazioni non richieste. La protagonista ci insegna che la discrezione dovrebbe essere un valore da praticare più frequentemente perché spesso risposte ironiche e divertenti a domande indiscrete celano sofferenze non rivelate.[...]

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/07/2019 11:24:07

    Un' autobiografia scritta in chiave tragicomica. Nonostante io preferisca i romanzi con delle vere e proprie storie e senza salti temporali, ho trovato questo libro divertente e ricco di spunti di riflessione. Molto scorrevole, l'ho divorato. Consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/07/2019 08:19:35

    Il giorno del mio compleanno mi sono autoregalata "Volevo essere una vedova" non potevo scegliere in un libro migliore. C'è chi lo definirebbe un libro chick lit, un semplice romanzo rosa, ma è molto, molto di più, Chiara parla delle sue fragilità, del suo bisogno d'amore che la porta ha scegliere uomini egoisti che non hanno niente da dare, ma prendo e basta, diventando una serial killer dei suoi sentimenti. Ammette che odia i bambini, almeno siamo in due! Ma soprattutto Chiara impara e insegna anche a noi, nonostante tutto e tutti, non è mai troppo tardi per cambiare il modo di vedere la vita e conquistarci il nostro e vissero felici e contenti, che siamo noi, non servono un uomo e dei figli per averlo. Consiglio a tutti questa lettura, la migliore da tanto tempo per me.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/07/2019 16:12:17

    Un romanzo (mascherato da autobiografia) o un’autobiografia (mascherata da romanzo) dissacrante e divertente sulla crisi di mezz’età. La Moscardelli racconta le difficoltà di una donna senza marito, considerata solo una povera zitella, che continua a cercare disperatamente il famigerato Principe Azzurro (quanti danni avrà fatto Cenerentola!) alle soglie della famigerata e mai sdoganata menopausa, spauracchio di ogni donna. Solo la presenza degli amici riesce a stemperare i momenti peggiori e a dare la protagonista la forza di resistere, rendendosi conto che a volte basta cambiare prospettiva per affrontare in modo diverso la vita. Chiara Moscardelli conquista con la sua penna ironica, ma fa anche riflettere sulla donna, sul ruolo che quest’ultima ha nella società, sugli infiniti luoghi comuni che purtroppo continuano ad imperversare. Le sue disavventure tragicomiche non possono non strappare un sorriso e a volte anche una bella risata. perché usare l’ironia stempera e rende più accettabile tante situazioni.

    Leggi di più Riduci