White Lies for Dark Times

Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Virgin
Data di pubblicazione: 1 aprile 2013
  • EAN: 5099926478623
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 6,50

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
Descrizione

In un ostile mondo di singoli usa e getta, Ben Harper and Relentless 7 hanno fatto un vero disco. White Lies for Dark Times é un album rock senza tempo, una raccolta di musica coesa quanto cruda, implacabile e fragorosa, ipnotica ed emozionante. Sulla rauca traccia di apertura, “Number With No Name”, Ben Harper grida “The very thing that drives you can drive you insane”, innalzandosi al di sopra di una contagiosa combinazione di batteria e chitarra. Il cerchio si chiude a fine album con “Faithfully Remain”, quando Ben canta “The truth just wastes away in all we can’t explain, but I fauthfully remain”. La fragile bellezza di questi testi bilancia la cruda urgenza di alcune canzoni come “Shimmer And Shine” o “Up To You Now”, entrambe destinate a diventare tormentoni radiofonici. Questo è puro rock americano, nel modo in cui dovrebbe essere e suonare. In quella che potrebbe essere la miglior storia su “come si è formata la band” di sempre, Ben Harper ha incontrato il chitarrista Jason Mozersky alla fine degli anni ’90. Allora cantante della band Wan Santo Condo, Jason lavorava momentanemante come driver scarrozzando le band avanti ed indietro da un locale in Texas (i 3 membri dei Relentless 7 vengono tutti dal Texas). Il driver part time e part time musicista si prese allora un rischio che ogni artista deve affrontare nella sua vita se vuole sfondare. Chiese al suo momentaneo priogioniero Ben Harper “Posso farti ascoltare il mio demo?”. Ben dovette fozatamente accettare, e secondo le sue stesse parole “fu letteralmente spazzato via”, aiutando in seguito la band ad assicurarsi un contratto discografico e l’uscita dell’omonimo Wan Santo Condo (Everloving Records, 2004). La band si sciolse dopo un disco, ma quello che sopravvive da allora é un’amicizia che dura ancora tra Ben Harper e Jason Mozersky.

Disco 1
  • 1 Number with No Name
  • 2 Up to You Now
  • 3 Shimmer and Shine
  • 4 Lay There and Hate Me
  • 5 Why Must You Always Dress in
  • 6 Black
  • 7 Skin Thin
  • 8 Fly One Time
  • 9 Keep it Together (So I Can Fall Apart)
  • 10 Boots Like These
  • 11 The Word Suicide
  • 12 Faithfully Remain

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cri

    14/05/2009 13:21:12

    Qui si picchia di batteria e chitarra elettrica, niente a che vedere col precedente Lifeline. Ne esce un album intenso, istintivo ed emozionante. Oltre alla sempre bella voce di Ben bravi anche i musicisti. Da avere!

Scrivi una recensione