-15%
Ancora un giorno - Ryszard Kapuscinski - copertina

Ancora un giorno

Ryszard Kapuscinski

Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Traduttore: Vera Verdiani
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 16 maggio 2008
Pagine: 142 p., Brossura
  • EAN: 9788807017551

nella classifica Bestseller di IBS Libri Storia e archeologia - Storia - Specifici eventi e argomenti - Rivoluzioni, sollevazioni, rivolte

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,35

€ 11,00
(-15%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Ancora un giorno

Ryszard Kapuscinski

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Ancora un giorno

Ryszard Kapuscinski

€ 11,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Ancora un giorno

Ryszard Kapuscinski

€ 11,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 1975, dopo una guerra di liberazione, l'Angola cessa di essere una colonia portoghese e conquista formalmente l'indipendenza. Ryszard Kapuscinski, che nella sua carriera di reporter ha seguito ben ventisette rivoluzioni, era là anche questa volta. Sono ormai trascorsi molti anni, e a prima vista ci si potrebbe domandare che senso abbia riproporre avvenimenti così lontani. A parte il fatto che quella guerra, anche se pochi lo sanno, non è ancora finita, un libro di Kapuscinski, oltre che una cronaca delle battaglie e dei fatti politici, offre la descrizione di un mondo diverso dal nostro. Intrappolato nell'assedio di Luanda, l'autore narra quello che succede in tempo di guerra in una "città chiusa", dalla quale tutti scappano come topi da una nave che affonda: prima i portoghesi con i loro beni e masserizie, poi i negozianti, la polizia, i tassisti, i barbieri, la nettezza urbana e, infine, anche i cani.
5
di 5
Totale 3
5
3
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
  • User Icon

    paolo

    11/11/2009 12:29:55

    Il miglior Kapuscinski. Non è un romanzo ma affascina come un romanzo. Bellissimo, umano, scritto con grande scioltezza. E non importa se l'Africa vi interessi o meno: leggetelo.

  • User Icon

    Philo

    02/09/2008 11:21:48

    Solita lettura affascinante e coinvolgente. Quanto ci manchi Ryszard!

  • User Icon

    Tommaso Spanevello

    17/07/2008 18:33:21

    Per coloro che amano Kapuscinski, per chi è affascinato dall'Africa e dalle sue tristi vicende. Le chiamano "Operazioni Commerciali" queste opere postume di autori. Ce ne fossero cento, mille, di operazioni come queste, commerciali o meno. E' sempre meraviglioso ritrovare Kapuscinski. Il suo talento narrativo, la sua curiosità, e sopratutto la sua umanità di fronte alla Storia per quanto tragica.

Luanda, capitale dell'Angola, nel 1975 era una città chiusa. Ryszard Kapuscinski, scrittore e reporter sempre in prima linea, era là, alloggiato per mesi in una stanza dell'hotel Tivoli, e dalla finestra vedeva la baia e il porto. Seguiva il movimento delle navi e intuiva la piega che avrebbero preso gli eventi. Era in corso una guerra per la liberazione dai portoghesi e varie fazioni si combattevano: il Movimento popolare per la Liberazione dell'Angola, Mpla, si scontrava con l'Unita e con il Fnla, due formazioni finanziate dai portoghesi, in aiuto alla loro polizia politica segreta. Tutti scappavano, abbandonando la capitale assediata dalle truppe di liberazione. Kapuscinski, a Luanda, narrava quella fuga nella totale confusão, uno stato di anarchia e disordine nel quale si mischiavano i portoghesi con le loro valigie, i commercianti, i militari, gli spazzini e, alla fine, i cani randagi che si aggiravano nelle vie deserte. Descriveva una città senza più la polizia degli occupanti, che trasmetteva senso di libertà e leggerezza, ma anche una grande inquietudine. Da lì il reporter si spostò al fronte, a Caxito, sessanta chilometri a nord di Luanda. Ai posti di blocco, se eri un camarada, un portoghese bianco e con la barba, dalla parte del Mpa, filava tutto liscio; ma se eri un irmão, l'appellativo che si erano dati gli agenti dell'imperialsmo, allora si scatenava l'inferno.
Kapuscinsky riuscì a scendere al fronte meridionale della battaglia, a Benguela, seicento chilometri a sud di Luanda, lungo la costa. Lì incontrò Carlotta, la scorta armata assegnatagli da un comandante del fronte, una ventenne mulatta col mitra a tracolla, che lo colpì subito per fascino e determinazione. Nata vicino alla frontiera con la Namibia, addestrata militarmente nelle foreste, Carlotta dopo la guerra voleva diventare infermiera. Fu lei a guidare Kapuscinsky e la troupe di una tv straniera nel deserto infernale dell'Angola, tra cadaveri in decomposizione e sentinelle ai bordi delle strade; lei li salutò l'ultima volta a Balombo, ai confini della foresta, in un villaggio dove un'improvvisa sparatoria le tolse la vita.
Kapuscinsky ci trascina in una terra martoriata e i trentatre anni che ci separano da quell'11 novembre del '75 sembrano dissolversi. Leggendo i telegrammi inviati alla sua agenzia di stampa polacca Pap da Lubango, con gli aerei in partenza per il Portogallo zeppi di famiglie impaurite, mentre l'Angola voltava pagina e conquistava l'indipendenza, riviviamo non solo una cronaca delle battaglie ma anche l'atmosfera di un mondo profondamente diverso dal nostro, osservato con l'occhio curioso di un bambino e la freschezza vivace di un adolescente. Un libro-reportage di uno scrittore che, come in Ebano e Il Negus, è attento in primo luogo agli esseri umani, e alle poche, umili e belle persone con cui condivise quei momenti di sconforto e trepidante attesa.

  • Ryszard Kapuscinski Cover

    Giornalista e scrittore polacco. Nato in una regione della Polonia orientale poi divenuta Bielorussia, laureato in storia dell’arte, nei primi anni ’60 divenne corrispondente estero dell’Agenzia di stampa polacca (pap), ruolo che lo portò a visitare numerosi paesi in via di sviluppo in Africa, Asia e Sudamerica. Nel ventennio successivo, e fino alla fine della sua carriera, è stato testimone di moltissime guerre, colpi di stato e rivoluzioni, e della dissoluzione dell'esperienza coloniale in Africa. Di questi eventi ha fornito memorabili resoconti nei suoi libri-reportage: La prima guerra del football e altre guerre di poveri (1978), sulla guerra in Centro America; Il Negus: splendori e miserie di un autocrate (1978), sulla caduta di Hailé... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali