Wichita

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 1955
Supporto: DVD
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 10,78 €)

Wyatt Earp, un ex cacciatore, arriva a Wichita, ricca ma turbolenta cittadina del Kansas. Alcuni abitanti, avendo visto la velocita? con cui Wyatt maneggia la pistola, lo pregano di rimanere e assumere il ruolo di sceriffo. Wyatt accetta e si scontra con i potenti allevatori che ne controllano l'economia. Il guaio e? che si innamora di Laurie McCoy figlia di uno di loro.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2013
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 81 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: manifesto originale; foto
  • Joel McCrea Cover

    Propr. J. Albert M., attore statunitense. Esordisce nel 1928 in piccoli ruoli per la mgm. Alla rko è protagonista di film sentimentali (Labbra proibite, 1932, di G. Cukor) dai risvolti erotici (Luana la vergine sacra, 1932, di K. Vidor) e matura i primi ruoli nell'avventura (La pericolosa partita, 1932, di E.B. Schoedsack e I. Pichel). È S. Goldwyn a offrirgli ruoli drammatici di spessore tra amori sordidi (La costa dei barbari, 1935, di H. Hawks) o presunti (La calunnia, 1936, di W. Wyler), difficili rapporti affettivi (Ambizione, 1936, di H. Hawks e W. Wyler) e contraddizioni sociali (Strada sbarrata, 1937, di W. Wyler). Finalmente protagonista del western tra epica della diligenza (Un mondo che sorge, 1937, di F. Lloyd) e della ferrovia (La via dei giganti, 1939, di C.B. DeMille), alterna... Approfondisci
  • Vera Miles Cover

    "Nome d'arte di V. May Ralston, attrice statunitense. Esordisce nel 1951 e sposa G. Scott, il Tarzan del momento. Funzionale al western più teso e antimanicheo (Wichita, 1956, di J. Tourneur) è scelta da J. Ford per un ruolo minore in Sentieri selvaggi (1956), ma è A. Hitchcock a farne una protagonista di vitale drammaticità in Il ladro (1956), affidandole un altro ruolo chiave in Psyco (1960; personaggio ripreso in Psycho II, 1983, di R. Franklin). Ancora una volta al servizio del Ford crepuscolare di L'uomo che uccise Liberty Valance (1962), passa alla Disney in commedie zuccherose (I ragazzi di Camp Siddons, 1966, di N. Tokar) e western per famiglie (Un piccolo indiano, 1973, di B. McEveety). Si distingue anche in tv per buone prove drammatiche (Il giudice Horton, 1976, di F. Cook)." Approfondisci
  • Lloyd Bridges Cover

    Attore statunitense. Dopo una lunga esperienza teatrale, nel 1941 viene ingaggiato dalla Columbia come caratterista. Il fisico massiccio e i gesti violenti, in aperto contrasto con il volto incorniciato dai capelli biondi, lo rendono adatto a interpretare personaggi velati d'ambiguità in molti film d'avventura e in particolare nei western (fra gli altri: Odio, 1949, di M. Robson, dramma sul razzismo in cui è il soldato Finch, e Mezzogiorno di fuoco, 1952, di F. Zinnemann, in cui impersona l'aiutante dello sceriffo). Incluso nelle liste nere del maccartismo, negli anni '50 è costretto a diradare l'attività cinematografica e a dedicarsi alla televisione. Ritorna al cinema dalla metà degli anni '80, con ruoli di secondo piano in film dichiaratamente commerciali: è un bizzarro industriale che... Approfondisci
Note legali