Il Ballo (L'addestramento Di Kate, Sottomissione Di Una Cameriera, Libro 3) - Ellen Dominick - ebook

Il Ballo (L'addestramento Di Kate, Sottomissione Di Una Cameriera, Libro 3)

Ellen Dominick

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 250,4 KB
  • EAN: 9781507106792
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 2,75

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La festa è finalmente iniziata. Kate, una cameriera sottomessa, è stata affittata a una coppia di anziani per essere formata. Le insegneranno come sottomettersi completamente, e non solo a loro. Oggi c'è il grande ballo, e tutti gli invitati possono usare Kate come loro giocattolo sessuale. Nel menu ci sono giochi, fruste, collari e qualsiasi cosa vi possa venire in mente. Sarà capace di sottomettersi ed essere il centro della festa, venendo posseduta davanti a tutti?

Esplicito! Questa storia perversa di 11000 parole contiene scene esplicite di sesso anale, vaginale e in pubblico, di esibizionismo, BSDM, sculacciate, orge, menage e la dominazione totale di Kate da parte degli invitati sexy. Solo per adulti maggiorenni.

Un estratto:

Ok, basta. Mi getto di nuovo nella mischia. Stavolta, mi ferma un giovane. Ha occhi grigi gentili e un vestito di sartoria. Ha i capelli così folti e castani che vorrei infilarci le dita.

Prende in mano lo sculacciatore.

“Che roba è?” chiede. Prende, uno dopo l'altro, tutti gli oggetti che ci sono sul vassoio e se li rigira nelle mani. Deve essere nuovo.

“Può usarli.” dico.

“Usarli? Come?” chiede. Ora ha in mano la panna montata. Toglie il tappo e si spruzza una montagna bianca sulla punta della lingua.

“Su di me.” dico io.

Sgrana gli occhi e mi fissa. “Aspetta, veramente?” chiede. Io gli sorrido. Un forte rossore gli sale su dal colletto della camicia, e comincia a esaminare le sue possibilità. Poi guarda la panna montata che ha già in mano.

“Posso usare questa?” chiede. “Su di te?”

“Sì.”

“Come?”

“Come vuole.” dico io.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali