Categorie

Patrick Dennis

Traduttore: M. Codignola
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Anno edizione: 2009
Pagine: 380 p. , Brossura
  • EAN: 9788845923999

A distanza di più di cinquant'anni l'editoria italiana riscopre un grande capolavoro dimenticato, un romanzo che alla sua uscita negli Stati Uniti, nel 1955, balzò subito in vetta alle classifiche di vendita. Mai come in questo caso, però, l'etichetta di "best seller" è meno appropriata. Qui non si tratta del solito polpettone hollywoodiano in cui si susseguono colpi di scena e misteri insondabili; non si tratta nemmeno della classica saga familiare, né della parabola ascendente del sogno americano, né di quella discendente della beat generation. Si tratta di un concentrato di comicità e cultura, in cui i grandi movimenti centrifughi che hanno colpito gli Stati Uniti negli anni Venti, dalla crisi del '29 alle avanguardie artistiche, vengono dipinti attraverso le avventure di un personaggio indimenticabile.
Zia Mame, ora geisha giapponese, ora ballerina di fila, romantica moglie sudista e amazzone intrepida al tempo stesso, ogni mese della sua vita inaugura una nuova impresa epica, coinvolgendo di volta in volta il suo maggiordomo giapponese, la bambinaia irlandese, la dattilografa, il poeta, l'editore, l'agente letterario. Conduce una vita salottiera e ciarliera, in cui l'ostentazione della ricchezza, i cocktail in terrazza e le commedie sperimentali di Broadway si susseguono tra bollicine di champagne e letti di seta. La crisi finanziaria che travolge mezzo mondo nulla può contro questa donna dalle mille risorse. Zia Mame cade, si rialza e intrepida ricomincia da capo, conservando sempre l'ingenuità, o forse l'orgoglio, di chi non oserebbe mai riversare sugli altri la colpa delle proprie miserie.
Come possa aver fatto una donna tanto avventata, imprudente, generosa e folle, a tirar su un ragazzino di dieci anni è un mistero. Per fortuna il defunto signor Dannis prima di morire aveva affidato tutto il cospicuo patrimonio del piccolo Patrick allo Studio Knickerbocker, che avrebbe provveduto direttamente alla sua educazione - tassativamente tradizionale - mentre l'eccentrica zia avrebbe seguito il bambino solo durante le vacanze. Ma quando si ha a che fare con una forza della natura come Zia Mame, le vacanze estive sono un periodo più che sufficiente per cambiarti la vita, soprattutto se si ha la mente brillante e recettiva di Patrick: un bambino che guarda il mondo con l'occhio distaccato del baro e lo descrive con l'ironia del ciarlatano. Come se niente potesse toccarlo direttamente, l'autore-protagonista conosce i tempi comici e la natura umana, cita Bauhaus e i magazzini Macy's, descrive ogni caffé di New York attribuendogli l'atmosfera magica dei bistrot parigini, guarda al di là della sfavillante apparenza dei rutilanti anni Venti, per coglierne tutta la grottesca miseria. Un romanzo divertente, ricco di citazioni colte ma capace di coinvolgere anche il lettore occasionale, una sorprendente sferzata di buonumore assolutamente da non perdere.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lomax

    14/04/2015 12.37.56

    Lettura divertente, a patto che la si prenda per quello che offre: intrattenimento, non sense e tratteggio di figure stereotipate (poiché diffusamente descritte altrove, non solo in letteratura). Lo humor si avvicina, in alcuni passaggi, a quello tipicamente inglese ma è comunque godevole, al pari di quest'opera che, forse per la "leggerezza" del suo cntenuto, resiste ottimamente al tempo.

  • User Icon

    MARIA

    18/10/2014 20.24.44

    Zia Mame è una di quelle donne che ti ispirano e che ti insegnano che la leggerezza non è mai superficialità,ma è un modo di vivere la vita senza sensi di colpa,senza rimpianti ne' rimorsi,libera da qualunque pregiudizio o preconcetto...a me questa donna ha insegnato parecchio e se in questi tempi di crisi volete un modo intelligente per regalarvi un sorriso io vi consiglio questo libro Non voglio leggere il sequel di quest'opera perchè ho un'immensa paura di conoscere altri aspetti di Zia Mame che potrebbero non piacermi

  • User Icon

    Toglietemi tutto, ma non i miei libri

    09/05/2014 02.08.31

    Zia Mame è un portento e credete a me quando vi dico che leggendo questo libro vi sarà difficile non sorridere almeno una volta. Nonostante il libro sia del 1955, trovo che la storia sia ancora tutt'altro che banale e penso che chiunque si ami definire un buon lettore, debba leggere questo libro almeno una volta.

  • User Icon

    randa

    25/03/2014 14.08.30

    Lasciate perdere i commenti negativi: i gusti sono gusti, ma "Zia Mame" è indiscutibilmente un buon libro, scorrevole e molto divertente!

  • User Icon

    Mattia

    20/03/2014 09.43.30

    Zia Mame è uno di quei romanzi che ti porti dentro per molto tempo dopo aver chiuso l'ultima pagina. Ti ricorderai per sempre il personaggio meraviglioso di Mame, come fosse realmente esistita e come se stesse girando per il mondo vivendo nuove avventure! Davvero un bel libro e una bella storia, scorrevole e facile da leggere!

  • User Icon

    jane

    08/01/2014 15.42.00

    Un personaggio travolgente, una forza della natura che sprizza voglia di vivere e ottimismo questa zia Mame; una lettura frizzante e divertente ma tutt'altro che stupida.

  • User Icon

    Daniel

    05/10/2013 17.13.37

    Sto ancora ridendo da solo pensando a Zia Mame!

  • User Icon

    Kiara88

    20/08/2013 15.13.17

    Purtroppo devo dissentire dai precedenti commenti a mio avviso troppo positivi...il libro non mi è piaciuto, mi ha annoiato!...Non vi è una vera e propria trama. L'autore si limita a raccontare le stravaganze di sua zia utilizzando una prosa piatta e piuttosto lenta. Alcuni pezzi sono sicuramente divertenti, ma mi aspettavo qualche colpo di scena...il libro non è per nulla coinvolgente, non mi incuriosiva affatto! Come dicevo l'ho trovato piatto e ho fatto fatica ad arrivare al termine...

  • User Icon

    lucia

    08/07/2013 10.45.28

    che libro simaptico! ogni pagina è un sorriso. proprio piacevole, da leggere magari sotto l'ombrellone.

  • User Icon

    Tiziana

    07/07/2013 14.50.51

    Spassoso, arguto, scintillante, vorticoso. Scritto in modo accattivante e ammiccante, si legge con trepidante rapidità, sia per il linguaggio colorito ed efficace, che per il periodare fluido e mai tedioso. Ha qualche momento di calo, ma nel complesso ha brio e respiro. Anche il film è altrettanto delizioso.

  • User Icon

    France

    04/04/2013 09.34.12

    Allegro, divertente e scorrevole, un bel libro di compagnia. L'ho trovato molto attuale nello stile di scrittura, semplice, diretto e ironico. Non si può non innamorarsi dei personaggi di Mame e di suo nipote, voce narrante. Veramente carino, consigliato!

  • User Icon

    taty

    07/01/2013 08.32.15

    E' un libro molto molto divertente e leggero. Regala al lettore un momento di evasione e di spensieratezza. Da leggere per quarsi quattro risate con una delle zie più simpatiche e strane mai immaginate

  • User Icon

    vittoria

    02/01/2013 14.35.43

    Ho letto questo libro in lingua originale. Come si può notare, per chi lo ha letto, è un libro poco impegnativo, per questo si legge in poco tempo. Consiglio di leggerlo se si vuole passare un pomeriggio divertendosi.

  • User Icon

    Egle

    13/12/2012 12.52.46

    Che bella persona Zia Mame!!! Inizialmente può apparire un po' surreale, forse. Ma quando si leggono le ultime righe, dispiace che le sue avventure siano già finite e si capisce che il personaggio è più reale di quanto si possa pensare!!!! Leggerò anche il seguito...

  • User Icon

    valentina

    31/10/2012 18.11.57

    Libro magnifico!..Zia mame troppo divertente e forte.

  • User Icon

    betty

    08/10/2012 09.19.17

    Un libro divertente non pretenzioso, scritto discretamente. Ideale per una lettura un po' meno impegnativa. La stravaganza di zia Mame è certamente inusuale, ma vulcanica.

  • User Icon

    Starktos

    17/07/2012 20.14.46

    Mi stupiscono tutti questi voti negativi. I gusti son gusti, d'accordo. Questa valanga di 1 e 2 però mi dà da pensare che c'è molta gente senza senso dell'umorismo, o che è in grado di comprendere solo l'umorismo scontato di Aldo, Giovanni e Giacomo et similia. Ce ne vuole per dire che Zia Mame è un libro noioso. Trasuda ironia da tutte le pagine, in ogni capitolo c'è sempre una nuova e mirabolante avventura, raccontata in uno stile di scrittura forse non troppo scorrevole, ma che tiene incollati al libro fino all'ultima pagina. Mi dispiace che ci siano tutti questi voti negativi. Forse l'ironia non è da tutti, boh.

  • User Icon

    SARA

    27/06/2012 16.44.09

    L'ho letto perchè influenzata dai commenti positivi di molti, purtroppo però, una volta iniziato, non vedevo l'ora finisse. Mi è sembrato scontato, noioso, piatto. Non lo consiglierei.

  • User Icon

    monica

    07/05/2012 21.38.54

    Strepitoso!!!! Macome si fa a non immedesimarsi in zia mame ??? Provate ad immaginare di essere nei suoi panni e vi sentirete subito meglio !!!

  • User Icon

    yme-88

    30/04/2012 14.01.20

    Io mi sono complatamente innamorata di zia Mame, mi sono divertita un sacco e non vedevo l'ora di tornare a casa per leggere delle sue disavventure, non capisco veramente quelli che non lo hanno apprezzato io lo trovo fantastico e tra un pò leggerò il seguito...

Vedi tutte le 143 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione