Altri libertini - Pier Vittorio Tondelli - copertina

Altri libertini

Pier Vittorio Tondelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 2 dicembre 2013
  • EAN: 9788807883811
Salvato in 191 liste dei desideri

€ 8,55

€ 9,00
(-5%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Altri libertini

Pier Vittorio Tondelli

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Altri libertini

Pier Vittorio Tondelli

€ 9,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Altri libertini

Pier Vittorio Tondelli

€ 9,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 8,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Il mare, il mare! Io non posso fermarmi qui, ho il mio odore da seguire, devo correre, l'autostrada mi aspetta.»

Altri libertini ha avuto fin dagli inizi una vita avventurosa: pubblicato nel 1980, sequestrato per oscenità e poi assolto dal tribunale («con formula ampia»), è stato giudicato dalla critica una delle opere migliori degli ultimi anni e ha imposto Tondelli tra i nuovi autori italiani più letti anche all'estero. Nel descrivere il libro, Tondelli preferiva utilizzare la definizione di "romanzo a episodi". Ciascun racconto, pur restando narrativamente autosufficiente, trova difatti il suo compimento in un'unitarietà che «ha come filo comune l'esperienza dei giovani degli anni Settanta tra viaggi ad Amsterdam e Londra, droga, lotte studentesche, ricerca della propria identità, utopie di libertà». I sei episodi, presi nel loro complesso, definiscono pertanto una vera e propria soggettività plurale, un Noi narrativo che fa di questo romanzo un autentico ritratto generazionale.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,3
di 5
Totale 27
5
16
4
6
3
3
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    cristinapatregnani

    17/05/2020 17:38:09

    Libro di culto, rivoluzionario per l'epoca in cui fu scritto. Il linguaggio tondelliano si condensa qui, così come i temi a lui cari e la sua visione.

  • User Icon

    Darrell

    16/05/2020 20:53:55

    La scrittura frizzante e moderna, lo slancio vitalistico e la storie di un'umanità di provincia spesso ai margini e degradata, talvolta volutamente autodistruttiva, eppure intrisa di voglia di vivere e amare. Ci sarebbe tutto per fare di quest'antologia un gran libro, e in effetti è stata un'opera storica. Letta oggi risulta però un po' datata. Colpa che tocca a chi ha fatto scuola a troppi discepoli, tra l'altro non sempre all'altezza del maestro.

  • User Icon

    MONTAG75

    16/05/2020 20:41:35

    Fenomenale e spumeggiante scrittura, ancora modernissimo nello stile, meno per i temi trattati, ma sicuramente al tempo suo, una grande letteratura underground. ci stai dentro a quei racconti, te li bevi e te li vivi allucinato come in un fumetto di Pazienza, illuminato da sprazzi di cinica lucidità. Piaciuto enormemente.

  • User Icon

    Giancarlo

    16/05/2020 07:14:35

    È uno si qui libri che o ami o odii non ci sono mezze misure, tutti i racconti sono senza mezze misure. Viaggio l’avrò letto dieci volte ed ogni volta ho pianto.

  • User Icon

    Lorenzo C.

    13/05/2020 19:02:57

    Tutta la mia adolescenza non sarebbe stata la stessa senza Tondelli. Impossibile ignorarlo, ma incredibile per tutte le età. Necessita lettori smaliziati, altrimenti quello stile indimenticabile non lo si apprezza!

  • User Icon

    luca

    12/05/2020 15:53:10

    Questo è un altro di quei libri che ho aspettato anni a leggere, per la necessità di far decantare le troppe parole sentite a riguardo. Come spesso accade, l'attesa è stata saggia e mi ha consentito di valutarlo con maggiore obiettività. E' lo spaccato di una precisa generazione in una precisa zona d'Italia? Si. E' un capolavoro della letteratura contemporanea? No, ma se lo si inserisce in quella linea immaginaria che unisce i puntini che si chiamano Pazienza, Skiantos, '77 bolognese, allora non può che essere considerato apripista all'ingresso di tematiche e linguaggi considerati indubbiamente tabù dalla cosiddetta "cultura alta". E di ciò non si può che rendergliene merito. E ringraziare

  • User Icon

    luca

    12/05/2020 15:51:17

    Questo è un altro di quei libri che ho aspettato anni a leggere, per la necessità di far decantare le troppe parole sentite a riguardo. Come spesso accade, l'attesa è stata saggia e mi ha consentito di valutarlo con maggiore obiettività. E' lo spaccato di una precisa generazione in una precisa zona d'Italia? Si. E' un capolavoro della letteratura contemporanea? No, ma se lo si inserisce in quella linea immaginaria che unisce i puntini che si chiamano Pazienza, Skiantos, 77 bolognese, allora non può che essere considerato apripista all'ingresso di tematiche e linguaggi considerati indubbiamente tabù dalla cosiddetta "cultura alta". E di ciò non si può che rendergliene merito. E ringraziare.

  • User Icon

    luca

    12/05/2020 15:48:50

    Questo è un altro di quei libri che ho aspettato anni a leggere, per la necessità di far decantare le troppe parole sentite a riguardo. Come spesso accade, l'attesa è stata saggia e mi ha consentito di valutarlo con maggiore obiettività. E' lo spaccato di una precisa generazione in una precisa zona d'Italia? Si. E' un capolavoro della letteratura contemporanea? No, ma se lo si inserisce in quella linea immaginaria che unisce i puntini che si chiamano Pazienza, Skiantos, '77 bolognese, allora non può che essere considerato apripista all'ingresso di tematiche e linguaggi considerati indubbiamente tabù dalla cosiddetta "cultura alta". E di ciò non si può che rendergliene merito. E ringraziare.

  • User Icon

    gius8

    11/05/2020 14:23:49

    Crudo, senza peli sulla lingua, di certo non adatto a tutti ma vivamente consigliato a chi da questi racconti non si aspetta una patina di ipocrisia.

  • User Icon

    Piero

    11/05/2020 09:23:30

    Il 1980 è l'anno di uscita di Altri libertini e de Il nome della rosa. L'Accademia contro l'anti-accademismo, il sacro e il profano, il vecchio e il nuovo. Tondelli è l'emblema di un mondo in evoluzione con una lingua feroce e dissipante. Intramontabile e lungimirante alle porte del decennio dell'effimero! Must have!

  • User Icon

    Anna

    06/05/2020 12:13:10

    E' dissacrante, maleducato, un po' blasfemo, irriverente, amorale, con una sua moralità, crudo e a volte crudele. Racconta di un'infinita tristezza e di una grande solitudine vissute in compagnia. A me è piaciuto moltissimo

  • User Icon

    Daniele

    03/05/2020 17:28:30

    Dalla lettura di questi racconti raccolti in "Altri libertini" ho apprezzato alcune descrizioni ma a parte questo non ho notato un particolare valore letterario. E' abbastanza famose per essere stato sequestrato per oscenita' e oltraggio alla pubblica morale, ma certo che una bestemmia e qualche scene scabrosa non hanno a che faro col valore dell'opera, piuttosto modesta a mio avviso.

  • User Icon

    Lorenzo

    12/04/2020 10:53:07

    Sicuramente molto carino ma un po' sotto le mie aspettative. Libro ovviamente non adatto a tutti ma lo stile sfrenato è molto piacevole (per me). Dei 6 racconti proposti la maggior parte diciamo che non mi ha penetrato come mi aspettavo, forse complice la brevità di ognuno (in media parliamo forse di 30 pagine). Due note di merito sono per il racconto Viaggio che è molto bello (nonché il più corposo, prende circa 80 pagine) e Autobahn, dopo il quale il vostro unico desiderio sarà quello di salire in macchina all'improvviso per andare ad Amsterdam.

  • User Icon

    Chiara R.

    25/01/2020 12:18:21

    Dentro "Altri libertini" c'è la provincia emiliana alla fine degli anni '70, le lotte studentesche, l' eroina, l'omosessualità, il sesso spinto, qualsiasi tipo di eccesso ma soprattutto c'è la ricerca della propria identità e il costante desiderio di libertà che trasuda dalle pagine, fino a renderle vera e propria poesia beat in salsa italiana

  • User Icon

    rabbo

    23/12/2019 02:18:56

    good

  • User Icon

    Ilaria

    22/09/2019 20:44:29

    Altri Libertini è un romanzo che con schiettezza racconta del degrado morale e delle vite dei giovani tra gli anni 60 e 70. È utile per avere un quadro completo di quel periodo storico

  • User Icon

    L.

    14/08/2019 20:54:00

    Tralasciando di discutere le posizioni reazionarie di qualche commentatore prima di me, che peraltro si commentano da sole, ci tengo a sottolineare che questa è l'unica edizione non censurata del romanzo-non romanzo: l'ed. Bompiani presenta una redazione dei primi due titoli purgata delle bestemmie e di qualche altra parola non consigliabile ad una brava madre di famiglia. Il problema filologico del testo, di cui la divergenza delle edd. Feltrinelli e Bompiani è segnale evidente, fu ottimamente studiato da M. Chiamenti in un articolo pubblicato su "The Italianist", 27 (1), 2007, p.151-165.

  • User Icon

    Lavinia

    09/03/2019 17:36:07

    Questo non è un libro per tutti. Diretto come poche cose nella vita, pochissime tra le quali piacevoli. Neanche questo libro lo è, anzi è tutto fuorché piacevole, ma è una delle esperienze di lettura migliori. Ritratto di una generazione che ha ancora la potenza di parlare alle generazioni successive con un impatto che assolutamente non si è affievolito. Colpisce ora come allora, forse più di allora vista la scomparsa dell'autore.

  • User Icon

    Jacopo

    09/03/2019 14:16:21

    Lascio agli altri la recensione del contenuto del romanzo, già ottimamente definito come "un pugno nello stomaco" o "ritratto generazionale". Il pregio di Tondelli è quello di aver sdoganato temi "underground" nella letteratura italiana, segnata sul groppone dall'effigie di quei Mostri Sacri che riempiono le nostre antologie e in qualche modo congestionano la nostra identità letteraria contemporanea. Tondelli apre la strada alla stagione Pulp dei Cannibali di Ammaniti, Brizzi, Nove e compagnia, facendo loro da maestro segnando sempre la sua individualità con uno stile fervido e deciso. La sua scrittura sembra in un primo tempo immediata e banale, ovvia, una scrittura orale che potrebbe appartenere anche all'ultimo degli sciocchi; bisogna invece fare attenzione alla continua novità del suo linguaggio, ricchissimo di riferimenti culturali, di figure di stile e di neologismi mai banali. Ricordiamo sempre che non è facile rendere nello scritto la fluidità del parlato: spesso questo esercizio sfocia un brutture scialbe. Tondelli sa dare vita a una lingua aderentissima al suo genere a ai suoi temi, illuminandola con focalizzazioni da capogiro, con l'uso di monologhi interiori collettivi che spingono la mimesi a livelli sempre più elevati. L'esperienza della droga, dell'eroina e della cannabis la fa prima di tutto il lettore, perso nel trip di Postoristoro; la sessualità promiscua, il viaggio on the road, il sesso occasionale, le botte, le liti, la crescita personale, il dolore di diventare grandi senza avere un futuro in mano... Il lettore vive tutto ciò e può farlo proprio, può comprendere quella generazione sbandata senza il bisogno di ricorrere realmente alla droga e alla depravazione.

  • User Icon

    Erika

    09/03/2019 12:58:26

    Romanzo in 6 episodi, o raccolta di 6 racconti, poco importa. Il flusso di coscienza che permea ciascuna delle 6 parti di Altri libertini dilaga e invade tutte le altre rendendo l’intera esperienza di lettura un unico flusso di coscienza. Flusso di: slang, nudismi da checche, viaggi in Europa (Amsterdam, Bruxelles, Londra), bestemmie da incazzati, dialetto emiliano da studenti del DAMS di Bologna, citazionismo alto e basso, musicale e cinematografico, ecc. Più una marea di personaggi sempre diversi e alcuni che tornano, ma quasi tutti anonimi e intercambiabili. Pier Vittorio Tondelli pubblica questo suo primo romanzo nel 1980, a soli 25 anni, ma lo ambienta qualche anno prima, nel ‘77. Lo scenario è la sub Italia delle prime droghe e orgie omosessuali. L’esordio è potente, il successo immediato soprattutto fra i giovani del tempo.

Vedi tutte le 27 recensioni cliente
  • Pier Vittorio Tondelli Cover

    (Correggio, Reggio Emilia, 1955-91) scrittore e giornalista italiano. Alla sua opera guardano con interesse gli scrittori delle ultime generazioni. Con la raccolta di racconti d’esordio (Altri libertini, 1980) si è fatto interprete della generazione degli anni Settanta cogliendone istanze concrete, miti e utopie. La provocazione linguistica, l’esuberanza espressiva e il gusto per la rappresentazione della vita materiale caratterizzano anche le narrazioni successive, Pao Pao (1982) e Rimini (1985). La scrittura più controllata di Camere separate (1989), luttuosa storia d’amore omosessuale, riflette sulla solitudine rivelando grande spessore umano e letterario. Come consulente editoriale si è adoperato con passione per dare spazio ai giovani scrittori e ha dato vita al progetto «Under 25», curando... Approfondisci
Note legali