Categorie

Elvira Serra

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2014
Pagine: 135 p. , Brossura
  • EAN: 9788804641681

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Talisie

    25/10/2016 20.05.56

    L'autrice ha una scrittura di carattere, ma con l'andar delle pagine si perde in una serie di commenti ripetitivi che alla lunga stancano un po'. Più che una storia, è l'analisi dettagliata dei suoi sentimenti e la mutazione degli stessi nel corso della relazione, una sorta di "caro diario" in cui confessa, la fortunata, di aver trovato il principe azzurro, ricco di ogni dote immaginabile, ahimè però già coniugato. Impone, quindi, all'amato di lasciare la moglie, così da passare dalla squadra cadetti nell'agognata serie A. Speriamo che non si sia pentita dopo aver conquistato la quotidianità con tutti, ammettiamolo, i suoi lati grigiastri e aver perso il palpito dei meravigliosi momenti occasionali del suo percorso da amante.

  • User Icon

    Lev

    08/07/2015 21.09.37

    Non sono mai stata d'accordo con Tolstoj: per me gli infelici sono tutti uguali; i felici, invece, unici e indipendenti. Perciò ho trovato ne L'ALTRA (Mondadori) di Elvira Serra una donna uguale a tutte le altre, cioè "le seconde", quelle che aspettano nell'ombra l'uomo che vorrebbero per sé e che promette prima o poi di esserlo. Ma che intanto è legato, e così resta. Questo libro è in sostanza un diario: il racconto dettagliato e cronologico delle piccole e grandi cose clandestine, un altare a un sentimento sbagliato o magari il più giusto, scritto con lucidità, senza piangersi addosso e, almeno mi è sembrato, senza più speranza. O forse è l'ultimo regalo d'amore al fantomatico Mr Darcy. Potrà dare conforto e compagnia alle tante Altre, che si sentono sole.

  • User Icon

    Laura

    09/02/2015 18.27.36

    A metà tra il saggio e l'autobiografia è una storia che rimane sospesa. In fondo non racconta nulla, se non le sensazioni, emozioni, paure di una donna che commette l'errore di innamorarsi di un uomo che non è libero. Alcune di queste riflessioni sono interessanti e permettono di riflettere su che cosa vuol dire rimanere in coppia, amarsi, lasciarsi e soprattutto scegliersi. Però... costruirci un libro...

  • User Icon

    Antonella

    22/10/2014 11.13.52

    Bello, bello, bello. Purtroppo anche io sono stata "l'altra" e mi sono rirovata in tante descrizioni dell'autrice e, con lei, ho condiviso stati d'animo, emozioni, delusioni. La parte che mi è piaciuta di più è quella in cui c'è la canzone di Edith Piaf...ma non voglio svelare nulla, perchè lascio a voi il piacere della lettura.

  • User Icon

    pgiacome

    29/09/2014 19.43.26

    Storia che basilarmente è solo il diario delle paranoie di una comunissima amante peraltro di una storia trita e ritrita. Lui bellissimo splendido sensibile con un solo piccolo difetto: sposato. Mancando alcuni dettagli riguardanti il sesso il libro perde presto mordente. Seppure riconosca una certa freschezza nella scrittura abilità che non manca all'autrice nessun vero stimolo alla fine. Temo che ci sarà il seguito

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione