Zitelle. Il bello di vivere per conto proprio - Kate Bolick - copertina

Zitelle. Il bello di vivere per conto proprio

Kate Bolick

0 recensioni
Scrivi una recensione
Traduttore: S. Rota Sperti
Editore: Sonzogno
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 15 settembre 2016
Pagine: 303 p., Brossura
  • EAN: 9788845426254
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,88

€ 17,50
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Quantità:
LIBRO

€ 9,45

€ 17,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Vivere da sole non è una condizione imbarazzante a cui sfuggire, ma può essere una forma, esigente e appagante, di libertà. Un libro audace e toccante che può stimolare una fanatica devozione e accese discussioni.

«Un libro intelligente che si legge con molto gusto: è probabile che Kate Bolick diventerà un'icona per le nuove generazioni.» - Time

«È sorprendente come Zitelle, grazie allo stile affascinante e affabulatorio, esprima un punto di vista utile per tutte le donne, non solo per quelle non sposate: liberarsi dagli schemi di vita imposti dall'opinione corrente, ascoltare il proprio cuore e ritagliarsi un piccolo spazio per i sogni.» - The New York Times Book Review

«Sui miei diari cominciarono a comparire i primi riferimenti a un misterioso "desiderio di zitellaggine", un eufemismo per i piaceri stravaganti dello starmene semplicemente per i fatti miei.»

«“Chi sposerò? E quando?” Sono queste le due domande fondamentali della vita di ogni donna.» Inizia così Zitelle, indagine originale e provocatoria sui piaceri e le opportunità del rimanere single. Kate Bolick, giornalista e scrittrice, ripercorre la propria educazione sentimentale e ci introduce alle appassionate ragioni che hanno guidato la sua scelta di non sposarsi – scelta condivisa ormai, come ci informano le statistiche, dalla maggioranza delle donne americane. Questo cambiamento demografi co senza precedenti, ci spiega l’autrice, è la logica conseguenza di un’evoluzione secolare. Zitelle, infatti, mette in scena un cast di “pioniere”, da Edith Wharton a Maeve Brennan (la leggendaria ispiratrice del personaggio di Holly Golightly in Colazione da Tiffany), che con il loro ingegno, la loro tenacia e la loro inclinazione verso l’avventura hanno incoraggiato la Bolick a costruirsi una vita per conto proprio. Le idee e le azioni non convenzionali di queste donne mostrano che le attuali discussioni sulla condizione femminile hanno alle spalle una lunga storia. Ma Zitelle è anche un invito a guardarci dentro, per scoprire gli ingredienti di una vita autentica, per riassaporare quegli splendidi anni in cui eravamo giovani e spensierate oppure per goderci la mezza età e il diritto di farci finalmente gli affari nostri. E inoltre contiene un chiaro messaggio non solo per le single ma per tutte le donne: si può essere “zitelle” dentro. Perché vivere da sole non è una condizione imbarazzante a cui sfuggire, ma può essere una forma, esigente e appagante, di libertà. Un libro audace e toccante che può stimolare una fanatica devozione e accese discussioni.
  • Kate Bolick Cover

    Docente di saggistica creativa alla New York University, Kate Bolick collabora con le maggiori testate americane, tra cui l’«Atlantic», il «New York Times», «Elle» e «Vogue». Vive a Brooklyn. Zitelle, considerato uno dei migliori libri del 2015 dal «New York Times» e tradotto in diverse lingue, è il suo primo libro pubblicato in Italia da Sonzogno (2016). Approfondisci
Note legali