€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione
Mike Enslin, un tempo brillante scrittore con alle spalle un ottimo romanzo d'esordio, non è mai riuscito a superare il trauma della morte della figlioletta e ha perso scrittura e moglie dopo il dramma. Da tempo accumula la stesura di innumerevoli libri fra il cinico e il sensazionalistico in cui racconta le sue esperienze notturne in famosi luoghi infestati da fantasmi, poltergeist e fenomeni soprannaturali. Le lunghe notti solitarie alla ricerca di fantasmi inesistenti è destinata ad interrompersi quando Mike entra nella stanza 1408 del famigerato Dolphin Hotel. Sfidando gli avvertimenti del direttore dell'albergo, Mike decide di pernottare proprio nella stanza che tutti considerano infestata, nella speranza che possa essere l'inizio di un nuovo bestseller. Ma Mike si troverà ad affrontare i suoi demoni prima di superare la notte.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mr Gaglia

    19/02/2016 11:07:34

    Ci voleva uno svedese perché un racconto di Stephen King tornasse a essere fatto oggetto di una trasposizione molto interessante sullo schermo. Spesso l'opera dello scrittore viene banalizzata da registi incapaci di cogliere il versante psicologico dei personaggi da lui portati sulla pagina. In questo caso invece Hafstrom, grazie anche a un John Cusack autoironico e al contempo tormentato al punto giusto, riesce a tenere a bada il più che noto armamentario di apparizioni insolite e di muri che colano sangue per spostare l'attenzione su una dimensione interiore del personaggio. Mike è tormentato come tutti i protagonisti di King, ma chi torna (o viene fatto tornare) nei suoi incubi non è qualcuno a cui abbia fatto torto in passato, quanto piuttosto la persona più cara per la quale è convinto di non avere fatto abbastanza: la figlia morta di malattia da bambina. La stanza diviene allora la materializzazione di un senso di colpa per omissione al quale non è possibile sfuggire. Così l'orrore abbandona la canonica dimensione dei colpi di scena (tranne in 2 o 3 casi) per trasformarsi in un progressivo susseguirsi di ossessioni senza speranza di via d'uscita. Bellissima anche l'interpretazione (ma non sarà indubbiamente una novità per chi non l'avesse visto) del luceferino Samuel L. Jackson, manager dell'Hotel.

Scrivi una recensione
  • Produzione: Lucky Red, 2013
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 104 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1);Inglese (DTS 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2