Categorie

Glenway Wescott

Traduttore: G. Arborio Mella
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Edizione: 3
Anno edizione: 2003
Pagine: 246 p.
  • EAN: 9788845917820

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Franziska

    13/02/2013 14.10.35

    Il libro,bellissimo,è un'analisi fredda,feroce,claustrofobica di ciò che accade in casa degli Helianos dopo la requisizione dell'appartamento,da parte dei nazisti e l'insediamento,in una sua parte,di un loro ufficiale.Da questo momento,chiuso fuori il mondo,l'essere e l'agire del tedesco diventano,per la famiglia,l'unica misura del proprio comportamento.Spesso disturbante,sia in riferimento al capitano,sia in riferimento ai membri della famiglia,al punto da dare l'idea di avvalorare l'odiosa ipotesi della superiorità della razza ariana su tutte le altre,il romanzo,dopo una prima parte apparentemente tranquilla e sotto tono,quasi bisbigliata,esplode,nella seconda,in modo violento e inaspettato.Ne emerge un quadro di totale e definitiva condanna del tedesco,mentre la famiglia,ormai esausta, cerca di riprendere nelle proprie mani la vita,in modo più consapevole e maturo.

  • User Icon

    SleepingSun

    24/01/2008 22.29.01

    Serrato, implacabile, sottile e perverso come la sporca guerra a misura di pareti domestiche che racconta. Raramente troverete un personaggio disturbante come il capitano Kalter, dall'odio alla pietà al colpo di coda post-mortem della seconda parte del libro.

  • User Icon

    diegus

    10/02/2007 00.01.56

    ... nelle pagine centrali, vi è la descrizione sulla scelta del figlio a cui destinare gli alimenti che fornisce la Croce Rossa, in base alle possibilità di sopravvivenza del "fururo" adulto greco ... basterebbero queste poche righe, non implicite nel contesto del romanzo, per definire questo libro comunque un capolavoro, la storia si riassume in due righe ... il confronto umano fra i personaggi in una vita ... buona lettura, diego

  • User Icon

    Aidoru

    06/10/2005 19.05.27

    Un libro che sfiora il capolavoro assoluto, (anche se personalmente credo lo sia gia')frutto di un lavoro accurato da parte dell'autore, scritto in presa diretta (1945),Glenway raggiunge l'apice nell'interpretare i rapporti di forza all'interno della casa di Mr Helianos,anche se il contributo maggiore del testo e' rappresentato dal pensiero-azione del capitano ss Kalter;non credo esista un libro, forse anche saggio storico, che descriva in maniera cosi'acuurata il pensiero,o meglio la visione di politica e vita di una intera generazione di pseudo eletti.....peccato che alla fine a pagarne il conto siano stati milioni di individui non-eletti.............

  • User Icon

    Gianni Farinetti

    05/08/2003 02.47.04

    Un ottimo romanzo con un sapore di fantascienza. Purtroppo, invece, è tutto vero. Un autore dimenticato che va riletto per assaporare una struggente conoscenza - diretta - di un mondo, dei suoi sentimenti, di una vorremmo irripetibile follia.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione