Categorie

Banana Yoshimoto

Traduttore: G. Amitrano
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2013
Pagine: 152 p. , Brossura
  • EAN: 9788807030413

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Emily Ross

    25/07/2016 17.09.28

    Ho trovato questo libro una noia mortale, per niente d'accordo con le recensioni entusiaste di quest'autrice. Proprio non riesco a capire come giudicare questo libro, perchè vi ho trovato un'inconsistenza che mi rende difficile anche dargli il più basso dei voti. Un N.C. sarebbe stato più veritiero.

  • User Icon

    Matteo

    08/07/2014 13.05.23

    Sostanzialmente è un thriller avvincente di venti pagine, gonfiato fino a raggiungere le 150 grazie agli odivaghi soliti di Banana su cibo, piante, affetti...che altrove sono affascinanti ma che, qui, invece, appaiono forzatissimi. Il colpo di scena finale, poi, completamente campato per aria e plagio di "Il Sesto Senso", è una presa per i fondelli bella e buona. Bocciatissimo.

  • User Icon

    Paolo

    21/03/2014 11.16.57

    Libro scorrevole, m ordinario. Infinitamente inferiore rispetto a classici come Soseki (Anima e Cuore, Erba lungo la via, la porta) e Mishima (Neve di promavera etc..)

  • User Icon

    Valentina

    04/02/2014 17.35.52

    Molto semplice,in puro stile Yoshimoto,ed in puro stile Yoshimoto maliconico e triste.Ma stavolta,a quanto pare ispirata da Dario Argento su sua stessa ammissione,ha inserito un elemento diciamo thrilling che si scoprirà solo nel finale,in puro stile The Others o Il sesto senso...ma non posso dire di più.Tutto sommato leggibile,ma un pò lento.

  • User Icon

    Daniele Curlante

    17/01/2014 12.54.41

    E' un libro semplice e scorrevole. La trama è accattivante e capace di coinvolgere il lettore fino all'ultima pagina. Il voto non è 5/5 perché non mi piace il prezzo così alto. Odio l'impaginazione inutilmente opulenta e voluminosa, per 'giustificare' il prezzo gonfiato.

  • User Icon

    Anna Maria

    15/01/2014 18.17.09

    non leggevo la Yoshimoto da anni, dai tempi di Sonno Profondo. l'avevo trovata depressa e deprimente. ora questo non mi è dispiaciuto. ma ha una soluzione della trama davvero molto semplificata... e un enorme danno viene fatto dalla traduzione. in alcuni tratti l'italiano e la costruzione delle frasi rendono la lettura assurda! l'ho riscontrato solamente io?

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione