Categorie

L' acchiappasogni

Stephen King

Collana: Pickwick
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788868361297

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Horror e narrativa gotica - Narrativa horror

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,96

€ 10,96

€ 12,90

Risparmi € 1,94 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elias81

    19/04/2017 15.00.37

    Probabilmente uno dei romanzi di King che mi ha colpito meno; la storia era buona, ma manca qualcosa forse la magia tipica di molte delle sue opere per renderla più interessante e considerata la sua lunghezza non la rende delle più digeribili. Bene è scritto bene e diversi personaggi sono ben caratterizzati, sopratutto i cattivi, tuttavia per iniziare a leggere questo autore consiglierei più libri come Carrie, Pet Sematary, Cujo ecc.

  • User Icon

    Franci

    16/11/2015 13.43.42

    Abbiamo la lotta del Bene contro il Male che si intreccia con la storia di cinque amici speciali, 5 amici che poi per un periodo diventano 4 quando si allontanano dall'amico più speciale, Duddits, affetto dalla Sindrome di Down, dopo un evento che li lascia molto spaventati. Ci troviamo di fronte all'amicizia, quella di vecchia data che resiste durante il tempo, dove gli amici conoscono i modi di dire, le abitudini, le storie di ciascuno e dopo aver passato da ragazzi tutto il tempo insieme da adulti appena possono si ritrovano per raccontarsi le avventure di gioventù e staccare dal mondo esterno; si parla di cattiveria che troviamo già nel nostro pianeta, prima ancora che arrivino gli alieni, con persone che si divertono a umiliare, a far soffrire e a uccidere senza un motivo, un Male quindi che già viene creato sulla Terra con guerre, cattiverie e follie, avvenimenti a cui Mr. Grey (l'extraterrestre) non trova un senso, un significato, perché veramente non ce l'hanno; infine si parla anche di cancro, un male anch'esso già presente che viene associato agli organismi alieni che si introducono durante la storia nei corpi delle persone, perché distruggono il corpo a poco a poco. Mi è piaciuta tantissimo la scelta di inserire Duddits, il vero protagonista di questa storia, speciale in tutti i sensi, capace di far star bene le persone, andando a creare un forte legame con i quattro amici, capace di risolvere situazioni difficili e prezioso aiuto durante la lotta contro gli alieni. Mi sono legata ad alcuni dei protagonisti, mi sono commossa ed emozionata leggendo questa amicizia, anche se avrei voluto capire meglio alcune storie all'origine delle loro personalità e sono rimasta affascinata dai diversi piani inseriti dall'autore: la storia militare, la storia dei cinque passata e presente, situazioni vere e situazioni mentali.

  • User Icon

    freson

    22/01/2014 22.17.39

    Spesso mi sono definito un fan di King però,osservando bene la lista di tutti i libri che ha scritto,ho notato che quelli che mi sono piaciuti davvero sono solo una minoranza,altri li ho considerati buoni o sufficienti , una discreta quantità proprio non mi hanno convinto e alcuni non li ho neanche presi in considerazione.Quindi pur avendone letto il 75%,sempre nella speranza di incappare nei capolavori di cui è capace,non credo di potermi definire un suo "fan",mi ha deluso troppe volte.Questo "Acchiappasogni"è uno dei peggiori in assoluto,una storia scontata,noiosa,con trovate rivoltanti,"splatter" sullo stile di Barker.Le scene di orribili creature che escono dall'ano di certi personaggi con sangue che schizza dappertutto francamente mi sono sembrate infelici,eccessive .Ma è tutto il libro a riservare solo trovate di scarsa qualità.Anche di recente il "Re" mi ha provocato letteralmente il voltastomaco con un racconto che vede il protagonista, chiuso a chiave dall'esterno in un piccolo cesso fatiscente, alle prese in continuazione, nell'acqua putrida, con un vecchio,ammuffito e grosso.....escremento,naturalmente umano!Vi piace questa roba ?A me no.

  • User Icon

    tommaso

    03/10/2012 14.51.36

    Uscito devastato nel fisico e nella mente dal terrificante incidente stradale di cui King è rimasto vittima, lo scrittore del Maine si rimette con coraggio al lavoro stavolta prendendo a spunto se stesso e le suggestioni di It e i postumi del dolore fisico da lui stesso provato ne esce una storia particolare non resa bene dall'orrido film che ne è stato tratto certo non è per stomaci deboli.

  • User Icon

    gianlu

    30/07/2011 13.59.46

    Uno dei migliori romanzi del re, a me è piaciuto molto come gran parte delle sue opere.La città Derry è la stessa dove King ha ambientato il romanzo IT. E stupendo quando il protagonista, passando a Derry nota un monumento alla memoria dei bambini uccisi, firmato con affetto dai "Perdenti" ma, imbrattato da una scritta di vernice rossa che dice:"PENNYWISE VIVE!" King è sempre King.

  • User Icon

    zombie49

    28/06/2011 07.38.19

    Quattro amici d'infanzia uniti da uno straordinario legame si ritrovano ogni anno in novembre x una battuta di caccia nei boschi del Maine. Un uomo, sfinito e molto sofferente, arriva alla loro baita e viene soccorso. Pessima idea: il visitatore non è solo malato, ma il suo corpo ospita un orribile parassita alieno, portatore di una spaventosa epidemia. Un'astronave si è schiantata nella foresta, e gli extraterrestri, capaci di comunicazione telepatica, vogliono impossessarsi del corpo e della mente degli umani. L'esercito ricorre a drastiche misure x fronteggiare l'emergenza, ma non saranno i militari a salvare il mondo. Determinante, come in altri libri di King, un portatore di handicap che, avendo esternamente qualcosa meno degli altri, ha però il dono di una vista interiore che diventa un tramite salvifico. Storia ad altissima tensione negli eventi alla baita e nei boschi, forse il più avvincente racconto di assoluto horror mai scritto da King. Poi però la storia diventa confusa, a tratti anche noiosa, con continui flashback, non si capisce più chi sia chi, ritorna il gruppo degli eroici Buoni uniti nella lotta del Bene contro il Male, la Persona Speciale che sola può salvare il mondo, il sacrificio supremo x il bene comune. Scritto subito dopo il terribile incidente che è quasi costato la vita a King, questo è un racconto sul dolore fisico, nelle vittime dell'epidemia, nella malattia di Duddits, e quasi autobiografico in Jonesy. Un mondo confuso e nebbioso, in equilibrio precario tra squarci di realtà, lampi di dolore e ottundimento dei sensi. Decisamente antimilitarista, il romanzo ricalca gli esordi di Richard Bachman: un governo cinico e crudele vuole privare i cittadini del libero arbitrio, ma la ribellione dei Giusti porta alla moralistica e scontata conclusione. Peccato, un'occasione mancata.

  • User Icon

    bobo83

    04/04/2011 13.49.51

    Non ho letto molto di King, ma questo libro proprio non mi è piaciuto. Si vede che è stato scritto in un momento particolare della sua vita. eppure le premesse c'erano tutte, per i miei gusti. A cominciare dagli alieni. Ma si è andato via via scemando, con descrizioni troppo psicologiche e complicate da capire.

  • User Icon

    valentina simona bufano

    06/09/2010 16.10.53

    strana opera scritta mentre l'autore era in ospedale con una gamba a pezzi come in It la storia di un gruppo di ragazzini, poi di un gruppo di adulti eccezionale metafora di come funzionano le informazioni immagazzinate nella nostra mente e di come i ricordi emergono King stava sognando ad occhi aperti e non ha mai avuto problemi a raccontarci i suoi sogni

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione