Categorie
Traduttore: S. Galli, C. Capararo
Collana: La Scala. Saggi
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 330 p.
  • EAN: 9788817125369
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lancelot

    22/06/2015 22:24:54

    Non perdete tempo a leggerlo. Una trattazione sconclusionata, senza capo nè coda, infarcita di inutili disgressioni para-storiche o mitologiche. Gira intorno al tema senza mai dare l'impressione di sapere dove andare a parare; per il poco o niente che ha detto non servivano 320 pagine, ne bastavano due o tre.

  • User Icon

    Paolo

    10/10/2004 20:58:44

    Dott. Bonanno, se desidera più soddisfazione sull'argomento, mi sento di consigliarle "Zero, storia di un'idea pericolosa" di Charles Seife.

  • User Icon

    Dott. Mario Bonanno

    12/01/2004 20:01:13

    • Giudizio complessivo di merito dell’opera Il mio giudizio sul libro di Kaplan “Zero, storia di una cifra” è alquanto negativo. Le mie perplessità non nascono tanto dal fatto che, da matematico, mi aspettassi qualcosa di più convincente, bensì dalla delusione nata attraverso le pagine come un qualsiasi lettore. L’autore sembra proprio esagerare con considerazioni filosofiche e metaforiche che riguardano ogni ipotesi possibile circa il significato di zero attraverso la storia. Inoltre, troppo spesso, vengono fatte citazioni di brani di opere di cui francamente sarebbe stato meglio fare a meno. Tutto questo rende la lettura poco agevole spezzando di continuo il ritmo narrativo, mettendo a dura prova la pazienza del lettore. Non ho mai riscontrato una certa piacevolezza e amabilità di lettura, eccezion fatta per un paio di capitoli centrali. Infine per quanto riguarda il tema del libro, pur essendo consapevole delle difficoltà che si possono avere nel trattare un argomento del genere, ho avuto la sensazione che Kaplan abbia fatto un estenuante giro di parole e di citazioni senza dare risposte del tutto concrete agli interrogativi che si poneva sull’ardita questione dello zero.

Scrivi una recensione