Categorie

Paola Mastrocola

Editore: Guanda
Collana: Le Gabbianelle
Anno edizione: 2016
Pagine: 168 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788823515321


Questa è una storia di vento, di foglie e di scoiattoli. È una storia di timidezza e di coraggio, di ribellione e di saggezza. Di uno strano autunno in cui le foglie si rifiutano di cadere e tutti si domandano perché.

Quello raccontato da Paola Mastrocola nel suo nuovo libro, è un universo in qualche modo già noto ai suoi lettori. È l’universo della favola, come quello che ha reso famoso nel mondo lo scrittore cileno Luis Sepúlveda, un gusto leggero che accompagna la lettura di tutti i romanzi della scrittrice e insegnante torinese, anche quelli rivolti agli adulti.
Un po’ di favola è sempre presente nella luminosa e semplice scrittura di Paola Mastrocola, e in questo caso, anche nei disegni delle illustrazioni, fatti dalla stessa autrice. Una magia che tocca ogni personaggio, ciascuno con il suo carattere e le sue particolarità.
Le due protagoniste di questa storia sono due personaggi femminili impossibili da dimenticare: Lina, una piccola foglia di Tiglio, nata all’estremità di un ramo basso e secco, da cui sembrava impossibile potesse esserci ancora vita, e Squirri una scoiattolina fulva, la scoiattola più timida del mondo, che osserva la vita da dietro i vetri della sua finestra.
Sia per Lina che per Squirri la vita è molto difficile, perché Lina si sente sola, mentre Squirri appartiene all’ultima famiglia di scoiattoli fulvi presente nel bosco, gli altri sono tutti “invasori” grigi, grossi e arroganti, che hanno portato via il cibo agli scoiattoli rossi, più gracili, decimando la loro specie. L’unica cosa che illumina la loro vita è l’amore.
Per amore, leggeremo in questa favola, le foglie all’improvviso smetteranno di cadere dagli alberi, lasciando il bosco verde e carico per un intero inverno. E sempre per amore e generosità, alla fine, le leggi della natura torneranno a regnare. Complici della foglia e della scoiattolina saranno il vento, che sussurra messaggi a tutte le creature, la pioggia, che decide all’improvviso la cosa giusta da fare, il Gufo delle Nevi che è il più saggio e anche Carlo il tarlo, che lentamente scava nell’animo della nostra giovane Squirri fino a farle superare i suoi limiti e le sue paure.

Una storia che riserva ai lettori più piccoli decine di insegnamenti, ma che ai grandi ne riserva ancora di più, come sempre succede quando a parlarci è la voce destinata a un bambino.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    nihil

    13/09/2016 22.53.48

    decisamente deboluccio, una favola solo per i più piccoli, seppure nel sottofondo ci sia un filo conduttore filosofico-sociale.

  • User Icon

    bruna gelosa

    05/06/2016 14.43.14

    tropoooooo bello!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! leggetelo è una storia tropooo tenera, ttroppo dolce.

Scrivi una recensione