Angeli sulla punta di uno spillo

Jurij Druznikov

Traduttore: F. Aceto
Editore: Barbera
Collana: Radio Londra
Anno edizione: 2006
In commercio dal: 23 marzo 2006
Pagine: 566 p., Rilegato
  • EAN: 9788878990647
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

€ 18,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 15,72

€ 18,50

Risparmi € 2,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Denebola

    31/03/2008 16:58:18

    Libro bellissimo;scritto con grande maestria e sapiente umorismo(alcuni episodi sono davvero gustosissimi).Oltre ad essere molto istruttivo nonché stimolante per i neuroni,questo romanzo è anche un ottimo studio di caratteri;Rappoport è a mio parere il personaggio più riuscito,l'ho adorato!cosa manca per il capolavoro?beh,effettivamente la trama è un po' debole(pur con alcune trovate geniali,vedi le apparizioni del marchese de Custine);la struttura narrativa non è molto salda e il finale è forse troppo aperto(eccezion fatta per quanto riguarda Makarcev:da quel punto di vista è perfetto)...ma,in effetti,il plot è solo un pretesto usato dall'autore per fare della splendida satira.

  • User Icon

    MASSIMO

    21/01/2007 17:33:57

    Tipico romanzo ben costruito con non pochi richiami al modello di Bulgakov de "Il maestro e Margherita", ma lascia un pò di amaro in bocca il finale. Certo non mi aspettavo il colpo di scena di un giallo tradizionale, ma qualcosa in più si. Inutile sottolineare che i personaggi sono tratteggiati con estrema eleganza, così come con estrema precisione gli ambienti, di cui pare addirittura di percepire i rumori e gli odori, tanto vicina alla realtà è la descrizione che ne fa l'Autore. Assolutamente azzeccato, tra ironia e paradosso il personaggio dell'"urologo del regime". Però quel finale...

  • User Icon

    maria antonietta

    17/11/2006 16:27:00

    Libro molto bello, ma certo di non facile lettura. L'ideale sarebbe leggerlo in poco tempo per poi rileggerlo con più calma subito dopo.

  • User Icon

    Guido

    13/10/2006 23:01:18

    fatto da piccoli racconti tenuti insieme dal filo della trama. Romanzo molto bello da leggere d'un fiato, ironico, drammatico, fantastico con racconti che fanno pensare al Bulgakov del Maestro e Margherita.

  • User Icon

    gianluca

    21/09/2006 11:32:50

    Il migliore libro dell'anno. Dopo averlo letto, può capitare per giorni di citarne brani agli amici. Finalmente un libro di grande letteratura.

  • User Icon

    Filippo

    29/08/2006 19:50:43

    Ho acquistato il libro incuriosito da una frase del grandissimo Solzenicyn che l'editore ha messo in copertina. Ma al di là di una denuncia esplicita della illiberalità del regime sovietico anche in tempi assai recenti, il libro non ha nulla a che spartire con le vette toccate da Solzenicyn che viene anche nel libro ripetutamente citato. Ho trovato il libro di Druznikov senza capo ne coda, intramezzato da innumerevoli ritratti e storie personali di personaggi marginali il cui solo scopo è quello di denunciare, in modo totalmente slegato ed avulso dal contesto principale, l'intrusività della dittatura sovietica nella vita delle persone, ma che ha l'unico rislutato - a mio modesto avviso - di rendere ancora meno fluido l'intreccio peraltro volutamente inconsistente (ma a tutto c'è un limite). Lo consiglierei a giovanissimi che possono comprendere con questo testo semplice e ricco di esempi didascalici il valore della libertà e della democrazia. Per tutti coloro che hanno passato i 18 consiglio di leggersi Arcipelago Gulag di Solzenicyn.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione