Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' arcipelago del vivente. Umanesimo e diversità in Elias Canetti - Attilio Scuderi - ebook

L' arcipelago del vivente. Umanesimo e diversità in Elias Canetti

Attilio Scuderi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Donzelli
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 718,08 KB
Pagine della versione a stampa: VI-153 p.
  • EAN: 9788868435189

€ 8,49

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«L’imparare deve rimanere un’avventura, altrimenti è nato morto. Ciò che impari di momento in momento deve dipendere da incontri casuali, e bisogna che continui così, da incontro a incontro, un imparare nelle metamorfosi, un imparare nel piacere». Per Elias Canetti – scrittore e intellettuale bulgaro di nascita, ebreo sefardita d’origine, tedesco per destino, e poi inglese d’adozione, europeo per vocazione, cosmopolita, apolide e migrante nell’anima – la conoscenza è un piacere mentale e fisico, un piacere che ci modifica, se è libero, e che investe ogni parte della nostra esperienza vitale. Dentro un laboratorio di scritture brevi e aforismi fulminanti, e poi in un’opera multiforme e indefinibile come poche altre, Canetti costruisce una nuova idea di umanesimo, aperta a tutto ciò che è diverso e vivente; un umanesimo libertario che ha nei mondi possibili della letteratura e del mito, nell’educazione dell’immaginario metamorfico, nell’amore per la sfera animale e nel rifiuto dei segreti sadici del potere, un presente già differente, il riscatto da uno stato di minorità e inazione che è la malattia culturale da superare. Nelle pagine di questo breve, brillantissimo saggio, il lettore troverà un attraversamento errante, non da specialista ma da «dilettante» (etimologicamente «colui che prova gioia nel compiere un lavoro»), dentro l’opera di Elias Canetti: un viaggio appassionato attraverso la scrittura di un autore il cui scopo era «sfidare il labirinto», come avrebbe detto Italo Calvino, prendere alla gola la complessità dell’esperienza umana, trovare il cammino attraverso il proprio tempo, «senza soccombergli, ma anche senza saltarne fuori».
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Attilio Scuderi Cover

    Attilio Scuderi è docente di Letterature comparate presso l’Università di Catania. Si è occupato di autori italiani e stranieri del Novecento (da Consolo, Sciascia e De Luca a Proust, Orwell e Pamuk), di studi culturali e tematici (L’ombra del filologo. Romanzo europeo e crisi della cultura umanistica, Le Monnier, 2009) e di mitocritica (Il paradosso di Proteo. Storia di una rappresentazione culturale da Omero al post umano, Carocci, 2012). Nel 2016 pubblica con Donzelli Editore, L'arcipelago del vivente. Umanesimo e diversità in Elias Canetti e Il libertino in fuga. Machiavelli e la genealogia di un modello culturale (2018). Approfondisci
Note legali