Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Alza la testa di Alessandro Angelini - DVD

Alza la testa

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 2009
Supporto: DVD
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 7,99

Venduto e spedito da Vecosell

Solo 2 prodotti disponibili

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Mero è un operaio specializzato in un cantiere nautico e un padre single. Suo figlio Lorenzo, nato da una relazione con una ragazza albanese, è la sua unica ragione di vita. Il sogno di Mero è che il ragazzo diventi un campione di boxe, riscattando così la sua anonima carriera da dilettante. Per questa ragione lo allena con severità maniacale in un vecchio magazzino adibito a palestra, insegnandogli giorno dopo giorno a tirar pugni e a proteggersi dai colpi bassi della vita. Di fatto però quello che ha costruito intorno al figlio è un mondo chiuso, in cui le giornate trascorrono tutte uguali tra il lavoro, la scuola, gli allenamenti, le serate passate con gli amici del cantiere, che sono diventati una specie di famiglia. Un mondo intriso di rimpianti, di complicità maschili e diffidenza verso tutto ciò che è nuovo e diverso. L'equilibrio di questo rapporto esclusivo però non è destinato a durare.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2
di 5
Totale 2
5
0
4
0
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    carlo camerlingo

    03/09/2019 17:16:26

    Fabri, mi sa che sei caduto in un dei temuti attacchi di sonno ... non è un capolavoro ma non direi sia "comico", almeno per i temi che affronta ... che poi li affastelli, soprattutto verso la fine, mentre ciascuno avrebbe meritato uno sviluppo, è un altro discorso ... un minimo di riflessione lo suscita ... in ultimo, se conoscessi un pochino la boxe l'imbolsito Castellitto , quasi 1,80 di altezza, è un ex pugile abbastanza credibile nell'intervallo di peso welter-medio ... interessante la Kravos

  • User Icon

    fabrizio

    07/05/2019 18:04:29

    A dire il vero apprezzo di questo film il titolo "alza la testa" in quanto provoca ripetuti attacchi di sonno. Deprimente. Il film viene definito "drammatico e riflessivo ", io lo definirei "comico" perche' vedere castellitto pugile, non puo' far altro che ridere. Passare oltre.

2009 - Festa del cinema di Roma Miglior attore Castellitto Sergio

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2010
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 86 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: foto; trailers; dietro le quinte (making of)
  • Sergio Castellitto Cover

    Attore e regista italiano. Esordisce nel 1983 in L’armata ritorna di L. Tovoli e ricopre svariati ruoli secondari fino al 1989, anno in cui è il protagonista di Piccoli equivoci di R. Tognazzi. Dopo il surreale La carne (1991) di M. Ferreri, fornisce una convincente prestazione in Il grande cocomero (1993) di F. Archibugi, dove impersona un giovane psichiatra alle prese con una ragazzina sofferente di crisi epilettiche. Spesso istrionico e debordante, ma capace anche di delicate sfumature intimiste, C. è negli anni ’90 uno degli attori italiani più attivi e richiesti, e frequenti sono le sue apparizioni anche in film francesi e in produzioni televisive. Nel 1999 dirige e interpreta il caricaturale Libero burro (liberamente tratto da un romanzo di B. Gambarotta), poi recita in Chi lo sa! (2001)... Approfondisci
  • Giorgio Colangeli Cover

    "Attore italiano. Una lunga e prestigiosa frequentazione della scena teatrale gli permette un esordio in età matura sul grande (e sul piccolo) schermo, con piccoli ruoli di carattere (da Pasolini, un delitto italiano, 1995, di M.T. Giordana a La cena, 1998, di E. Scola), molto apprezzati dalla critica. Tarchiato, un volto di grande mobilità che può ora atteggiarsi alla benevolenza ora indurirsi nel cinismo, maschera non ancora stereotipica (anche quando «fa» il grottesco, come il suo Salvo Lima ne Il divo, 2008, di P. Sorrentino), si dimostra adatto a ruoli sanguigni e popolareschi, con preferenza per figure paterne complesse (Ogni volta che te ne vai, 2004, di D. Cocchi; Signorinaeffe, 2008, di W. Labate). Proprio con una di queste, il detenuto Sparti de L’aria salata (2006) di A. Angelini,... Approfondisci
Note legali