Categorie

Amore Tossico (Colonna Sonora)

Compositore: Detto Mariano
Supporto: Vinile LP + CD Audio
Numero dischi: 2
Etichetta: Penny Records
Data di pubblicazione: 9 maggio 2016
Colonna sonora
  • EAN: 8033706211427

€ 25,50

Venduto e spedito da IBS

26 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

“Ma come, dovevamo svortà e tu te prendi er gelato?!”. Battuta romana ad effetto che apre il celebre ‘Amore Tossico’ di Claudio Caligari, annoverato tra i grandi cult movie. Gli appassionati di cinema italiano conoscono bene scene e dialoghi di ‘Amore Tossico’, ma ancora non avevano avuto modo di apprezzarne la futuristica colonna sonora. Mai pubblicata in precedenza, la colonna sonora originale di ‘Amore Tossico’ composta dal maestro Detto Mariano, uscirà in esclusiva per Penny Records.Detto Mariano, nato a Monte Urano (FM) nel 1937, è un compositore, arrangiatore, paroliere, pianista, produttore discografico ed editore musicale italiano. Ha collaborato con molti artisti, tra cui Adriano Celentano, Al Bano, Mina e Lucio Battisti, realizzando gli arrangiamenti di alcune canzoni entrate nella storia della musica leggera italiana e diventando uno dei più noti produttori discografici italiani. Ha composto inoltre la musica per molte colonne sonore di commedie e film di genere di successo. Negli anni di ‘Amore Tossico’ non arrivò soltanto l’eroina, ma anche i primi computer per fare musica e Detto Mariano compose appunto gran parte della colonna sonora del film con l’ausilio di un Fairlight Series IIX (“… un computer da 56 milioni di lire …”). Caligari e Mariano lavorarono insieme in modo innovativo su immagini e musica del film. Il primo ridipinse il neorealismo italiano con pennellate di sangue e droga, il secondo ne accentuò una nuova dimensione onirica fatta di synth digitali distorti e ritmiche ossessive, psichedeliche. Il film che ne seguì fu un miracoloso equilibrio di espressionismo visivo nudo e crudo, dove niente viene risparmiato allo spettatore: slang ero-borgataro, “spade” insanguinate, “buchi” in dettaglio, quadri alla Pollock fatti di schizzi di sangue tossico, crisi d’astinenza e overdose. La colonna sonora elettro-robotica-apocalittica, come se Detto Mariano avesse lavorato con i Suicide.