I bambini di Svevia - Romina Casagrande - copertina

I bambini di Svevia

Romina Casagrande

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Garzanti
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 9 gennaio 2020
Pagine: 400 p., Rilegato
  • EAN: 9788811609988
Salvato in 213 liste dei desideri

€ 14,88

€ 18,60
(-20%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

I bambini di Svevia

Romina Casagrande

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


I bambini di Svevia

Romina Casagrande

€ 18,60

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

I bambini di Svevia

Romina Casagrande

€ 18,60

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 17,67 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un romanzo che dà voce a una pagina dimenticata della nostra storia. Una protagonista alla ricerca dell’unica verità che può salvarla.

«Alternando con abilità passato e presente, l’autrice recupera una pagina tragica e dimenticata della nostra storia e ci offre un affresco potente e documentato di una pratica che è andata avanti, nelle terre da cui lei stessa proviene, sino alla Seconda guerra mondiale» - Robinson

«Stupendo, dal titolo fino all’ultima parola. Una storia di libertà selvaggia e di coraggio salvifico. Un romanzo che ha anche il pregio di portare alla luce una storia vera sconosciuta ai più, e lo fa con una scrittura raffinata e piena di grazia.» - Ilaria Tuti

"Farò di tutto per mantenere la nostra promessa. Perché non è bastata una vita per dimenticare"

Protetta dalle mura di una casa nascosta dal rampicante, Edna aspetta un segno. Da sempre sogna il giorno in cui potrà mantenere la parola data. L’unico a farle compagnia è Emil, un pappagallo dalle grandi ali blu. Non le è mai servito altro. Fino a quando una notizia la costringe a uscire dall’ombra e a mettersi in viaggio. È arrivato il momento di tener fede a una promessa a lungo disattesa. Una promessa che lega il suo destino a quello dell’amico Jacob, che non vede da quando erano bambini. Da quando, come migliaia di coetanei, furono costretti ad affrontare un terribile viaggio a piedi attraverso le montagne per raggiungere le fattorie dell’Alta Svevia ed essere venduti nei mercati del bestiame. Scappati dalla povertà, credevano di trovare prati verdi e tavole imbandite, e invece non ebbero che duro lavoro e un tozzo di pane. Li chiamavano «bambini di Svevia». In quel presente così infausto, Edna scoprì una luce: Jacob. La loro amicizia è viva nel suo cuore, così come i fantasmi di cui non ha mai parlato. Ma ora che ha ritrovato Jacob, è tempo di saldare il suo debito e di raccontare all’amico d’infanzia l’unica verità in grado di salvarli. Per riuscirci, Edna deve tornare dove tutto ha avuto inizio per capire se è possibile perdonarsi e ricominciare. Lungo antiche strade romane e sentieri dei pellegrini, ogni passo condurrà Edna a riscoprire la sorpresa della vita, ma al contempo la avvicinerà a un passato minaccioso. Perché anche la fiaba più bella nasconde una cupa, insidiosa verità. I bambini di Svevia è un romanzo indimenticabile. Per la capacità di leggere l’animo umano con profondità ed empatia. Per il coraggio di far luce su un capitolo poco conosciuto della storia italiana, quello dei bambini che, per tre secoli e fino alla seconda guerra mondiale, venivano venduti dalle famiglie per lavorare nelle fattorie dell’Alta Svevia. Per la protagonista, Edna, un personaggio vivido e coinvolgente. Una storia che è un tuffo in un mondo in cui la natura dice più delle parole e in un passato dimenticato che chiedeva di essere raccontato.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,97
di 5
Totale 68
5
31
4
18
3
10
2
4
1
5
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sara

    18/09/2020 15:35:16

    Una storia piena di dolore, coraggio, libertà, tenacia e speranza che dura fino all’ultima pagina. Un capitolo di storia a molti sconosciuto che invece merita di essere ricordata.

  • User Icon

    Alfio

    31/07/2020 20:28:45

    Un libro molto intenso ma che lentamente ti entra dentro con il passo lento della protagonista. Che Edna sia una donna anziana è un valore aggiunto del racconto non un limite Edna rappresenta una generazione orgogliosa e fiera che non si piega all'avanzare degli anni Esistono anziani così ne ho conosciuti e li ho immensamente ammirati. È vero è anziana ma il suo cuore e i suoi sogni sono giovani Per me un libro bellissimo sull' amicizia, sul dolore e sulla bellezza dei sogni

  • User Icon

    Chiara

    04/06/2020 22:11:00

    Interessante la vicenda storica, poco credibile l'avventura a ritroso di Edna all'età di quasi 90 anni. La narrazione è risultata poco scorrevole anche se le idee sono valide

  • User Icon

    Dona

    26/05/2020 12:11:20

    Ho apprezzato molto questo libro, mi ha permesso di conoscere una parte di storia, ora quasi dimenticata, del nostro paese che non conoscevo. Anche le descrizioni dei paesaggi sono molto belle e ti fanno venire la voglia di percorrere la strada come Edna, anzi l'ho percorsa insieme a lei. Meraviglioso anche l'altro protagonista della storia Emil. Ho imparato tante cose sui pappagalli che non conoscevo. Il finale mi è sembrato un pò banale. Rimane comunque un bel libro.

  • User Icon

    Teresa

    23/05/2020 08:38:41

    I bambini di Svevia, erano i lavoratori dai 5 ai 14 anni che ogni anno lasciavano le loro famiglie per andare a lavorare nelle campagne bavaresi. Sono i protagonisti di un triste capitolo di storia dimenticato, che ha le radici nella Val Venosta. È la storia di bambini a cui è stata rubata l’infanzia, è la storia di Edna, di Jacob e della loro promessa. È la storia del lungo viaggio, fisico e nella memoria, di Edna per “saldare un vecchio debito.” Una lettura iluminante

  • User Icon

    audrey

    20/05/2020 14:53:56

    È un bel romanzo, che richiama una parte di storia che è stata quasi dimenticata. Il finale è molto dolce e ci dice che ogni cosa si chiude, come un cerchio, anche quando sembra che non sia così. Linguaggio a tratti un po' troppo costruito, a volte less is more. Leggendo mi è venuto spesso da pensare che era un peccato leggere cose davvero poco verosimili, avrei preferito cose più semplici ma più credibili per rendere la storia più reale. Tutto sommato bello.

  • User Icon

    Paolo

    17/05/2020 15:43:57

    Le vicende di Edna oggi sono assolutamente assurde e prolisse questo mi ha predisposto male nei confronti di tutta la storia, peccato perche' nutrivo molte aspetative.

  • User Icon

    Chiara

    17/05/2020 08:34:00

    Sicuramente un libro "serio", ma non "serioso". Un tema delicatissimo della storia reale del nostro Paese viene infatti affrontato dell'autrice con rigore storico e riferimenti a fatti caratterizzati da una profonda sofferenza umana, ma sapendo unire anche leggerezza ed umorismo. Ci si affeziona alla protagonista e viene spontaneo fare "il tifo" per lei nel suo lungo viaggio a ritroso in un passato difficile e da riscattare. Davvero un viaggio di "purificazione". Molto bello e ben scritto, sicuramente da leggere per non rimanere all'oscuro di un pezzo di storia spesso celato nei libri.

  • User Icon

    MariaElena

    16/05/2020 18:01:07

    Un libro molto molto bello, mi è piaciuto particolarmente.

  • User Icon

    Bruno

    16/05/2020 14:46:17

    Volevo comprendere, pienamente, chi potessero essere i bambini del titolo e quindi ho acquistato il libro. In Edna e nell’amicizia con il suo pappagallino c’è un senso di appartenenza che forse oggi è molto raro trovare. Volevo subito conoscere maggiori dettagli della storia tra Edna e Jacob e, nel proseguire con la lettura ho raccolto tanti elementi preziosi per la mia curiosità iniziale. Ideale da regalare.

  • User Icon

    Barbara

    15/05/2020 20:04:55

    Romanzo commovente che mi ha fatto conoscere una pagina di storia a me sconosciuta. Le vicende di questi bambini che venivano venduti per andare a lavorare nelle fattorie mi hanno davvero toccato il cuore. Anche il personaggio di Edna mi ha conquistata con la sua determinazione e la forza di adattamento per raggiungere lo scopo della sua vita. Consigliatissimo.

  • User Icon

    assunta

    15/05/2020 19:31:29

    che cosa dire di questo libro? meraviglioso.

  • User Icon

    vinc

    15/05/2020 18:44:01

    I bambini di Svevia è un libro che narra la storia di una anziana signora che decide di ripercorrere le orme di quando era bambina per rincontrare il suo caro migliore amico d'infanzia con il quale non si vede da tutta la vita. A tal proposito che affronterà molti ostacoli molti dei quali devo fermare risultano essere troppo fantasiosi per il fatto che vengono compiuti da un'anziana signora. Nel complesso è davvero un ottimo libro che consiglio moltissimo.

  • User Icon

    Pasquale

    15/05/2020 09:52:39

    Un romanzo che mi appassionato tanto, aprendo una finestra sui bambini di Svevia che non conoscevo. Da tanto non leggevo un libro che ti prende fin dalle prime pagine e che vorresti non finisse. Una storia crudele raccontata con amore perché alla fine tutti vorremmo essere come Edna

  • User Icon

    Laura

    15/05/2020 09:23:18

    Romanzo curioso soprattutto per la storia, che racconta le avventure di una signora anziana e del suo pappagallo. L'originalità del romanzo è proprio in questa strana coppia e nel loro legame unico, di cui si scoprirà l'origine attraverso numerosi flashback. I flashback costituiscono una storia parallela, nella quale la protagonista racconta il retroscena della propria infanzia e degli altri bambini che, come lei, erano costretti a una vita di lavoro e sfruttamento. La vicenda di questi bambini, che si snoda in un determinato periodo storico e in una precisa area geografica, è stata lasciata alla memoria di pochi ed è quasi passata sotto silenzio.L'autrice quindi sente il dovere di raccontarla; esplicita la sua intenzione fin dal titolo; in realtà a mio parere il romanzo pecca proprio in questo, mi è sembrato che la vicenda dei bambini rimanga un po' oscurata rispetto alla storia di Edna, che, con il suo viaggio avventuroso e pieno di incontri, risulta ingombrante rispetto alla storia sociale e di sfondo che dà il titolo al libro. La lettura comunque è piacevole, il linguaggio chiaro e semplice. Curiosi i personaggi che la protagonista incontra, che sottendono un ottimismo di fondo energicamente offerto dall'autrice.

  • User Icon

    Giusy

    13/05/2020 15:26:36

    Il coraggio del personaggio mi ha dato una buona ispirazione per la mia vita personale, mi sono immedesimato molto nelle vicende raccontate!

  • User Icon

    Simo

    12/05/2020 08:15:42

    Quale sarà il segno che Edna aspetta da tempo nella sua abitazione in compagnia di un pappagallo blu? Al lettore l’ardua sentenza nelle pagine che seguono. E’ stata una storia che mi ha toccato da molto vicino facendomi riflettere tantissimo. In particolare ho trepidato per il modo in cui questi bambini del romanzo dovevano attraversare, a piedi, vasti territori. Bellissimo romanzo. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Antonella

    11/05/2020 21:29:55

    Bastano poche pagine per entrare nel mondo di Edna e di Jacob, e per sentire il bisogno di conoscere qualche dettaglio in più della loro storia... una storia che appare segnata da una profonda ferita, in grado di trasformare dei bambini in piccoli adulti. Si tratta di un romanzo incredibilmente coinvolgente, da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    diario di una book lover

    11/05/2020 18:21:17

    “Ha voglia di ascoltare una storia?” chiese con voce pacata, scaldata da un sorriso appena un po’ storto, come gli occhiali appiccicati alla fronte. “Non le prometto che la guarirà dal suo dolore. Ma c’è una cosa che le storie, tutte le storie, possono fare. Lei la ascolti. E poi, mi dirà.” I bambini di Svevia è un romanzo davvero indimenticabile che: - fa luce su un capitolo della storia poco conosciuto, quello dei bambini che per ben tre secoli furono venduti al mercato del bestiame alle fattorie dell'Alta Svezia; - la protagonista, Edna è un personaggio vivido, tenero, che mi ha commossa - complice una scrittura davvero bella - per quel suo essere rimasta un po' bambina, nonostante l'infanzia le sia stata negata; - la scrittura che, come anticipavo è tanto bella, poetica, ci trasporta in un mondo in cui la natura palpita e in un passato che scalpitava per essere raccontato. È un romanzo questo che mette in luce quanto l'infanzia condizioni l'intera esistenza; ci fa riflettere sul fatto che l'età non è un limite e non è mai troppo per rimediare ai propri errori; ci mostra quanto un incontro in apparenza insignificante possa cambiarci e aprirci a nuove strade. Non posso non sottolineare che questa storia assume tratti surreali - basti pensare al fatto che la protagonista è una novantenne che intraprenderà insieme al suo pappagallo Emil, un viaggio su per le antiche strade romane e per i sentieri dei Pellegrini - ma, a mio avviso, questo aspetto fornisce al racconto una marcia in più, un non so che di magico. Questa è la storia di due bambini che rinchiusi in una fattoria ai margini della foresta avevano creduto in una fiaba e si erano messi in testa di rubare il paradiso e proprio a mo' di fiaba è raccontata. E voi cosa aspettate a intraprendere questo viaggio insieme ad Edna & Emil? Lettura consigliatissima in questi giorni di reclusione (e non solo).

  • User Icon

    Barbara

    11/05/2020 16:55:17

    Romanzo tanto osannato negli ultimi mesi ma che sinceramente non mi ha convinto al 100%. Di positivo c'è sicuramente l'aver raccontato una pagina di storia poco conosciuta, la storia di bambini poveri venduti per lavorare nelle ricche fattorie tedesche. Bambini sfruttati e abusati che spesso non tornavano più a casa. Di positivo c'è pure la scrittura che ti coinvolge e riesce a toccare le corde giuste. È un libro che trasmette emozioni, che in certe parti ti fa davvero commuovere. Ma, se il racconto di quanto ha dovuto sopportare la protagonista da bambina è intenso, drammatico e appassionante, non vale lo stesso per il presente di Edna. Insomma per me non è credibile che una signora novantenne scali da sola le montagne con il trasportino contentente un pesante pappagallo vecchio quanto lei. Ecco, questo mi ha indisposto molto. Nel complesso però non posso dire sia un cattivo libro.

Vedi tutte le 68 recensioni cliente
  • Romina Casagrande Cover

    Romina Casagrande vive e insegna a Merano, in provincia di Bolzano. Laureata in lettere classiche e appassionata di storia, ha collaborato con alcuni musei, realizzando percorsi didattici interdisciplinari. Ama la natura, la montagna e condivide la sua casa con tre pappagalli, due cani e un marito. I bambini di Svevia è il suo romanzo d’esordio. Approfondisci
Note legali