Alla gioja

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Pietro Mascagni
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Concerto
Data di pubblicazione: 22 aprile 2014
  • EAN: 8012665208914
Salvato in 1 lista dei desideri
Testo di Schiller, tradotto in italiano da Andre Maffeis. Prima registrazione mondiale.
La Cantata "Alla gioja" del giovane Mascagni, con il suo impianto monumentale, si presenta come una tipica opera di conservatorio.Lo stesso compositore anzi la giudicò, molti decenni più tardi, «una composizione superiore alle mie forze» nonostante «le bellezze grandi che essa contiene»; e non venne più ripresa, se non per recuperare la romanza del baritono nel “Qui sedes” della Messa di Gloria. Dopo quasi cinquant’anni, in cui la partitura orchestrale e lo spartito per canto e pianoforte erano misteriosamente scomparsi, gli eredi Mascagni, rientrati in possesso dell’autografo dello spartito, ne hanno generosamente consentita l’edizione, a cura di Ennio Clari, per celebrare il 150° della nascita del compositore livornese.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    deimos

    11/03/2019 12:29:38

    Ero ansioso di ascoltare questa rarità di un musicista che adoro, ma invece è una delle composizioni più brutte che io abbia mai ascoltato, un'opera giovanile che davvero non meritava di essere riscoperta. Discreta l'esecuzione, ma non riesce a renderla maggiormente interessante purtroppo.

  • Pietro Mascagni Cover

    Compositore. Figlio di un fornaio, studiò dapprima nella città natale, quindi con Ponchielli al conservatorio di Milano. Insofferente della disciplina scolastica, abbandonò presto il conservatorio per unirsi come direttore d'orchestra ad alcune compagnie d'operetta girovaghe, stabilendosi poi a Cerignola come direttore della Filarmonica, della banda e del teatro municipali. Alla modesta condizione di maestro di provincia lo sottrasse improvvisamente il clamoroso successo di Cavalleria rusticana, l'opera in un atto, su libretto di G. Targioni-Tozzetti e G. Menasci dall'omonimo dramma di Verga, con la quale egli vinse nel 1889 il concorso indetto dalla casa editrice Sonzogno. Andata in scena l'anno successivo al teatro Costanzi di Roma, sotto la direzione di Mugnone e nell'interpretazione... Approfondisci
Note legali