Avventure di un giovane ufficiale in Polonia

Alexander Lernet-Holenia

Editore: Adelphi
Edizione: 2
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 28 gennaio 2004
Pagine: 145 p.
  • EAN: 9788845918384
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Sullo sfondo del fronte austroungarico orientale attorno al 1917, assistiamo alle vicissitudini del sottotenente Keller che, braccato dai cosacchi, si trasforma in Kascha, prima contadinella poi cameriera al servizio delle damigelle Lubienski. Il sottotenente, non solo dovrà sfuggire alla feroce caccia all'uomo scatenata dai cosacchi, ma anche, e soprattutto, rintuzzare gli assalti erotici di truci ufficiali zaristi e zotici vaccari ruteni e dar quindi prova, contemporaneamente, di virtù militare e muliebre. Intorno a Keller-Kascha si agita inoltre un'interessante folla di comprimari: fanciulle astute e sensuali, traditori russi candidati al capestro e spiantati cacciatori di dote polacchi.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 7,56

€ 14,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lapo

    02/01/2019 15:52:00

    Gli intrecci vertiginosi che l’Autore allestisce tratteggiano questa volta le peripezie della vaccaia Kasia, poi promossa al servizio di due damigelle dell’aristocrazia, desiderata con lussuria e corteggiata senza fortuna. Ma lungi dall’essere una fanciulla appetibile, Kasia è invero un tenente ussaro ricercato dai cosacchi che per sfuggire alla caccia si cela dietro un travestimento tanto improbabile quanto efficace, e così camuffato ha agio di dedicarsi ad avventure licenziose senza destare sospetto. I malintesi hanno risvolti comici e grotteschi, la lettura è gradevole.

  • User Icon

    stefano

    03/06/2010 15:04:19

    simpatico, scanzonato questo personaggio che esce dalla penna di lernet e che si muove, eroe inconsapevole, in un ambiante di guerra, senza che il eso di questa si avverta.

  • User Icon

    fred

    01/06/2005 15:42:48

    credevo avessa la rilegatura in oro visto il prezzo!

Scrivi una recensione

Alexander Lernet-Holenia (1897-1976) non è soltanto un autore prolifico e dalla penna facile. Servendosi di una scrittura che sa miscelare abilmente gli espedienti della commedia degli equivoci, del romanzo di avventura o del poliziesco, e grazie al ritmo di una narrazione che scorre agile e lesta, ha saputo reinventare - lui che dal 1952 abitò un appartamento della Hofburg viennese e che si considerava figlio illegittimo di un arciduca - un'Austria-Ungheria che ha poco o nulla della pesantezza di uno Stifter o di un Musil, ma, in bilico tra Kitsch e action, è lì per ammaliare (quasi in versione pop ante litteram) il pubblico delle moderne metropoli. Non è un caso, infatti, che molti dei suoi romanzi sembrino scritti con un occhio per il grande schermo: e proprio Avventure di un giovane ufficiale in Polonia fu filmato solo pochi anni dopo la sua uscita: nel 1935, per la regia di Gustav Fröhlich. Tra nobili polacchi, coloni tedeschi e sanguinari cosacchi, questo breve e godibilissimo romanzo tratta di un tema ricorrente nei libri di Lernet-Holenia: la Grande guerra. Ma lo fa con sarcasmo, molta malizia e qualche punta di velata malinconia. Keller, giovane rampollo tedesco che per nascondersi dai cosacchi si traveste in Kasia - un'avvenente serva che getta scompiglio tra i contadini polacchi, i militari russi ma, in particolare, in casa dei nobili Łubieński, di cui ingravida le figlie - è più sconsiderato e arrogante che non coraggioso. Costui, aitante sottotenente del reggimento di ussari di Hannover, si ritrova, a sua insaputa, al centro di una storia di spionaggio che porterà tedeschi e austriaci a battere l'esercito dello zar; ma tra l'ottusità prussiana e la brutalità russa è il mondo perduto della Galizia absburgica che rivive, nella vivacità del colore locale, dalla penna di questo grand seigneur della letteratura austriaca.

Riccardo Concetti