Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Arrivederci amore, ciao - Massimo Carlotto - ebook

Arrivederci amore, ciao

Massimo Carlotto

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: E/O
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 305,5 KB
Pagine della versione a stampa: 183 p.
  • EAN: 9788876419423
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In questo romanzo che racconta il cuore nero del Nordest e, più in generale, dell’Italia patinata ed “emergente”, Carlotto “mette a frutto” le pessime conoscenze che ha fatto in carcere, nel mondo criminale e anche tra personaggi delle istituzioni e ci dà il primo grande e sconvolgente ritratto dell’Italia nera dei nostri anni. Il giovane e bel protagonista del romanzo ha un solo scopo: lasciarsi alle spalle una storia politica in cui non ha mai creduto veramente e che gli ha procurato solo guai ed entrare nel mondo dei vincenti. Per farlo, si darà una sola regola: prevaricare a ogni costo, con ogni mezzo. Dopo aver letto questo romanzo non si potrà più guardare senza disagio a certi ambienti e a certi personaggi di un mondo fin troppo reale e vicino. «È un noir di puro stampo americano per la freddezza di molte scene, per la travolgente rapidità con la quale si svolgono le azioni, per la truculenza della storia. È stato paragonato, Carlotto, a un James Ellroy italiano, meglio secondo noi ad Andrew Vachs, ancora più feroce». Edmondo Dietrich – La Repubblica «Per Carlotto la scelta del noir è un artificio per mantenere alto il tasso di passione civile e di denuncia delle piccole e grandi malefatte della società capitalistica». Benedetto Vecchi – Il Manifesto
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,28
di 5
Totale 12
5
9
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    gianluca

    21/05/2020 20:31:53

    Noir consigliatissimo. Carlotto, per me che non lo conoscevo, e’ stata una vera sorpresa. Il romanzo ti prende dall inizio alla fine. La scrittura di Carlotto ha un qualcosa di ruvido, ma allo stesso tempo davvero originale.

  • User Icon

    verc

    16/05/2020 14:38:18

    Non sono ancora abituata alla durezza dei romanzi di Carlotto, ma non posso fare a meno di subire il fascino della sua scrittura, trainante e coinvolgente. La storia scorre velocementi sui binari di una realtà che è solo apparenza e nasconde, come spesso succede, ben altra verità rispetto a quel che mostra. Uno spaccato fin troppo reale di quella che potrebbe essere (e il condizionale è uno spiraglio di ottimismo che il romanzo di Carlotto non lascia intravedere)gran parte della vita che ci circonda.

  • User Icon

    Alberto

    16/05/2020 06:52:14

    Per gli amanti del genere noir è un libro da leggere. Cinico, diretto e appassionante sono i tre aggettivi che descrivono nel migliore dei modi questo bel libro di Massimo Carlotto.

  • User Icon

    Stefano

    01/10/2019 13:16:46

    Bellissimo libro di Carlotto. La scrittura è pulita è veloce, e la storia avvincente. Non vedrete l'ora di tornare a leggerlo.

  • User Icon

    Nenetta1974

    13/09/2019 19:55:33

    bello davvero, coinvolgente duro e intrigante fin dalla prima pagina

  • User Icon

    Carolina

    09/03/2019 10:52:20

    Un romanzo duro e vero. Capolavoro!

  • User Icon

    Aldo

    13/11/2018 17:48:50

    Durissimo e imperdibile. Un vero noir nero nero e ancora nero.

  • User Icon

    Pasquale

    16/04/2018 08:28:25

    Ho visto prima il film e devo dire che è stato uno dei noir più coinvolgenti che abbia mai visto con Alessio Boni e Michele Placido perfetti nei loro ruoli. Poi mi sono deciso a leggere il libro, questo è il primo di Carlotto che leggo, e la storia, anche se brutale, mi è piaciuta ancora di più. Carlotto sembra condividere quanto asserito da Machiavelli "il fine giustifica i mezzi" ed è quanto il protagonista del romanzo mette in atto.

  • User Icon

    Francesco Saracino - Milano

    24/02/2018 18:09:27

    Questo noir prende subito, coinvolgendo il lettore pagina dopo pagina. Per gli amanti del noir, Carlotto e' tra i primi in classiffica. Leggetelo, ne vale la pena.

  • User Icon

    angelo

    21/03/2015 19:32:53

    Ingredienti: un criminale senza scrupoli né ideali, un mondo di violenze, ricatti e corruzione, una rapina per poter nuotare nell'oro, una scia di omicidi per rimanere a galla. Consigliato: a chi vuol immergersi nel lato più sporco di soldi e successo, a chi vuol tuffarsi nei bassifondi dell'animo umano.

  • User Icon

    marcello

    11/06/2012 13:06:33

    Veramente molto buono, Carlotto è veramente una piacevole scoperta per chi ama ogni tanto il noir

  • User Icon

    LUCA

    30/12/2011 11:52:07

    veramente bello, letto tutto d'un fiato in due giorni facendomi fare nottata ma ne valeva la pena. adesso voglio leggere il seguito.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Massimo Carlotto Cover

    Massimo Carlotto è nato a Padova nel 1956. Scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, ha esordito nel 1995 con il romanzo Il fuggiasco, pubblicato dalle Edizioni E/O e vincitore del Premio del Giovedì 1996. Per la stessa casa editrice ha scritto: Arrivederci amore, ciao (secondo posto al Gran Premio della Letteratura Poliziesca in Francia 2003, finalista all’Edgar Allan Poe Award nella versione inglese pubblicata da Europa Editions nel 2006), La verità dell’Alligatore, Il mistero di Mangiabarche, Le irregolari, Nessuna cortesia all’uscita (Premio Dessì 1999 e menzione speciale della giuria Premio Scerbanenco 1999), Il corriere colombiano, Il maestro di nodi (Premio Scerbanenco 2003), Niente, più niente al mondo (Premio Girulà... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali