Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' altra Grace - Margherita Giacobino,Margaret Atwood - ebook

L' altra Grace

Margaret Atwood

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Margherita Giacobino
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,58 MB
Pagine della versione a stampa: 563 p.
  • EAN: 9788833312125
Salvato in 46 liste dei desideri

€ 11,99

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'altra Grace ora è anche una serie originale Netflix

Nel 1843 il Canada è sconvolto da un atroce fatto di cronaca nera: l’omicidio del ricco possidente Thomas Kinnear e della sua amante, la governante Nancy Montgomery. Imputata insieme a un altro servo, la sedicenne Grace Marks viene spedita in carcere e, sospettata di insanità mentale, in manicomio. A lungo oggetto dei giudizi contrastanti dell’opinione pubblica – propensa a vedere in lei ora una santa, ora una carnefice – la protagonista del romanzo può finalmente raccontare la propria vita al giovane dottore Simon Jordan. Convinto di mettere le proprie conoscenze al servizio della verità sul caso, e al tempo stesso contribuire al progresso della scienza psicologica, Jordan non potrà fare a meno di restare ammaliato da questa personalità complessa e inafferrabile.
Nelle mani di Margaret Atwood, il dialogo che si instaura tra i due si trasforma nel ritratto psicologico di una persona due volte vittima del sistema sociale – in quanto povera e in quanto donna – e assurge a denuncia delle enormi contraddizioni di una società maschilista e tormentata da conflitti interni perché incapace di accettare l’«altro».
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,4
di 5
Totale 47
5
26
4
15
3
5
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    barbara.g.76

    08/06/2021 19:29:55

    L'Altra Grace - Margaret Atwood . Grace Marks e James McDermott non sono nomi di fantasia. È il 1843 quando i due vengono accusati di aver ucciso Thomas Kinnear e la sua governante/amante Nancy Montgomery. James è lo stalliere tuttofare di Kinnear e Grace la cameriera sedicenne che si occupa delle faccende domestiche. Mentre James verrà impiccato subito dopo il processo, Grace verrà condannata al carcere a vita e successivamente impiegata come domestica a casa del Direttore del carcere. È con questi fatti che si apre "L'Altra Grace" e la domanda che fin da subito sorge spontanea è : Grace è davvero colpevole di questo duplice omicidio? Ma la scrittrice devia sapientemente...non solo svolge un grande lavoro di ricerca negli archivi canadesi, ma ci fa immedesimare perfettamente nelle scene : il processo, le versioni differenti, gli interrogatori... Ma più di tutti è il Dottor Simon Jordan che fa parlare Grace, a suo modo, la interroga, le fa ripercorrere la sua vita fin dall'arrivo in Canada. E tra un rammendo e l'altro, si è catapultati nel racconto di un'infanzia difficile, di perdite dolorose e legami spezzati troppo presto. . A chi ama le storie vere e i racconti introspettivi, questo è senz'altro il romanzo giusto. In tanti passi, si evince il giudizio della stampa, delle persone verso Grace: talvolta considerata un angelo bianco, e a volte, invece, una spietata assassina. Da leggere e non solo: una mini serie ne è stata tratta e ne vale la visione!

  • User Icon

    Marta

    23/03/2021 15:06:33

    Bellissimo. C'è poco da dire, libro stupendo (consiglio anche la serie tv)!

  • User Icon

    Giulia D.

    12/03/2021 21:11:25

    Incuriosita dalla miniserie tv, ho deciso di leggere prima il libro. MERAVIGLIOSO. Mi stava piacendo talmente tanto che mi sono sforzata di non finirlo subito.

  • User Icon

    Elena

    03/12/2020 10:11:59

    Bello, mai scontato, avvincente e preciso. Leggerlo è un piacere leggerlo, è un piacere rifletterci.

  • User Icon

    Laura

    03/09/2020 10:17:59

    Un romanzo bellissimo,la Atwood è molto abile nel raccontare i fatti senza far pendere la bilancia da una parte o dall'altra in modo che ogni lettore possa farsi una sua idea di come siano andate realmente le cose senza però avere mai la certezza sulla colpevolezza o innocenza di Grace.

  • User Icon

    Carlotta

    15/08/2020 15:13:08

    Un bel romanzo, con un finale inatteso! Sono rimasta col dubbio se Grace avesse commesso gli omicidi fino alla fine, conoscendola bene di pagina in pagina non penseresti mai che una ragazzina così possa commettere degli atti atroci, ma ad ogni cosa c'è una spiegazione... In questo libro vengono affrontati temi importanti, l'essere donna in quel periodo, colpevole o no di omicidio, appartenere al sesso debole, e poi le nuove teorie sulle malattie mentali, ma senza mai annoiare il lettore, anzi facendole riflettere secondo me.

  • User Icon

    mark

    03/07/2020 14:45:58

    Storia avvincente. Ho letto il libro dopo aver visto la serie tv. Merita assolutamente, anche se preferisco la Atwood più distopica.

  • User Icon

    Laura

    22/06/2020 11:19:22

    Un vero capolavoro: Margaret Atwood riesce a coinvolgere il lettore dalla prima all'ultima pagina. Accurate ma mai noiose le descrizioni degli eventi e dei personaggi. Un libro che "si vive" durante la lettura. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Laura

    17/05/2020 18:35:28

    La prima parola ti cattura e l’ultima ti lascia senza fiato. La magistrale autrice denota in modo trascendentale la psicologia di ogni personaggio e soprattutto quello della protagonista. Vieni letteralmente catapultato nella storia, diventando uno spettatore invisibile che però partecipa emozionalmente con l’avanzare degli avvenimenti. Ogni singola pagina ci fa riflettere su quanto i temi che vengono discussi sembrano lontani dalla nostra realtà ma che aprendo un poco gli occhi ci accorgiamo che accadono tutti i giorni, forse non direttamente a noi ma in qualche parte del mondo avvengono, a me in particolare riporta alla mente la scioccante storia di Cyntoia Brown e chissà di quante altre ragazze che non conosciamo. Il finale con una nota positiva ci porta l’ammonimento di non disperare mai perché c’è sempre una luce se ci impegniamo di vederla.

  • User Icon

    Erica

    17/05/2020 15:25:52

    Una storia vera che si fonde con dettagli aggiunti dall'autrice ma assolutamente plausibili e ben amalgamati alle fonti. È il racconto donna forte con gradi capacità di resilienza in un'epoca in cui essere donna, per di più accusata di omicidio, dev'essere stato tutt'altro che facile. Una lettura avvincente che consiglio caldamente.

  • User Icon

    pinopino

    16/05/2020 19:09:04

    Il romanzo perfetto. Margaret Atwood sa scrivere, sa farlo molto bene e con una naturalezza che lascia sconcertati. Ha un modo di raccontare che coinvolge nel profondo e ti afferra alla gola non lasciandoti altra scelta che arrivare alla fine, triste ma felice di poter di nuovo respirare a pieni polmoni. E poi di nuovo triste, perché realizzi che hai appena terminato un capolavoro e, per il momento, devi lasciarlo andare.

  • User Icon

    enrico

    16/05/2020 14:59:31

    Il romanzo è molto carino. D'altra parte la Atwood non delude mai le aspettative.

  • User Icon

    sara

    14/05/2020 17:14:39

    L'ho trovato avvincente dalla prima all'ultima pagina. Non mi ero mai soffermato su cosa fosse una traversata oceanica per gli emigrati dall'Europa all'America su un bastimento a vela; il buio assoluto sottocoperta, la puzza, i topi, i cigolii e le lamentele del fasciame, l'acqua dal boccaporto durante le tempeste, i barilotti che fungevano da latrine...cosa fosse una prigione allora, i primi barlumi delle scienze psicosociali, la vita e la condanna di una ragazza. Non dico di più, ma tutto il libro testimonia di una ricerca documentale impressionante, una scrittura alta, una trama avvincente. Da non perdere

  • User Icon

    Federico

    13/05/2020 22:39:51

    Lo stile è il suo quello di margareth atwood. Anche le tematiche sono le sue. Però non ammaglia come altri suoi libri. Resta un bellissimo libro

  • User Icon

    umberto

    12/05/2020 22:35:17

    ho preferito la serie poichè il libro ha alcune parti un pò noiose, ma molto bello lo stesso

  • User Icon

    Gaia

    12/05/2020 10:12:57

    Ho amato questo libro. É uno dei miei preferiti!

  • User Icon

    Clo

    12/05/2020 08:14:07

    ho scoperto questa autrice da poco ma la trovo bravissima. il suo modo di raccontare è appassionato e coinvolgente. consigliatissimo!

  • User Icon

    Carmine

    11/05/2020 14:50:38

    Un noir dedicato ad una società scossa da profonde contraddizioni in cui non si accetta, facilmente l'altro. E dopo il terribile fatto accaduto in Canada nel 1843 che emerge, progressivamente il ritratto psicologico di Grace Maks, la donna sospettata dell'omicidio di Thomas Kinnear e di Nancy Montgomery. Bello il racconto della vicenda di Grace al dottor Jordan. Perfetto il tratteggio della personalità della ragazza.

  • User Icon

    Valentina

    04/05/2020 18:24:20

    Grace, accusata di omicidio é condannata a morte ma l'avvocato riesce a salvarle la vita e ad alterare l'esito della sentenza, dunque finisce all'ergastolo. Trascorre del tempo in manicomio, poi in carcere, mentre personalità diverse si interessano al suo caso per studiarlo e farle avere una grazia. È un romanzo avvincente e che tiene sicuramente il lettore incollato fino alla fine. Incredibile pensare che quella di Grace sia ispirata ad una storia vera, eppure lo é.

  • User Icon

    Colette92

    01/05/2020 00:02:53

    Una storia inquietante, a tinte fosche e al contempo piena di dignità. Un personaggio, quello di Grace, di spiazzante potenza nella sua semplicità di espressione. La sua personalità obnubila completamente il dottore, che alla fin fine si rivela essere mediocre, totalmente incapace di arrivare al fondo del suo proposito e misero nella sua umanitá. Ben caratterizzati, i protagonisti rivelano nel bene e nel male la propria personalitá assoluta o parziale che si voglia credere. Lo stile é come sempre magnifico, inconfondibile nella narrazione di fatti e pensieri per immagini, spesso cosí profondamente vere da calare direttamente il lettore al fianco dei personaggi.

  • User Icon

    angelo

    26/01/2020 16:35:15

    Ingredienti: una giovanissima domestica canadese accusata di omicidio, un medico statunitense che la analizza intimamente, un percorso di riscoperta di una verità mai emersa, un racconto a due voci tra episodi del presente e ricordi del passato. Consigliato: a chi ama ricostruire la realtà con la fantasia, a chi gradisce un amalgama di temi diversi (giustizia, amore, psicanalisi).

  • User Icon

    Agnes

    10/01/2020 08:21:38

    Molto bello, scrittura elegante e precisa. Ho trovato il racconto talvolta un po' statico, ma mai noioso o banale. Lo consiglio senz'altro.

  • User Icon

    Giovanna

    01/01/2020 11:31:46

    Mi sono sempre piaciuti i romanzi che prendono spunto da storie realmente accadute e L'altra Grace è proprio questo, un libro che contiene tra le sue pagine uno dei più efferati delitti avvenuto in Canada nel 1843 e anche (e soprattutto) uno dei grandi misteri irrisolti in merito alla colpevolezza di una delle persone condannate, appunto Grace Marks. Questo libro contiene anche un interessante spaccato della società dell'epoca, della concezione della donna e della popolarità della neuroscienza in quel preciso periodo storico. Ciò che più colpisce, però, è la capacità della Atwood di scandagliare gli aspetti più nascosti e perversi dell'animo umano, consentendoci di vedere come, dietro la facciata di persone rispettabili e perbene, nessuno è veramente senza peccato. Grace è sicuramente il personaggio più interessante e le parti della narrazione affidatele sono le più ipnotiche e accattivanti: a tratti Grace sembra ingenua, altre volte percepiamo la sua scaltrezza nella scelta di ciò che intende raccontare al Dott. Jordan per impressionarlo. Grace è ambigua e la sua personalità rimarrà un enigma fino alla fine. La storia mi è piaciuta molto, anche se il finale (che mi ha molto inquietato) non mi ha soddisfatto e convinto pienamente. Ho avuto qualche difficoltà anche con la scrittura della Atwood che ho apprezzato per l'abilità di evocare sensazioni, ma che ho trovato "disturbante" per la scelta di sviluppare tre livelli di narrazione (uno in prima persona da parte di Grace, uno in terza persona, un altro riportando stralci di giornali dell'epoca o poesie di autori del periodo che in qualche modo si ricollegavano a quanto narrato).

  • User Icon

    Fabio

    28/12/2019 15:03:22

    Incuriosito dalle recensioni positive (non imparo mai dai miei errori) l'ho letto, carico di aspettative. Aspettative puntualmente deluse: libro che scorre senza picchi, senza emozioni, con una qualità letteraria mediocre. Mio giudizio personale, eh: sembra una buona sceneggiatura (non ho visto la serie Tv) ma come opera letteraria mi ha lasciato davvero davvero poco. Giudizio a metà tra due e tre stelle

  • User Icon

    luisa

    18/11/2019 13:41:29

    un fatto di cronaca del 1800 trasformato in romanzo... e che romanzo! L’io narrante cambia nei vari capitoli e modifica il punto di vista sulla storia e sulla protagonista. Gli uomini non ne escono bene, in generale. Finale sospeso, un po’ come la vicenda reale. BELLO!

  • User Icon

    Letizia

    06/11/2019 08:55:47

    In questo libro la Atwood si supera: scrittura fluida e coinvolgente che lascia sempre sul filo del dubbio. La cosa più bella di questo libro è la ragnatela di aspettativa che crea, che non viene assolutamente delusa, perché è proprio l'aspettativa il bello di questa storia.

  • User Icon

    paola

    24/09/2019 06:56:50

    Libro molto affascinante che mi ha catturata soprattutto nelle parti in cui si cui si vuole far luce sulla psiche umana e i suoi meandri. Ho letto le 560 pagine in pochi giorni, perchè, come ho già detto, è un libro che ti "lega" fini a quando non lo hai finito. Questa straordinaria scrittrice riesce a sviscerare la complessa psicologia di questa straordinaria protagonista.

  • User Icon

    Barbara

    23/09/2019 18:01:09

    La vicenda di cronaca nera ambientata in pieno ottocento con la morte in circostanze misteriose di Thomas Kinnear e di Nancy Montgomery, ha reso la storia particolarmente avvincente ma oltremodo tragica e forte. La crudezza è indiscutibile così come la fervidezza degli atti processuali. Si tende a creare empatia con i personaggi ma sicuramente è una lettura intensa per chi ama il genere.

  • User Icon

    Maria Elena

    19/09/2019 16:51:37

    Come molti, anche io ho intrapreso la lettura del libro dopo aver guardato ed apprezzato la serie tv. Il romanzo non ha certo deluso le mie aspettative: intrigante, coinvolgente, ma anche profondo. La Atwood consegna al lettore un'altra tessera del complesso mosaico con cui intende rappresentare il labirintico universo femminile. Il finale è la parte che ho ammirato maggiormente.

  • User Icon

    gino

    19/09/2019 14:46:12

    Meglio il libro della serie tv. Da leggere assolutamente (anche per chi ha visto la serie tv).

Vedi tutte le 47 recensioni cliente
  • Margaret Atwood Cover

    Margaret Atwood è una delle voci più note della narrativa e della poesia canadese. Laureata a Harvard, ha esordito a diciannove anni. Scrittrice estremamente prolifica, ha pubblicato oltre venticinque libri tra romanzi, racconti, raccolte di poesia, libri per bambini e saggi. Ha scritto, inoltre, sceneggiature per la radio e la televisione canadese. Esordì nel 1961 con la raccolta di versi Double Persephone, alla quale seguì, nel 1964, Il gioco del cerchio. Si tratta di opere nelle quali viene affrontato il tema dell'identità culturale canadese, che sarà il filo conduttore anche delle raccolte poetiche successive; tra queste si ricordano Procedure per il sotterraneo (1970), Storie vere (1981), Interlunare (1984). La condizione della donna è... Approfondisci
Note legali
Chiudi