Zoé, la principessa che incantò Bakunin. Passioni e anarchia all'ombra del Vesuvio

Lorenza Foschini

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
Pagine: 190 p., Rilegato
  • EAN: 9788804664406
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 10,80

€ 20,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS


Indice

Introduzione
Da una Zoé all'altra

Parte prima. Michail
- Un profumatissimo tè nero - Un passo indietro - Un incontro di famiglia - Verso sud - Sepolto vivo - Malinconia napoletana - Miss Emily Reeve - Come Zoé conobbe Bakunin - Bakunin cambia casa - Il ventre di Napoli - Antonia - Rivoluzione! - Un mondo fuori dal tempo - Le bourgeois gentilhomme - Il giuramento di Vyrubov e il mare in amore - Che prezzo ha la felicità? - L'anisetta del massone - I sandwich di Minna Wagner - Anarchia! - La quiete prima della tempesta - In partenza per Ginevra - Ogni altra felicità mi è preclusa... - Walerian - In azione - Un inutile rendez-vous - Libertà e Giustizia - Un ospite inatteso - Finalmente viva - La partenza di Michail

Parte seconda. Zoé
- Vecchie e nuove amicizie - Necaev - Né carrozza né lacchè - Un tuffo fuori stagione - La tragedia - Il racconto di Mrouk - Tutto è perduto - Stranieri in patria - Marusja - Non voglio per niente andare via senza di te - Aleksej - Insieme ma per poco - Una persona molto pericolosa - Ekaterina e Marja - Declino e morte di Michail Bakunin - Gli ultimi anni di Zoé - Morte di Zoé - Sei piccole lapidi

Tramonti

Piccola bibliografia
Ringraziamenti

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Massimo Gatta

    12/05/2016 11:35:29

    Un bellissimo e documentato viaggio nelle mille contraddizioni dell'aristocrazia russa di metà Ottocento e delle altrettanto forti contraddizioni degli ideali anarco-rivoluzionari incarnati dal leggendario Michail Bakunin. Belle e intense le atmosfere nella Napoli di metà Ottocento, tra vicoli di indicibile povertà e la sontuosa quotidianità della principessa protagonista e del suo protetto Bakunin, tra Napoli e Ischia, e dove in entrambi emerge forte il bisogno di assistere e aiutare quel popolo affamato e derelitto. Una grande giornalista di fronte a un tema ancora poco studiato e che finalmente trova uno sguardo complice e partecipe.

Scrivi una recensione