Categorie

Jeff VanderMeer

Traduttore: C. Mennella
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2015
Pagine: 286 p. , Rilegato
  • EAN: 9788806218294

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Loris

    29/10/2015 15.12.55

    Il secondo volume di una trilogia non può prescindere dal primo e inevitabilmente sospende il racconto in attesa del terzo. Si è citata spesso la serialità di Lost e per certi versi questo libro è una 'seconda stagione' che sposta il punto di vista all'esterno dell'Area X e introduce nuovi personaggi, legandoli a quelli già noti. Anche qui il filo principale è un viaggio nella psiche, quella di Controllo. Il neo-direttore ha sensi di colpa semi-sepolti e paura di fallire, soffre l'ombra di una madre assai ingombrante e trova inattese affinità con la biologa al centro di 'Annientamento'. La narrazione accelera nell'ultima parte e concentra lì rivelazioni ed eventi. Prima c'è il tentativo di mettere ordine nel caos delle informazioni e della memoria, inevitabilmente frustrato da una realtà e da una natura fuori controllo. Qua e là VanderMeer e il suo protagonista paiono perdere il filo, ma nel complesso il racconto tiene e cresce, lasciando la curiosità per quel che accadrà oltre il confine.

  • User Icon

    luciano

    27/09/2015 15.15.09

    Il primo racconto si svolgeva all'interno dell'Area X, questo si sviluppa al di fuori e precisamente nell'inquietante edificio della Southern Reach, dove da trent'anni un gruppo di ricercatori cerca di stabilire ciò che avviene nell'Area, inviando delle spedizioni i cui membri o non ritornano o, se ritornano sono come involucri vuoti che nulla di preciso ricordano. Il gruppo di ricerca ha anche il compito di monitorare l'Area X perché grande è la paura che questa possa espandersi, causando altre rovine e altri morti. Agli abitanti del luogo, per tranquillizzarli, viene detto che in tale area, presidiata dall'esercito, è avvenuto un disastro ambientale e che tutto è sotto controllo. Per estensione questo luogo può rappresentare gli incubi dell'inconscio, le paure ancestrali che vivono nel profondo dell'animo umano, il lato oscuro presente in ogni uomo, lato oscuro che se schiacciato, controllato da un esercito simbolico e non conciliato può invadere la coscienza. Necessaria è l'integrazione. Ma quest'Area X può, anche, rappresentare la paura di disastri ambientali, quale, per esempio, il cambiamento climatico, che può già avere superato il punto di non ritorno ed essere sfociato in una situazione caotica non più controllabile. In ultima analisi, quest'Area X, è la paura del caos e della morte.

  • User Icon

    andy

    21/08/2015 11.51.52

    dopo aver letto il primo capitolo avrei sperato di vederne gli sviluppi nel secondo. Purtroppo l'autore diviene del tutto inconcludente, sconclusionato e privo di qualunque logica. Il libro e' assolutamente inutile.

  • User Icon

    Thinner5

    24/07/2015 01.02.49

    VanderMeer disorienta sempre di più in questo secondo volume, piuttosto che risolvere i misteri ne aggiunge di nuovi e fa anche qualche rivelazione inaspettata. Devo ammettere che lo stile dell'autore non è di quelli che digerisco meglio e ho fatto un pò di fatica ad arrivare alla fine, anche se non si tratta certo di un mattone, ma questa è un opinione personale. Le differenze con il primo volume sono notevoli, qui troviamo un protagonista diverso, ma sopratutto una diversa ambientazione con parecchi personaggi in più. Nel complesso lo consiglio, ma si deve assolutamente aver letto il libro precedente altrimenti si rischia di non capirci un tubo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione