Categorie

Bastardi senza gloria (1 DVD)

(Inglourious Basterds)

Paese: Stati Uniti; Germania
Anno: 2009
Supporto: DVD
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,99

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Tarantino riscrive la Storia raccontando un attentato a Hitler collocato nell'unico luogo per lui possibile: un cinema

Trama
Nella francia occupata durante la seconda guerra mondiale un gruppo di statunitensi ebrei conosciuto come "I bastardi" è scelto per portare lo scompiglio nelle linee nemiche uccidendo i nazisti e tagliando loro lo scalpo. La strada dei Bastardi si incrocia con quella di una giovane francese che gestisce un cinema ribelle a Parigi. Il comune desiderio di rivalsa della ragazza e del gruppo di soldati scelti convergerà nel comune progetto di eliminare in un colpo solo le alte sfere del Terzo Reich, Hitler compreso.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Il Cinefilo

    07/05/2014 16.46.11

    Ennesimo filmone del maestro del pulp Tarantino con la sua contaminazione di generi (storico, guerra, horror-splatter, action, black humour, western), stili (si passa da Leone a Godard) che confermano il suo smisurato amore per il Cinema con la C maiuscola. Ottimi come sempre i dialoghi e gli attori (l'incarognito Brad Pitt, uno strepitoso Waltz e la Laurent su tutti) e la colonna sonora, sia anacronistica che varia, è il pezzo forte del film. Non mancano le solite esagerazioni e le forti scene di violenza tipiche del cinema tarantiniano ma il film è godibile e spesso memorabile (la scena iniziale, quella della presentazione dei Bastardi, la sequenza della taverna che termina con una sparatoria assurda e quella del cinema rimarranno marchiate nella memoria di ogni cinefilo). Non è il fiore all'occhiello della carriera di Tarantino (Django Unchained è decisamente superiore), ma è senza alcun dubbio un capolavoro.

  • User Icon

    Sara

    19/12/2013 20.38.43

    Quentin colpisce ancora! Film molto particolare ma come sempre Quentin ha prodotto un nuovo capolavoro! Consigliato!

  • User Icon

    Alex

    18/12/2013 16.47.01

    Un'altro capolavoro del grande Quentin,il nome dice gia' tutto,chi non l'ha ancora visto deve subito rimediare,spettacolo stragarantito!!!!

  • User Icon

    Davide

    24/11/2013 11.32.56

    Per decenni il cinema americano ha iconizzato i nazi come cattivi per eccellenza ; Tarantino conosce lo stereotipo e taglia la testa al toro : ammazza direttamente Hitler. Strepitoso. Aggiungiamo che questo è il suo film più leoniano , la straordinaria interpretazione di Cristoph Waltz ( ma mi spiegate com'é che questo eccellente attore non aveva sfondato fino ad allora ? ) e otteniamo uno dei migliori film degli ultimi cinque anni. Chapeau.

  • User Icon

    Lorenzo1985

    26/09/2013 21.08.08

    L'ho acquistato e l'ho visto al cinema ma non mi è piaciuto! Ha una lettura quasi fumettistica su un argomento così delicato e serio come il nazismo! Sembro ipocrita avendolo acquistato ma l'ho fatto perchè sono un collezionista! Deludente

  • User Icon

    michele

    28/08/2013 22.49.33

    Tarantino non lascia mai indifferenti. Personalmente non amo gli eccessi pulp di alcune sue opere (non mancano neanche in questa), ma devo riconoscere che ha una specie di magia nel fondere linguaggi tradizionalmente non congruenti; non so quanti altri registi sarebbero in grado di girare un film ambientato nella Francia occupata dai nazisti, operando una contaminazione così riuscita tra una quantità di generi: bellico, action movie, western, black comedy, con alcune sequenze di taglio quasi documentaristico. E poi, è andato a scovare un attore praticamente sconosciuto come Christoph Waltz, che sfodera una magnifica interpretazione nei panni del mellifluo e temibile colonnello tedesco a caccia di ebrei. Per concludere: storia avvincente e molto ben congegnata, recitazione di alto livello da parte di tutto il cast, bellissima fotografia, regia e montaggio perfetti. Come dare un voto inferiore al massimo?

  • User Icon

    ricki

    04/07/2013 10.41.24

    dei film di Tarantino non certo il fiore all'occhiello... alcune scene rimangono comunque straordinarie. Su tutte il dialogo iniziale

  • User Icon

    Ernesto

    10/05/2013 21.14.07

    Film penalizzato in parte dalle numerose scene in lingua originale con sottotitoli. Specialmente quando i sottotitoli per la velocità dei dialoghi, si susseguono rapidamente impedendone la completa lettura. O gurdi il film, o leggi i sottotitoli.

  • User Icon

    MF

    19/01/2013 13.38.24

    Uno dei massimi capolavori di Quentin Tarantino, che cambia genere ma non rinuncia a mettere in scena le tematiche che gli stanno più a cuore. Lo stile di Bastardi Senza Gloria è più raffinato e dimostra che Tarantino è pur sempre Tarantino, nonostante il decennnio da Pulp Fiction. Un film geniale, incredibile e sorprendente, che vi colpirà sicuramente. Ottima edizione DVD.

  • User Icon

    Mr gaglia

    17/01/2013 15.29.01

    Geniale! Secondo solo a Pulp Fiction.

  • User Icon

    Robertinho

    29/08/2012 12.49.16

    Tarantino si ripresenta al pubblico con un film davvero convincente! Ritmo incalzante come nel suo stile, dialoghi ricchi di intensità psicologica tale da caratterizzare al meglio ogni personaggio( grazie anche all'uso libero, per lunghi tratti, della lingua originale ). Non è il solito film di guerra e neppure la già vista seppur condivisibile denuncia contro le persecuzioni antisemite; anzi in questo caso gli ebrei, incarnati sia dal personaggio di una donna con spiccata personalità e assetata di vendetta di nome Shosanna Dreyfus( Mélanie Laurent ) sia da un gruppo di ebrei sanguinari specializzati nella ricerca di nazisti capitanati dal tenente Aldo Raine( Brad Pitt ) cercano di reagire, magari anche ponendo in essere una pur non condivisibile eccesiva violenza. La bravura del regista è insita nella sua capacità di metabolizzare un universo cinematografico di cui si nutre costantemente per carpirne i pregi, farlo proprio, attingerne i segreti per poi rielaborarlo in modo del tutto personale a volte modificando leggermente il proprio stile ( bastardi senza gloria seppure è un film che ha come tema quello della guerra non si presenta estremamente violento ); Tensione, ritmo, dialoghi eccelsi( riferimenti a Sergio Leone ) ed in special modo un finale del tutto originale, l'attentato ad Hitler nel cinematografo, rendono questo regista un vero genio del cinema contemporaneo. Da ricordare la grande interpretazione messa in campo da Christoph Waltz!

  • User Icon

    Giuseppe

    27/08/2012 04.59.34

    noioso come film senza logica ne trama compatta. voto 2

  • User Icon

    Gabry

    02/07/2012 14.41.26

    Tarantino o lo ami o lo detesti, non ci sono mezze misure. Ho trovato questo film il suo ennesimo capolavoro. Nell'orrore e nella tragedia trova sempre il modo di inserire una nota ironicamente scanzonata, seppure distorta. Le musiche sono a dir poco azzeccate e nello stesso tempo anacronistiche. Appoggio chi consiglia di vederlo almeno due volte per cogliere qualcosa che e' sfuggito alla prima visione.

  • User Icon

    Gianni F

    13/11/2011 14.31.50

    Tarantino mi piace e ho visto tutti i suoi (pochi) film, ma questo è noioso, noiosissimo, e il problema è costituito proprio dai dialoghi, che rispetto al passato sono solo interminabili, noiosi e per niente originali. Ho abbandonato al primo tempo perchè il film è girato male rispetto ai film del passato, non sembra neanche di vedere un film di Tarantino. Lo sconsiglio vivamente.

  • User Icon

    Aldo

    06/09/2011 13.07.45

    Film senza infamia e senza lode, la storia è poco credibile, nessuna scelta filmica particolare da ricordare. Insomma sugli episodi della II guerra mondiale c'è decisamente di meglio nella storia del cinema.

  • User Icon

    Sugar

    30/07/2011 01.56.00

    mi è piaciuto molto..dura parecchio ma il tempo è volato...il solito Tarantino, con i suoi dialoghi e il suo splatter...bello

  • User Icon

    Mr_Sunday

    05/07/2011 18.44.45

    Grandissimo. Per cogliere tutte le sfumature e capire appieno tutta la complessità dei personaggi (in particolare il colonnello Landa, interpretato da un Waltz che da solo vale il prezzo del biglietto) deve essere visto più volte. Merita di essere visto una volta anche in lingua originale. Piacerà anche a chi non può sopportare Tarantino.

  • User Icon

    JD

    03/01/2011 14.30.08

    Alla fine mi sono deciso ad ascoltare chi mi diceva di vederlo,perchè ne valeva la pena,e sono contento di scoprire che in parte è così.Tarantino(che interpreta il primo tedesco morto ad essere scotennato)mette a frutto nuovamente la propria passione per il cinema(stavolta non solo di serie b),e costruisce un film fatto si di citazioni come "Kill Bill" e "Grindhouse".Ma manda all'aria qualsiasi verosimiglianza storica facendo del cinema un'occasione per mettere in scena le fantasie più scatenate(come mostra chi muore nella strage finale),mischiate all'abituale pastiche di generi(horror,western,bellico,Chaplin,Hawks,Ford,la Riefnestahl,"Salvate il soldato Ryan",ecc...)e mirate a cercare il divertimento più puro.Ed e qui che sono rimasto un pò deluso.Mi aspettavo i dialoghi mirabolanti alla "Pulp fiction"(qualcuno li ha messi addirittura sullo stesso livello)ad accompagnare i numerosi momenti truculenti.Non è così.I dialoghi non sono granchè ed è più la mancanza di logica e il ritmo a strappare qualche risata.Ma resta comunque il miglior film del regista da un pò di tempo a oggi.Ed è innegabile la capacità di mostrare con pochi tocchi tutto lo squallore egocentrico e maniacale dei nazisti(esemplare il personaggio di Fredrick Zoller,cecchino/attore che sembra pentito di essere ciò che è,ma alla fine si rivela come gli altri).Mike Myers,ex Austin Powers,è l'ufficiale Ed Fenech(in omaggio a EDwige Fenech).Bisognerebbe guardarlo in lingua originale per gustarsi la scena in cui Pitt(ottimo,anche se l'oscar lo ha vinto Waltz[Landa])e i suoi soldati si fingono siciliani(e uno di loro si fa chiamare Antonio Margheriti,come il regista nostrano).A quanto pare ci sono state polemiche per il desiderio di vendetta degli ebrei apologetizzato.Io dico:se ci fossero stati veramente questi "Bastardi",forse la storia avrebbe davvero preso una piega diversa.Il titolo si riferisce al trascurabile film di Enzo G.Castellari "Quel maledetto treno blindato"(anche se le storpiature lessicali T

  • User Icon

    Giuseppe

    05/10/2010 22.05.32

    Ennesimo stupendo film di Tarantino. Una sceneggiatura fantastica, scene interpretate magistralmente (menzione particolare per la straordinaria prova di Christoph Waltz) e le solite, grandi trovate del genio Quentin. "Questo potrebbe essere il mio capolavoro": sembra sia il regista a parlarci per bocca di Aldo Raine/Brad Pitt. Non saprei dire se si tratta del suo capolavoro assoluto; sicuramente si tratta di un capolavoro.

  • User Icon

    HULK

    22/07/2010 15.05.18

    Quando sento, vedo, ascolto strafalcioni mi...... Chi pretende di giudicare Tarantino DEVE conoscere la storia del cinema, dato che di questa materia si tratta. Il colonnello raffinato non va, i nazisti urlanti, come i giapponesi, come il West di Jhon Waine SONO INVENZIONI CINEMATOGRAFICHE. PROVATE a vedere la notte dei colonnelli, dove Omar Sharif è un ufficiale tedesco che da la caccia ad un serial killer, i suoi sopetti cadono su un gruppo di generali in Europa, NON URLA, E' UN RAFFINATO AVVOCATO. Naturalmente è presente molto altro SCOPRITELO, STUDIATE. Il film di Castellari non c'entra niente con Tarantino, si è trattao sempre di uno specchietto per le allodole per chi di cinema ne mastica poco e sputacchia sentenze, certamente il regista italiano interpreta lo stesso cameo come nel suo film, ma con LA SPORCA DOZZINA, opera di culto per Castellari, con bastardi c'entra poco. Si incrociano Leone, Truffaut, Godard, si parla ma poco si vede di Pabs. Si tratta di cinema , non di storia, come Duel dove in pratica non c'è niente , se non una motrice che insegue un'auto, ma SI TRATTA DI CINEMA ALLO STATO PURO. Sicuramente quando si afffrontano i temi come la guerra ...pot,pot ,pot. Ma la guerra , quella vera il cinema anche il più relista la reinventa. Per non Parlare dell'incubo Apocalipsy, o dei proletari alla guerra Il Cacciatore.

Vedi tutte le 43 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

2010 - Oscar [Academy Awards] Miglior Attore non Protagonista Waltz Christoph
2010 - Golden Globe Miglior Attore Non Protagonista Waltz Christoph
2009 - Festival di Cannes Miglior Attore Waltz Christoph

  • Produzione: Universal Pictures, 2010
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 152 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Bulgaro; Inglese; Italiano; Olandese; Portoghese; Rumeno; Spagnolo
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2