Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Alta fedeltà - Nick Hornby - copertina

Alta fedeltà

Nick Hornby

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Laura Noulian
Editore: Guanda
Anno edizione: 1999
Formato: Tascabile
Pagine: 253 p., Brossura
  • EAN: 9788882461522
Salvato in 62 liste dei desideri

€ 7,37

Venduto e spedito da Libreria Enrico

Solo 2 copie disponibili

+ 5,30 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 7,37 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In una Londra irrequieta e vibrante, le avventure, gli amori, la passione per la musica, i sogni e le disillusioni di una generazione di trentenni ancora pieni di voglia di vivere. Romanzo che ha inaugurato il nuovo filone della letteratura "confessionale" maschile.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,25
di 5
Totale 190
5
109
4
46
3
16
2
15
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Massimiliano

    03/12/2020 11:27:50

    Libro molto coinvolgente, all'inizio il protagonista risulta abbastanza antipatico e limitato salvo poi redimersi nel corso della storia almeno risultando più simpatico: resta un libro top per chi ama la musica e il mondo che ci gira intorno, immagino sia un libro stupido per chi invece tende a prendere in antipati i personaggi protagonisti di immaturità.

  • User Icon

    Anna

    24/09/2019 20:18:34

    Mettete insieme amore, musica e ironia e avrete tra le mani la vita, o più semplicemente un romanzo di Nick Hornby. “Alta fedeltà” è stato per me il cosiddetto libro giusto al momento giusto: avevo bisogno di qualcosa di leggero, che mi distraesse un po’ e ,a sorpresa, ho trovato anche un’ottima cura per i momenti tristi. Ho empatizzato tantissimo con Rob, ed anche se a tratti può risultare un po’ maschilista, pesante e superficiale, non ho potuto fare a meno di amarlo. Ho letto ogni pagina del suo racconto di vita imperfetta come se fosse il diario di un mio intimo amico e ne ho percepito la mancanza una volta chiuso il libro; avrei voluto continuare a leggere i suoi monologhi e i suoi discorsi, ma soprattutto avrei voluto ascoltare con lui tutti i suoi dischi e ringraziarlo per aver ampliato la mia conoscenza musicale. Rob mi ha insegnato che non sempre la vita prende la piega che avevamo previsto, ma che tutto sommato non è la fine del mondo, semmai un nuovo punto di partenza. Il vero motivo valido per leggerlo è però l’estrema ironia con cui vengono affrontati tutti i temi, anche quelli un po’ più seri, è un memento per prendere la vita con allegria perché una risata in più non fa mai male.

  • User Icon

    Francesca

    23/09/2019 13:08:26

    Un libro ironico, spiritoso, che si legge tutto d'un fiato. Farcito di musica e di elucubrazioni così comuni (banali?) che è impossibile non ritrovare un pochino di se stessi. O almeno, per me era impossibile non ritrovarmici. Ed era altrettanto impossibile che non mi piacesse.

  • User Icon

    enrico

    16/11/2016 18:50:00

    Ho acquistato il libro con molta curiosità, sia per il titolo sia perchè avevo sempre sentito parlare di Hornby e mi ripromettevo prima o poi di leggere qualcosa. Per carità! Un libro modestissimo! L'opera è incentrata sulle vicende amorose del protagonista (un po' sfigato). Certo, la musica è sempre presente quasi in ogni pagina ma le vicende narrate sono così insignificanti da non vedere l'ora di giungere al termine. Pessimo.

  • User Icon

    Simone

    25/07/2016 14:45:05

    Finalmente leggo Hornby. Parto subito dicendo che il libro si è rivelato al di sotto delle mie aspettative (che però erano altissime). Rimane una lettura piacevole e molto scorrevole, in cui spicca la capacità dell'autore di rappresentare una generazione di trentenni un po' allo sbando alle prese con i cambiamenti della vita, gli amori, la musica. Simpatiche le classifiche, poco incisivi alcuni dialoghi al limite della macchietta. Consigliato agli amanti della buona musica, un po' meno a quelli della grande letteratura.

  • User Icon

    Dreamerely

    30/09/2015 10:01:06

    Un libro che inizia in maniera brillante e coinvolgente e promette molto bene,fa ridere, scorre e poi...delude. Si aggroviglia su se stesso, nelle lamentazioni di un trentacinquenne come tanti: deluso dalla sua vita, insicuro, incapace di assumersi responsabilità, un uomo debole che ti trascina nella sua depressione. La lettura è appesantita da ventimila citazioni di canzoni che se non si è cultori del campo risultano decisamente troppe. Anche se è scorrevole si sente quasi un senso di liberazione quando finisce.

  • User Icon

    Giovanni

    03/11/2014 16:03:19

    che dire, una bellissima sorpresa, super consigliato!

  • User Icon

    HenryCharles

    27/05/2014 22:34:57

    C'è un Rob in ognuno di noi...

  • User Icon

    vanessa

    07/04/2014 08:30:26

    Una grande, enorme sorpresa dall'inizio alla fine! Il mio cult senza ombra di dubbio. Una scrittura fluida, incisiva, graffiante ironica e introspettiva. Da conservare gelosamente e rileggere.!!!

  • User Icon

    Michela

    07/03/2014 20:34:02

    M'aspettavo di più da questo libro citato frequentemente e sono rimasta un po' delusa, ma nel complesso è un libro che si legge volentieri.

  • User Icon

    Omar

    27/12/2013 16:02:55

    Libro tra i classici da leggere. Una collezione di canzoni straordinaia fa da cornice a tutto il libro. Che risulta molto scorrevole e piacevole. Da il senso proprio delle situazioni della grande metropoli inglese. Quasi una commedia.

  • User Icon

    ilaria

    24/11/2013 16:22:08

    Un libro che narra delle personali colonne sonore delle nostre vite e che ha tutti gli ingredienti al punto giusto: belle citazioni musicali,un po di sana malinconia molto dolce e spassoso al tempo stesso ho spesso sorriso,bei personaggi e un modo semplice diretto ma non banale di scrivere. Mi e' molto piaciuto una storia leggera ma non troppo che non si prende sul serio ma andrebbe preso sul serio. Sara' che ho la stessa eta' del protagonista,il libro giusto al momento giusto...

  • User Icon

    Morettina

    12/09/2013 12:24:22

    Consigliatissimo a tutti i trentenni perennemente in bilico tra la fase della spensieratezza giovanile e la paura di affrontare le responsabilità dell'età adulta. Lettura molto piacevole, divertente e a tratti anche maliconica nello stile tutto particolare di Nick Hornby.

  • User Icon

    misselisabethbennet

    21/08/2013 18:25:41

    il libro è una sorta di percorso su come cambia la visione utopistica de " l'amore " verso una "storia seria" o meglio.. come " si diventa grandi".. anche se io con uno come Rob non mi ci fidanzerei mai !! bella però la passione per la musica, il negozio di cd e gli amiconi dick e barry!!!!mi piacerebbe trovarlo per strada il championship vinyl!!! bravo!

  • User Icon

    Laura

    02/04/2013 12:03:41

    Mi aspettavo sicuramente di più da un "libro culto della narrativa inglese". Non c'è una trama, o forse è la storia inconcludente di un ragazzo di mezz'età che non riesce a impegnarsi. Tutto ruota attorno a lui e alle sue ragazze e come sottofondo la musica. Non c'è una crescita del personaggio, una maturazione. Non accade proprio nulla a dire il vero. Lo trovo solo un libro commerciale, niente di più.

  • User Icon

    Manick

    26/03/2013 22:55:13

    Credo che questo libro non goda tanto per la sua originalita', ma e' lo stile dell'autore a rendere ogni sua parte unica. Lo definirei il futuro...

  • User Icon

    Zeno

    19/03/2013 23:34:56

    Romanzo leggero, piacevole e divertente, a tratti malinconico. Storia che riesce a far riflettere noi trentenni che con il personaggio del romanzo abbiamo molto in comune. Per stare dietro alle numerose citazione musicali dell'autore bisognerebbe essere dei veri esperti. Comunque un ottimo libro. Magari non da top 5 ma sicuramente da top 10, come direbbe Rob.

  • User Icon

    Sophya

    03/03/2013 07:53:42

    Dopo aver letto due testi dello stesso autore che mi sono piaciuti tantissimo ("Un ragazzo" e "Febbre a 90'"), mi aspettavo decisamente di più. Mi sembra che questo libro non abbia né capo né coda. Molto delusa.

  • User Icon

    Michele

    17/01/2013 12:04:08

    Un bel romanzo. Leggero, ma allo stesso tempo fa riflettere. Leggerò sicuramente qualcos'altro di Hornby

  • User Icon

    romy13

    11/12/2012 22:15:05

    Non è la trama di per sé ad appassionare e non conta poi molto l'epilogo della storia: il piacere sta nella lettura di ogni singola pagina, nella nostalgia agrodolce e nell'ironia perspicace che fanno di Hornby un caposcuola contemporaneo.

Vedi tutte le 190 recensioni cliente
  • Nick Hornby Cover

    Nato nell'Inghilterra della fine degli anni Cinquanta, Nick Hornby è considerato una delle voci più originali tra gli autori contemporanei, con i suoi romanzi in cui descrive brillantemente vizi e virtù della sua generazione. Esordisce in letteratura nel 1992 con Febbre a 90°, che racconta la passione dell’autore per il calcio, in particolare per la squadra dell’Arsenal, diventato poi film nel 1997 con Colin Firth. I suoi libri sono pubblicati in Italia da Guanda; tra questi ricordiamo: Febbre a 90’ (1997), Alta fedeltà (2015), Una vita da lettore (2018), Tutto per una ragazza, Sono tutte storie (2013). Sempre da Guanda sono usciti tre volumi da lui curati: i racconti di Le parole per dirlo, la raccolta di scritti sulla musica Rock, pop,... Approfondisci
Note legali