Traduttore: F. Saba Sardi
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2000
In commercio dal: 12 luglio 2000
Pagine: 229 p.
  • EAN: 9788845290442
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Il libro contiene alcune fiabe di J. R. R. Tolkien, precedute da un saggio sulla fiaba. Accostare la saggistica e la narrativa di Tolkien non vuol dire giustapporre due settori della sua attività, ma offrire due profili diversi dello stesso scrittore. Sia nella critica che nel racconto di Tolkien si nota la stessa grande e tipica qualità: la serietà del mistico e del metafisico è sempre mediata dall'umorismo, come è sempre filtrata dall'erudizione.

€ 12,00

€ 16,00

Risparmi € 4,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Anna

    13/07/2005 10:37:52

    Tolkien ti parla del mondo della fiaba, facendoti riscoprire il bisogno positivo dell'evasione, fornendoti una capacità di discernimento tra la vera fiaba e la narrazione fantastica. Il saggio è da leggere lentamente, da assimilare. Una citazione per tutte: “La mente che pensò 'leggero', 'pesante', 'grigio', 'giallo','immobile', 'veloce', concepì anche la magia atta a rendere cose pesanti leggere e atte a volare, a trasformare il grigio piombo in giallo oro, l'immobile roccia in acqua veloce”. Buona lettura.

  • User Icon

    Aragorn

    24/03/2005 12:51:06

    Assolutamente da leggere se si vuole approfondire il pensiero di Tolkien.

  • User Icon

    Sergio

    14/02/2001 10:32:20

    Il saggio "Sulle Fiabe" è illuminante, anche solo per conoscere il pensiero che sta dietro dietro a capolavori come "il signore degli anelli", "lo hobbit" e così via. E poi è ormai classica la distinzione che l'Autore fa in questo saggio tra la fuga del disertore (che si accosta alla "fiaba" per scappare dalla relatà) e quella del prigioniero (che nella "fiaba" trova la vera libertà)... interessante!

Scrivi una recensione