Categorie

Romano Bilenchi

Collana: La Scala
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 118 p.
  • EAN: 9788817126137

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Riccardo

    24/04/2016 09.05.31

    "Gli anni impossibili" è un romanzo breve, diviso in tre diverse sezioni narrative, ognuna scandita dall'inizio di una stagione o da un evento particolare. Romano Bilenchi riesce a condensare in poche pagine tutta la sua saggezza di narratore e di psicologo dell'animo umano : l'esperienza del protagonista, suo alter ego, ci tocca perché inevitabilmente ci riconduce ai luoghi della nostra infanzia e ai primi traumi legati alla scoperta della cattiveria umana. Tema centrale del romanzo è il rapporto con la natura, che in Romano assurge ad idillio, mito, esperienza mistica, legata com'è al ricordo del nonno. La natura è anche difesa da un mondo che appare sempre più corrotto ed ipocrita, in cui le convenzioni sociali prevalgono sulla libera espressione dell'uomo (storia della vedova e della figlia), oppure in cui le passioni, così prorompenti, diventano aggressività spinta, virilità esibita, ricerca assoluta del potere, anche mediante il sadismo. Così la sessualità appare inevitabilmente tinta di questo carattere macabro ed aggressivo, non più luogo d'amore ma luogo di conflitto e di potere. Da studente liceale pronto a fare una tesina sull'autore, devo dire che questa lettura mi ha piacevolmente colpito per la sua innovatività, per il suo taglio psicologico, per l'eleganza descrittiva con cui dipinge gli squarci paesaggistici, con la stessa capacità di un Verga. Consigliato.

Scrivi una recensione