Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni L' Arminuta

  • User Icon
    20/09/2021 11:58:52

    Superconsigliato!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/09/2021 09:41:22

    Fin dalle prime righe con la sua scrittura accattivante, profonda e illuminante si entra in questa storia tristissima. Da leggere assolutamente

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/09/2021 10:07:44

    Sono seriamente ossessionato dalla capacità di scrittura di quest'Autrice, (a mio gusto) una Maestra di Stile senza eguali, mi ha conquistato dalle primissime righe. Leggerei anche l'elenco telefonico (esiste ancora?) se fosse redatto da lei.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/08/2021 21:41:30

    Non so perché ho aspettato così tanto tempo prima di leggere questo libro stupendo. Non solo la storia prende, fino a togliere il fiato. È la scrittura. Sono le parole e la costruzione delle frasi a scandire un ritmo incessante, mai lento o noioso. In queste pagine che scorrono veloci e piene tra le dita, vive la meravigliosa terra d'Abruzzo, con la sua storia, la sua gente. Dalle primissime parole un pensiero fisso tormenta la mia mente: ma come diamine scrive la Di Pietrantonio? "Come un fiore improbabile, cresciuto su un piccolo grumo di terra attaccato alla roccia". Soettacolare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/08/2021 14:11:14

    Per quanto ben scritto, ma molto frettoloso nelle conclusioni, l'ho trovato per tema e situazioni la copia mal riuscita de "l'amica geniale".

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/08/2021 11:29:12

    'L'Arminuta' è un piccolo gioiello. La voce dell'autrice è ben definita fin dalle prime pagine, è una voce schietta, scabra, ridotta all'osso, come ridotte all'osso sono le certezze e le sicurezze della protagonista che non ha un nome se non quella della 'Ritornata', 'arminuta' appunto in dialetto, quasi a sottolineare che quello è l'unico modo in cui lei si è vista e sentita. Senza radici, senza padre e senza madre. La sola presenza certa diverrà Adriana, sua sorella, unico abbraccio sentito veramente sincero a cui la protagonista riuscirà ad abbandonarsi. Ed è la sola relazione familiare che si salva in un universo costellato da uomini e donne incapaci di fare i genitori, non per malevolenza, ma per inadeguatezza. I veri adulti, i responsabili, sembrano proprio queste due ragazzine spaurite, gettate nella vita senza nessuna forma di cura o di protezione. Il romanzo viaggia sul confine fra il rancore ed il perdono, fra la rabbia e la paura, fra l'odio e l'amore e il ritratto che ne emerge è quello di un dolore che non potrà mai essere superato ma forse attraversato sì. Assolutamente da leggere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2021 21:33:45

    Un libro tanto amato, perfetto nel dispiegarsi della storia e indimenticabile! Consigliato a tutti!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2021 20:50:58

    Donatella Di Pietrantonio ha una scrittura incisiva che rapisce, non indora la pillola ma racconta tutto con una magnifica schiettezza che permette di coinvolgere il lettore nei fatti, quasi come se li vivesse in prima persona. Lo consiglio a tutti, perché si adatta anche a chi non è solito leggere ed è uno spaccato interessante sui rapporti umani.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2021 20:45:44

    Un libro delicato e duro contemporaneamente. E bellissimo, soprattutto bellissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    ven
    09/07/2021 18:55:11

    Non mi è piaciuto molto. Ho trovato la storia un po' banale e a tratti mi sono anche annoiato, forse avevo aspettative troppo alte. Una bella scrittura ma non è scattata la scintilla.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2021 17:47:55

    Appassionante e scritto troppo bene, coinvolge fino all'ultima pagina e tratta un'argomento a me sconosciuto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2021 17:22:11

    Storia di una bambina del sud degli anni '70. Emerge un rapporto forte con la sorella Adriana che è il filo che conduce fino al finale. La scrittura è scorrevole, efficace e l’utilizzo del dialetto appropriato. Alla fine però non ti resta tantissimo, non c’è stato mai un colpo di scena o un passaggio illuminante. Restiamo nel buono che poi non è mica male, ma senza l'eccellenza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/07/2021 15:48:23

    la violenza che investe il personaggio del romanzo. una storia che pare a tratti assurda eppure non lontana da certe realtà misere e povere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2021 17:41:11

    Storia di una bambina nel sud degli anni 70. Povertà, miseria anche morale. Rapporti e figure stereotipate. Anaffettività di madre, violenza di padre e indifferenza fraterna. Emerge un rapporto forte con la sorella Adriana che è il filo che conduce fino al finale. La scrittura è scorrevole, efficace e l’utilizzo del dialetto appropriato. Alla fine però non ti resta tantissimo, non c’è stato mai un salto di qualità o un passaggio illuminante. Restiamo nel buono che poi non è mica male, ma senza l'eccellenza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2021 17:28:54

    mi è piaciuto tantissimo. lo stile così poco frondoso ma netto secco di quelli che arrivano diritti al cuore. una storia che mi ha devastato l'animo perché mi ha riportato a certe parole che la mia bisnonna, abruzzese, diceva. qualcosa di sepolto che la scrittrice ha fatto riaffiorare dolcemente eppure con violenza. la violenza che investe il personaggio del romanzo. una storia che pare a tratti assurda eppure non lontana da certe realtà misere e povere. un romanzo che ogni donna e madre dovrebbe leggere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2021 14:07:24

    Ho letto questo romanzo appena pubblicato, nel 2017 e l'ho riletto di recente. Mi è piaciuto molto: trama che stupisce, bella scrittura. L'avevo considerata una storia definitiva, compiuta in sé, poi é arrivato il sequel "Borgo sud", in realtà meno bello.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2021 00:11:40

    Di questo libro ho amato tutto, dalle tematiche affrontate al modo in cui viene racconta la vita della protagonista. Consiglierei questo libro a chiunque!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/07/2021 23:16:00

    Trovo che questo romanzo sia il ritratto perfetto del senso di inadeguatezza che tutti abbiamo sperimentato almeno una volta nelle nostre vite. La protagonista è fisicamente stata “restituita” alla sua famiglia di origine. Le stanno stretti entrambi i panni di quelle che sembrerebbero essere le sue due vite. Altri temi centrali sono quelli dell’abbandono e della ricerca di sé stessi, sia scoprendo le proprie origini che indagando senza condizionamenti la propria persona.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/07/2021 18:21:22

    La storia mi ha coinvolta molto, perchè mette in luce aspetti particolari della vita umana. L'arminuta è una ragazza con 2 mamme: una ricca, di paese, istruita e una povera, della periferia e priva di qualunque interesse verso le straordinarie doti scolastiche dell'Arminuta. LA PROTAGONISTA vive sino a 14 anni in una realtà avulsa dai dolori e dalle sofferenze del mondo vero e viene catapultata nella miseria: viene riportata dalla sua madre biologica, colei che non può offrirle il futuro che merita. Questo romanzo ti pone un peso sullo stomaco. ti induce a riflettere su un futuro diverso solo per una diversità di possibilità. Lo consiglio, è molto bello!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/07/2021 15:02:50

    La storia mi ha ricordato, per certi aspetti, probabilmente negli atteggiamenti dei personaggi, il racconto di Elena Ferrante. Certo la trama si dipana in maniera affatto diversa, e mi è sembrato di percepire un fortissimo non detto in questa vicenda : non molte parole, se non alcuna, vengono spese per raccontare la scelta difficilissima, pregna di conseguenze, di lasciare una figlia nelle mani d’altri, di riprenderla e poi restituirla. La mente di chi ha preso simili decisioni è insondabile e insondata, tutta solo da immaginare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/07/2021 14:18:56

    Di questo libro mi è piaciuto tutto: la narrazione fluida, la storia, i personaggi. Alcuni avvenimenti trasmettono tanta amarezza ma è un libro vero e forte, di sicuro uno di quei romanzi che o si odiano o si amano. Io l'ho rileggo molto spesso e lo trovo sempre geniale.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/06/2021 06:20:33

    La storia è davvero bella e originale. Racconta una realtà crudele, vera e ingiusta. Racconta la povertà e l'abbandono. Racconta come spesso il denaro viene utilizzato per mettere a tacere la propria coscienza. Bellissimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/05/2021 15:09:16

    Un libro dal linguaggio forte, vero, mai banale, senza sentimentalismi e senza fronzoli sulla durezza della povertà nell’entroterra abruzzese, che diviene simbolo di tanti paesi del nostro Mezzogiorno colpiti da condizioni di grave disagio economico e sociale, dove nonostante tutto si cerca di farcela, di trovare un equilibrio e, tra mille difficoltà, di dare un senso alla propria esistenza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/05/2021 14:47:13

    Un piccolo capolavoro! intenso, crudo, dolce e amaro nello stesso tempo. Da leggere d'un fiato e completare con il suo seguito BORGO SUD! aspetto con ansia il film che so si sta girando

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/05/2021 13:18:08

    Certe volte la vita ci costringe ad abbandonare per sempre le gioie e i sogni della fanciullezza per chiederci di diventare adulti prima del tempo. È quanto capita all' Arminuta, la 'ritornata', una ragazzina di tredici anni che viene restituita alla sua famiglia di origine senza un perché, un mistero pietoso che tormentera' la piccola protagonista fino alla tardiva scoperta della verità. Molto bello l'incipit che precipita il lettore nel dramma dell'Arminuta, che improvvisamente perde i suoi riferimenti affettivi e si ritrova in un ambiente a lei estraneo, di povertà materiale e spirituale. Ormai orfana di due madri - mai scocchera' la scintilla con quella biologica - l'Arminuta continua a vivere con dignità e a studiare con ammirevole profitto, pur andando sempre alla ricerca di un perché. Una storia di abbandoni e tradimenti affettivi, di decisioni subite prima con rabbia poi con rassegnazione, parole aspre che ben incorniciano la drammaticità del racconto. Anche se il terreno è arido, riuscirà a fiorire l'unico legame puro e profondo, quello con la sorella minore Adriana. Un tema delicato raccontato con una storia coinvolgente in cui, tuttavia, c'è poco spazio per un'analisi più approfondita dei sentimenti che muovono le decisioni dei personaggi adulti di questo romanzo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    c.
    09/04/2021 17:23:12

    Narrazione coinvolgente. Storia non semplice di una povertà e di miseria che si ripercuote sulla vita di una bambina poi ragazza, stravolgendone la vita.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/04/2021 10:43:24

    Libro bellissimo. La scrittrice ha saputo portare l'Abruzzo nelle righe del romanzo e lo ha fatto vivere ai lettori attraverso una storia incredibilmente dura e un linguaggio semplice e diretto, mai banale. Sicuramente leggerò anche Borgo Sud.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/03/2021 21:00:43

    Un libro che ho amato, una storia che mi ha travolto e una protagonista sentita vicina. Così semplice e diretto che secondo me o lo ami o restando in superficie non lo percepisci. Storia di una vita che viene travolta e scombinata, di famiglie d'altri tempi, di grande forza, di cose sofferte e mai dette. Da leggere col cuore.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/03/2021 22:22:20

    Una storia che non mi è arrivata, non sono riuscita a superare la superficie del racconto. L'ho letto. Ottima scrittura ma nulla più.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/03/2021 09:13:21

    Ho letto L'Arminuta e Borgo Sud uno di seguito all'altro, come se fosse un unico romanzo, ed è stata una bella esperienza. La sorella Adriana mi ha riecheggiato la figura di Lila de L'amica geniale. Una scrittura scorrevole per una vicenda che coinvolge il lettore.

    Leggi di più Riduci