Autorità spirituale e potere temporale

René Guénon

Traduttore: P. Nutrizio
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 11 giugno 2014
Pagine: 139 p., Brossura
  • EAN: 9788845928888
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
In un tempo remoto e presso le più varie civiltà, il potere si divise in due parti: sacerdotium e regnum, potere spirituale e potere temporale, auctoritas e potestas. E questi due poteri si trovarono da sempre in un precario equilibrio. Dovevano incontrarsi e sostenersi, come i Brahmani e gli Kshatriya nell'India vedica, ma spesso erano destinati a scontrarsi. Nella storia europea per secoli, a cominciare dai conflitti medioevali fra Impero e Papato. Ma anche nei secoli successivi, in modo più o meno velato, sino a oggi. Per chi voglia capire che cosa è in gioco nell'incontro e nello scontro fra questi due poteri, nulla sarà d'aiuto più di questo libro di Guénon, nella sua chiaroveggente lucidità.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberto Pisciella

    31/01/2015 13:16:37

    Ottimo libro. Confermo come nella descrizione l'utilità fondamentale del testo per capire limpidamente la Direzione delle Civiltà globali nelle Ere sia passate che future.Sapendo che l'Autore era massone,non bisogna superstiziosamente scartare il suo Studio,in quanto in qualsiasi Istituzione,accettata o meno,giacciono sia Uomini buoni che cattivi, (senza fare apologia naturalmente). Si puo' tracciare quindi quasi un parallelo con l'Apocalisse di Giovanni, o le Fasi Orientali del Kali Yuga o altri con questo testo.Guenon fà un quadro iniziando dalla scissione dei 2 attuali Poteri: Temporale e Spirituale. Da questo scisma le Civiltà purtroppo subiscono fatalmente una decadenza o entropia,quasi naturale.Questo perchè anzichè avere ai Vertici Poteri basati sulle "Conoscenze Supreme" e cioè Spirituali (non solo Religiosi,purtroppo in declino)si hanno contrapposti spesso nella Storia, Poteri Regali o Laicistici (non Laici) basati sulla Ragione della forza anzichè il contrario,cioè Poteri che prescindono dai postulati Fondamentali della Natura Umana, e quindi meno Veri.Vediamo infatti l'asservimento coercitivo della Coscienza al servizio della ragione (di stato), cioè un Sistema Capitalistico predatorio non Umano ma esclusivo (cioè che tende ad escludere ) per i piu' indifesi. Da qui' l'Autore sostiene che le Civiltà non potendo aderire visceralmente ad un sistema alienato da se stesso prosecutore, va inesorabilmente in perpetuo declino.

Scrivi una recensione