Categorie

Carlo Cracco

Editore: Rizzoli
Collana: Cucina
Anno edizione: 2013
Pagine: 260 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788817069489


Parlare di cucina regionale italiana è come entrare in un labirinto: prendi una strada pensando di avere chiara la tua meta e invece in un attimo di ritrovi trasportato lontanissimo, non solo nello spazio, ma anche nel tempo, nella cultura, nelle tradizioni.

La cucina regionale è un labirinto. Cracco lo sa, e forse non c’è altro luogo nel quale ama maggiormente perdersi. Come nei più tortuosi labirinti, quando si parla di cucina regionale si imboccano strade che improvvisamente ci portano altrove, nel tempo e nello spazio. Si scoprono collegamenti inimmaginati con la storia della cultura e delle tradizioni che valica i limiti regionali (per non dire quelli nazionali), si mescola, si arricchisce, si trasforma. La storia della cucina regionale è la storia dell’Italia intera, attraverso somiglianze, differenze, peculiarità che rendono unica ogni sua manifestazione.
“In questo giro d’Italia ho cercato di muovermi delicatamente, con grandissimo rispetto per le tradizioni locali e per l’essenza della regionalità”. Ma la tradizione non è un circuito chiuso e immodificabile. La tradizione è un bacino da cui attingere – con rispetto ma con decisione - per creare il nuovo. “Dopo aver osservato, studiato e ripercorso la tipicità dei piatti, ho provato con uno slancio a venirne fuori conservandola e, allo stesso tempo, provando a guardarla con occhi nuovi e proponendone sempre la mia personale rivisitazione”.
Ecco, dunque, come nasce questo libro. Da Nord a Sud, ogni regione viene rappresentata da alcuni suoi piatti caratteristici e una guida d’eccezione ci accompagna nel viaggio. 60 ricette, 32 approfondimenti e un ricco corredo iconografico: difficile non trovarsi con l'acquolina in bocca! La nota personale e sapiente di Cracco dona nuova vita alle ricette della tradizione. Cracco ci guida passo passo nella scelta degli ingredienti - molti dei quali ormai insoliti, poco presenti sulle nostre tavole -, illustra le caratteristiche dei prodotti, si sofferma sugli abbinamenti e ci fornisce qualche cenno storico e etnografico, aggiunge un pizzico di fantasia rendendo unica ogni preparazione. Spiegata con passione e maestria, la realizzazione di ogni piatto sembra accessibile a tutti – anche ai meno esperti in cucina.
Solo per fare qualche gustoso esempio… La ricetta della finanziera piemontese si arricchisce con l'aggiunta dei crostacei; la torta Pasqualina si alleggerisce preferendo una pasta all’olio alle classiche brisée o sfoglia; il rognone trifolato della tradizione lombarda incontra i ricci di mare; il fegato alla veneziana esalta il suo sapore grazie all’aggiunta di alcune spezie; gli spinaci alla fiorentina vengono accompagnati da un uovo in camicia; gli arrosticini abruzzesi vengono aromatizzati con un olio alla paprica; le orecchiette con cime di rapa pugliesi incontrano il foie gras.
Le ricette di Cracco sono un tripudio di gusto e delicatezza, dove i sapori antichi si fondono con la più raffinata sperimentazione culinaria. Sarà un vero divertimento cimentarsi nelle varianti proposte e riscoprire la passione per la tavola che lega il nostro paese.

A cura di Wuz.it