Categorie
Traduttore: M. Testa
Editore: Fazi
Collana: Le strade
Anno edizione: 2010
Pagine: 474 p., Brossura
  • EAN: 9788864110967
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,58

€ 19,50

Risparmi € 2,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rosanna

    31/07/2016 17.19.32

    Un romanzo bellissimo.Una scrittura superlativa. Amy e Isabelle sono due personaggi indimenticabili con i silenzi e le incomprensioni che deturpano il loro rapporto di figlia e madre. Ma l'amore è più forte, lenisce le ferite più profonde, smussa le asprezze più nette, soccorre quando sembra di soccombere...ed è il trionfo delle donne, della forza rigeneratrice delle donne contro la pavidità e la superficialità degli uomini, questi uomini amati, cercati, desiderati che fuggono impauriti. Inutile dire che ogni parola, ogni singola frase, ogni accenno di emozione scatenano in chi legge una valanga di riflessioni. La forza della Strout sta in questo, rendere vivo ogni palpito, coinvolgere i lettori, nelle vicende di cui parla, attraverso una scrittura ricca di notazioni psicologiche di rara sensibilità ma anche di situazioni vissute facilmente condivisibili. Lo rileggerò ancora e ancora

  • User Icon

    LaRighe

    13/10/2014 15.41.53

    È bellissimo. Punto.

  • User Icon

    Angy

    08/10/2014 15.49.56

    Romanzo scorrevole, con una trama triste ma coinvolgente. Mi sono pure commossa alla fine...cosa che raramente mi succede di fronte ad un libro. Consigliato

  • User Icon

    marialucia

    09/01/2014 09.43.10

    Molto lento, a tratti noioso, proprio la vita quotidiana in un paesino americano dove si intrecciano le vite di alcune donne. Un po' mi ha ricordato Peyton Place, lentezza e intrighi amorosi insieme. Come al solito interessanti le descrizioni dei paesaggi meno invece le studio degli animi delle protagoniste.

  • User Icon

    melania

    29/12/2013 01.07.20

    Un CAPOLAVORO. Un libro semplicemente meraviglioso!!! Non ho altre parole per definire questo romanzo. Letto in 2 giorni.

  • User Icon

    dalia

    24/11/2013 16.22.37

    Una lettura avvincente. Il romanzo procede dapprima placidamente, ma ti cattura subito. Risulta notevole l'approfondimento psicologico dei personaggi, soprattutto femminili, nella sonnacchiosa e stantia provincia americana. Anche le descrizioni della natura contribuiscono a rendere coinvolgente il tutto, come anche la trasposizione dei vari piani temporali tra analessi e prolessi. In certi punti il dolore che circonda le esistenze sembra invivibile, ma poi i conflitti trovano il modo di ricomporsi. Una bella prova di scrittura: consigliatissimo.

  • User Icon

    olga

    04/10/2013 14.41.38

    Bellissimo romanzo, scritto in modo superbo, l'atmosfera e i personaggi (sia quelli principali che quelli secondari) ti entrano dentro facendoti sentire uno spettatore privilegiato, lo consiglio davvero a tutti!

  • User Icon

    Guia

    21/06/2012 22.42.10

    I personaggi, le situazioni,le angosce, i sentimenti, i luoghi, è come se uscissero dalle pagine e ti si distribuissero intorno. E' un libro che esce dalle due dimensioni e ti rende in qualche modo parte della storia. Molto bello, finito in tre giorni nonostante la mole.

  • User Icon

    parolaxparola

    02/05/2010 21.47.31

    Una storia subdolamente angosciante, rilascia un macigno con ogni parola... Senza che te ne renda conto, ti avvolge come un mantello dal quale non puoi sottrarti fino all'ultima pagina. Fotografa la provincia americana in modo ineccepibile, anche per chi ci ha vissuto e può abbinare ogni personaggio, ogni luogo ed ogni situazione a qualcosa di provato in prima persona. Straziante, e talvolta pesante, come, solitamente, solo i grandi classici possono permettersi di essere, con descrizioni risucchianti dalla realtà alla carta stampata e ritorno. La tentazione di ribellarsi, lasciando il libro sullo scaffale senza terminarlo, è forte, ma vince il desiderio di essere ripagati, nella costanza di poter sopportare tanto dolore, con un finale che rimetta tutto in discussione... Da leggere con la consapevolezza che qualcosa, dentro, verrà irrimediabilmente scombussolato ma in cambio del piacere di chiudere il libro sapendo che è stato capace di suscitare qualcosa per cui è valsa la pena, nel vero senso della parola…

  • User Icon

    Tolla

    23/04/2010 12.00.19

    Un libro ben scritto. Le descrizioni sono estremamente evocative, richiamano perfettamente l'idea di un'estate afosa in una squallida zona industriale. Tutto il libro è permeato da un'aura di malinconia e cose non dette. Il rapporto tra madre e figlia è particolare, le due personalità sono ben delineate. I personaggi secondari, anche quando marginali, sono interessanti e danno vita alla storia. Quattro.

  • User Icon

    brionytallis

    28/09/2009 22.09.17

    Anch'io ho pensato di leggere gli altri libri della Strout, ma prima di Olive K. Questo è davvero completo, nel senso che è uno di quei libri in cui alla fine tutti i tasselli vanno al loro posto. Tutti i dettagli di questa storia (che è fondamentalmente una storia di donne, tutti gli uomini citati si rivelano - in un modo o nell'altro dei perdenti -) sono così reali che i pensieri di Amy e soprattutto quelli di Isabelle sembrano "raccontati ad alta voce".

  • User Icon

    camilla

    30/08/2009 08.14.31

    dopo olive kitteridge come non leggere "l'altro libro",tradotto (1 solo!)di e.strout? Amy e isabelle è davero bello e "universale". universale la paura del giudizio degli altri , il "dover essere" , per amore di Amy, perchè, almeno Amy abbia una vita "rispettabile"....isabelle , mamma nubile,umiliata nel profondo, orgogliosa e sola, ce la mette tutta e sbaglia tutto. Le stagioni che passano, gelide e e bollenti, le due donne che pure si amano, le indimenticabili colleghe di Isabelle e anche di Amy, che lavora con loro durante le vacanze scolastiche... spiccano come da un grande/piccolo affresco.e c'è anche il ricordo di un irrisolto delitto, vittima una piccola ragazza. E, lui,eterno imperituro maschio del pollaio, sempre pronto a fingere di essere sedotto. Universali i piccoli personaggi di un altro indimenticabile presepio di questa immensa scrittrice. E le donne, quelle lontane e quelle vicine, le donne che sanno sempre, loro malgrado, come vanno le cose, si ritrovano.E la vita riprende e la terribile afa e il terribile freddo si placano, si può vivere. Bellissimo libro.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione