Astor Piazzolla Oblivion - SuperAudio CD ibrido di Astor Piazzolla,Salvatore Accardo

Astor Piazzolla Oblivion

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Astor Piazzolla
Supporto: SuperAudio CD ibrido
Numero supporti: 1
Etichetta: Foné Jazz
Data di pubblicazione: 7 novembre 2016
  • EAN: 8012871001958
Salvato in 1 lista dei desideri
Splendida rilettura per il maestro Accardo per quest’album di Piazzolla uscito nel lontano 1982. Salvatore Accardo ebbe la fortuna di conoscere Piazzolla personalmente nel 1969 e ne fu folgorato, tanto da dedicargli una composizione. In questa nuova rilettura il Maestro Accardo, violinista e direttore, è accompagnato dall’Orchestra Da Camera Italiana. Superba registrazione in SACD.
Disco 1
1
Oblivion
2
Excualo
3
Milonga En Re
4
Intro Al Angel
5
Revirado
6
Milonga Sin Palabras
7
Finale
8
Tres Minutos
9
Recordano Suite Per Archi
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Astor Piazzolla Cover

    Compositore e suonatore di bandoneon argentino. Dopo aver studiato con Ginastera, Scherchen e N. Boulanger, si dedicò al tango, rinnovandone la tradizione con una scrittura personalissima, raffinata e complessa, e con improvvisazioni che tenevano conto anche della lezione del jazz. Fondò e diresse propri complessi, fra cui l'«Octeco Buenos Aires» e il «Conjuncto 9», e incise numerosi dischi (anche con jazzisti come G. Mulligan e G. Burton). Compose inoltre lavori di maggiore respiro (per orchestra, per film), due opere (fra cui si segnala María de Buenos Aires, 1967) e l'oratorio El pueblo joven per soli, voce recitante, bandoneon, archi e percussione (1972). Approfondisci
  • Salvatore Accardo Cover

    Violinista. Diplomato al conservatorio di Napoli (1956), vincitore del Concorso di Ginevra (1956) e del «Paganini» di Genova (1958), si è affermato come concertista di fama internazionale, molto attivo anche in campo discografico. Dotato di una tecnica agile e brillante e di una musicalità istintiva che negli anni si è fatta più attenta alla proprietà stilistica, spazia in un vasto repertorio da concerto e da camera, incentrato soprattutto sulla letteratura tardo-barocca e classico-romantica, con occasionali puntate anche nel '900. Notevole è rimasta la sua interpretazione dei 24 Capricci di Paganini per il difficile equilibrio fra virtuosismo e cantabilità. Ha collaborato per vari anni con l'Orchestra da Camera Italiana, e dal 1973 al 1980 ha insegnato all'Accademia Chigiana di Siena. Ha... Approfondisci
Note legali