Gli amanti di Bisanzio

Mika Waltari

Traduttore: N. Rainò
Editore: Iperborea
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 2 giugno 2014
Pagine: 320 p.
  • EAN: 9788870915297
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Mika Waltari compone il vivido racconto di un evento epocale, l'assedio e la caduta di Costantinopoli e del millenario Impero Romano d'Oriente nel 1453 ad opera dei turchi ottomani. A narrare nella forma di un diario gli ultimi mesi della capitale bizantina è Johannes Angelos, inquieto avventuriero, mercenario e mistico, disilluso e visionario, alla perenne ricerca di un'irraggiungibile pienezza, di un significato più profondo nell'esistenza. Nato a Costantinopoli, la sua vita è stata un continuo errare, dalla Francia a Ferrara, a Firenze, fino alla partenza per la crociata, alla prigionia turca e alla grazia ottenuta dallo stesso sultano Maometto II. Ma Johannes non resiste al grido d'aiuto della propria città sotto assedio e come rispondendo a una chiamata del destino fugge per andare a difenderla. Solo alla fine del romanzo, dopo aver combattuto strenuamente, affrontato i sospetti di essere una spia ottomana, nell'amara consapevolezza della sconfitta e della morte imminente, scoprirà di avere sangue imperiale ed essere in realtà il legittimo erede al trono. Nel precipitare degli eventi, l'ultima cosa che Angelos si aspetta è di rimanere folgorato dalla seducente Anna Notaras, nobildonna greca passionale e volubile, e di innamorarsi perdutamente di lei. Tra sanguinose battaglie e gli intrighi per il potere e la sopravvivenza di un regno allo sfascio, i due allacciano una tempestosa relazione segreta contro la volontà del padre di lei, il potente megaduca... Postfazione di Luca Scarlini.

€ 16,58

€ 19,50

Risparmi € 2,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Erika C.

    13/02/2018 09:12:56

    Bellissimo. senza ombra di dubbio uno dei libri più belli che io abbia mai letto. lo consiglio a chiunque da quando ne ho ultimato la lettura.

  • User Icon

    AdrianaT.

    07/01/2017 09:04:56

    "Ho visto una bambina macchiata da impronte di mani insanguinate gettarsi in un pozzo con gli occhi sbarrati; Ho visto un miserabile strappare un neonato dalle braccia della madre e impalarlo ridendo sulla lancia di un compagno, prima di aggredire la donna; Ho visto il peggio che un uomo può fare ad un altro uomo. Sì, ho visto abbastanza." - A hard rain's a-gonna fall, allora come oggi. Bisanzio, Costantinopoli, Istanbul: cambiano i nomi attraverso i secoli e i millenni, ma gli echi dei cannoni e delle stragi non fanno in tempo a disperdersi. Città incantevole e maledetta, in cui si susseguono, a ritmi regolari e inesorabili, terrore, morte, vita e amore, in un circolo che sembra sconsolatamente perenne. In questa classica epopea di Waltari, il lungo e sofferto diario del sanguinoso assedio di Costantinopoli del 1453 da parte dei turchi; suggestioni e sapori di Altai, Topkapi e Pamuk.

  • User Icon

    scimmia

    17/05/2016 19:00:50

    bellissimo, bellissimo davvero.letto un anno fa ormai, eppure sento ancora il rimbombo della bombarda di Orban.

Scrivi una recensione