€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    franco

    06/09/2013 18:13:43

    Non ho letto il libro di Carlotto ma questo è uno dei migliori film italiani di questi ultimi anni. Eccezionale l'interpretazione di Michele Placido da poliziotto eroe (la piovra) a poliziotto corrotto. Molto bravo Alessio Boni. Certo questa storia fa riflettere su come gli italiani si comportano sempre peggio quando debbono ottenere qualcosa dalla società.

  • User Icon

    JD

    07/06/2009 12:43:59

    Dopo i trascurabili horror passati(per quanto mi riguarda almeno)e la militanza nella fiction,Soavi adatta il romanzo di Massimo Carlotto,e ritrae un 'Italia quasi aliena,che può cambiare sempre e solo in peggio.C'è mestiere e il cast è ben diretto,ma il piglio è sbrigativo e alla fine non si va aldilà di un qualunque noir medio.E ci sono un pò troppi virtuosismi gratuiti,nonchè citazioni.Notevole il finale.La canzone di Carerina Caselli che da il titolo al film,è la stessa che Moretti canta in macchina in "La stanza del figlio".

  • User Icon

    fabio

    23/04/2008 14:59:39

    uno dei pochissimi,non noiosi,non scontati,interessanti bei film ITALIANI che ci sono in circolazione da qualche anno. bravissimi placido e boni. complimenti a soavi!

  • User Icon

    Silvia

    06/02/2008 18:34:15

    Sinceramente non mi ha convinto, succede quando si vede sillo schermo un adattamento di un romanzo ch esi è amato. Bella la regia e anche la fotografia, ma il cast non mi ha convinta per niente.

  • User Icon

    Angela

    06/01/2008 15:05:23

    Se non ne potete più di Muccino, Veronesi, Moccia e cine-panettoni, questo è il film per voi: un signor thriller, lucido e cattivo come pochi. Godetevelo a casa, da soli, in una sera di pioggia...

  • User Icon

    Alberto

    19/06/2007 14:28:33

    L'allievo di Dario Argento è tornato al cinema. Che avesse talento lo sapevamo già. Basta guardare fim come Deliria o La Chiesa. Ha diretto i migliori film horror italiani dell'ultimo decennio, forse per coprire il ruolo lasciato dal maestro Dario. Dopo la serie televisiva di ULTIMO, Michele dirige questo film coprodotto dalla rai. Non sarà esente da difetti, ma il regista sa usare la macchina da presa(basta vedere la scena finale sulle note di Chiara Caselli, di grande impatto). L'unico personaggio positivo viene ucciso. Banalizzando si può dire "la peggio gioventù" degli anni 70. E' un film in cui pessimismo e nichilismo spesso coincidono e il regista lascia irrisolto il dubbio. Il male la fa da padrone ed è un tema presente in tutti i film del regista.

  • User Icon

    donatella

    02/02/2007 11:00:20

    bellissimo,un giallo avvincente, da vedere assolutamente , gli attori sono tutti bravissimi. alessio boni poi in questa parte è strabravo!!!

  • User Icon

    HULK

    06/11/2006 12:07:01

    MICHELE SOAVI NATO A MILANO CLASSE 1957, NON SARA' UN RAGAZZINO, MA RISPETTO ALLA ZOMBERIA CHE IMPESTA LE SALE CINEMATOGRAFICHE......E' SENZ'ALTRO IL NOSTRO TALENTO MIGLIORE 'VAI IN AMERICA', SFORTUNATO , UN FIGLIO MALATO, UNA CARRIERA COSTRUITA SU DEI CAPOLAVORI, MA TROPPO ANGUSTA PER QUEL CHE MERITA. IL GENERE NEL QUALE ECCELLE E' IL TRILLER, L'HORROR. QUESTO FILM PUO' CONSIDERARSI UN TRILLER, CON VENATURE HORRORIFICHE, E' PERFETTO, ANCHE LE CITAZIONI DI MARIO BAVA, DI VISCONTI, SECONDO ME ANCHE DI ARGENTO, LA SEQUENZA FINALE DELLA CATENINA, RICORDA IL FINALE DI PROFONDO ROSSO, CI RICORDANO QUANTO ERAVAMO GRANDI. GRAZIE DI ESISTERE MICHELE

  • User Icon

    mario farinelli

    03/10/2006 15:37:10

    Bello come il romanzo .... descrive bene l'Italia

  • User Icon

    massimo

    11/09/2006 15:39:34

    Poderoso giallo italico. Un po' di luoghi comuni: lo sbirro carogna, i compagni che sbagliano, i perbenisti per nulla per bene (corrotti, drogati, pronti ad ogni compromesso - ottima la Ferrari) gli slavi cattivi. Un po' amaro il finale: l'unica persona positiva del film finisce morta ammazzata come tutti gli altri. Ottima la colonna sonora, mix tra moderno e passato. Resta un dubbio: cosa voleva dire l'Autore del libro (ovvero il Regista) ? Non c'è redenzione ? Il mondo è comunque marcio ? Mah, alla fine torniamo ai luoghi comuni. Comunque, considerato il panorama (desolante) del cinema italiano non è male.

  • User Icon

    Sergio Allegrini

    29/08/2006 19:00:09

    Film di grande emotività con un ritmo scandito dall'acqua che separa le varie parti dell'opera(il fiume, la pioggia ecc.).Gli artisti a cominciare da Isabella Ferrari sono superbi anche se qualcuno zoppica un pò. Peccato che le sale lo abbiano snobbato, il festival di Taormina ha dato giusto risalto al film.Soavi non è regista di primo pelo ma è un narratore efficace e coinvolgente. Sergio Allegrini

  • User Icon

    LAURA

    03/07/2006 18:03:37

    GRANDISSIMA ISABELLA FERRARI E BONI ANCHE... MOLTO AVVINCENTE E COINVOLGENTE...BRAVI

  • User Icon

    roberto

    21/06/2006 13:19:36

    come al solito, molto meglio il libro. la connotazione, tema centrale e quasi ragione d'essere del romanzo della "carogna" Marco, nel flm e' molto addolcita. Nel libro e' fiero di essere un cattivo senza rimpianti ne' rimorsi, nel film sembra quasi sentirsi in colpa o vittima delle corcostanze. Boni e' bravo, ma oramai fa solo parti d cattivo e maledetto e ci fa un po' trppo dentro. Bravo Placido e la Ferrari, inesistenti a volte irritanti gli altri.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Mikado, 2006
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Durata: 107 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste: intervista al regista; scene inedite in lingua originale; trailers; filmografie; foto