Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Bastava chiedere! Dieci storie di femminismo quotidiano - Emma - copertina

Bastava chiedere! Dieci storie di femminismo quotidiano

Emma

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Giovanna Laterza
Editore: Laterza
Edizione: 3
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 20 febbraio 2020
Pagine: 186 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788858139233

11° nella classifica Bestseller di IBS Libri Società, politica e comunicazione - Argomenti d'interesse generale - Problemi e processi sociali - Femminismo e teoria femminista

Salvato in 780 liste dei desideri

€ 17,10

€ 18,00
(-5%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Bastava chiedere! Dieci storie di femminismo quotidiano

Emma

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Bastava chiedere! Dieci storie di femminismo quotidiano

Emma

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Bastava chiedere! Dieci storie di femminismo quotidiano

Emma

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 17,10 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Storie insieme esilaranti e tremendamente serie. Un fumetto femminista che ogni donna dovrebbe leggere.

«Divertente e importante. Un libro da lasciar scivolare sulle scrivanie di tutti i vostri colleghi» - Elle

«Per molte di noi vedersi in questo libro sarà una rivelazione, per altre un dolore, per tutte un'opportunità preziosa» - Michela Murgia

«Emma racconta la quotidianità delle donne – il lavoro, la coppia, la famiglia – da una prospettiva nuova, attraverso l’arma leggera ed efficace del fumetto» - IlikePuglia

«Vignetta dopo vignetta, Emma illustra (mai verbo fu più appropriato!) le sue idee con argomentazioni tutt’altro che banali. Certi comportamenti non sono innati o geneticamente determinati: gli esseri umani di sesso femminile non nascono con la predisposizione a rimettere in ordine il caos lasciato in giro dagli esseri umani di sesso maschile» - Corriere della Sera

Conosci la scena: sei tornata dal lavoro, hai fatto la spesa, stai preparando la cena e nel frattempo pensi a quando pagare l’affitto / chiamare l’idraulico / prendere la pillola / finire quella mail di lavoro / controllare che i tuoi figli (se li hai) abbiano fatto i compiti / prenotare il dentista per loro. Tutto questo mentre il tuo compagno ti chiede se per caso sai dove sono finite le sue scarpe.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,38
di 5
Totale 26
5
19
4
4
3
0
2
0
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ilaria B.

    01/05/2021 09:11:44

    "BASTAVA CHIEDERE. 10 storie di femminismo quotidiano - EMMA" @editorilaterza. Un moderno manifesto femminista a fumetti! Vignette molto ben disegnate, che fanno: 1) riflettere (molto); 2) sorridere (è un sorriso spesso amaro però, quello che strappa una frase come "una società in cui le donne, nella cultura e nei media, vengono rappresentate essenzialmente come moglie e madri 🤱, mentre gli uomini sono gli eroi 🦹 (?!), protagonisti di avventure appassionanti, al di fuori delle mura domestiche"); 3) indignare (troppo, ma lo sapevate che secondo uno studio condotto negli Stati Uniti tra il 2015 e il 2017 su pazienti affetti da cancro, le donne malate vengono lasciate sole nel 20,8% dei casi, contro.il 2,9% degli uomini? 4) inca .. are 🤬 (a me, tantissimo, specie sul tema "cultura dello stupro", quel "mito" per cui gli uomini non sarebbero capaci di controllarsi, e, per evitare "problemi", spetterebbe alle donne mostrarsi meno attraenti!). Siamo nel 2021, c'è ancora bisogno di parlare di femminismo?! Leggete Emma ... e "se ancora non sei femminista, scoprirai di esserlo"! p.s. Un'ora di applausi 👏  per l'introduzione di Michela Murgia "In quella surreale preghiera di morte mia madre mi dimostrava di aver già capito quello che l'autrice di questo libro ha, con grande intelligenza, messo in forma di vignetta: il concetto di carico mentale, quel processo per cui si chiede alle donne di complicarsi la vita per semplificare quella di chi amano. Il sottinteso ricattatorio, che resta ai miei occhi la forma peggiore di manipolazione emotiva mai inventata, è che se si rifiutano di assumere questo ruolo allora non è vero amore. O non è vera donna".

  • User Icon

    Isabella

    27/04/2021 10:54:44

    molto carino, penso sia un'ottima introduzione ad alcuni temi del femminismo.

  • User Icon

    AdrianaT.

    18/03/2021 08:57:47

    Sottoscrivo completamente l'opinione di Marty! Se la maggior parte delle donne, dopo cinquant'anni di femminismo (quello vero), non ha ancora capito, accecata dal mito del multitasking e limitata dalla propria ottusità, come tenersi alla larga dalle situazioni mortificanti e dalla scelta di uomini sbagliati, allora vuol dire che proprio non ci arriva. Il meglio che ha saputo fare, in questi ultimi anni, è continuare con il disgustoso vittimismo che francamente, da donna, mi fa partire l'embolo: che cominciassero a mettersi in discussione per prime sul loro atteggiamento nei confronti dei maschi (che è sempre più mirato all'umiliazione, ricattatorio e manipolatorio) e si prendessero in toto le loro responsabilità, non solo quando fa comodo starnazzare di 'emancipazione', per poi coprire gli errori rifugiandosi dietro 'il rispetto della donna' quando sono esse per prime a non rispettare il maschio anche solo in quanto individuo. Non se ne può veramente più di donne stupide e arroganti che ti rifilano ridicoli pistolotti sull'emancipazione, senza alcuna presa di coscienza e consapevolezza del RISPETTO DELLA DIVERSITA' DEI GENERI su cui costruire una vera Parità, e che si vergognassero pure quegli uomini che, per convenienza, ipocrisia e piaggeria di comodo, danno loro, furbescamente, corda.

  • User Icon

    Marty

    10/03/2021 17:34:31

    Ma tutti quelli che hanno dato 5 stelle quanto sono frullati ? Possibile che la gente non abbia più senso critico, ma sia ormai allineata al pattume unico? Perché questo libro mi è sembrato una lagna piena di stereotipi? I casi proposti sono proprio dei cliché facilmente disinnescabili. Se questo è il femminismo nel 2021, siamo a posto. Una stella è anche troppo. Non vale la carta di stampa. Solo una come la Murgia poteva fare la prefazione di un libro così.

  • User Icon

    Marcy5

    14/02/2021 11:06:25

    Bellissimo, educativo e divertente! Da leggere!

  • User Icon

    Lucia

    09/02/2021 08:43:24

    Un bellissimo fumetto, divertente e che, purtroppo, rispecchia la vita di molte donne. Da leggere.

  • User Icon

    Bri

    22/10/2020 10:34:22

    Davvero una lettura piacevole. Dal format leggero per trattare temi complessi, il libro apre diversi percorsi di riflessione su dettagli insidiosi della disparità di genere quotidiana che ancora affliggono la stragrande maggioranza delle donne in quanto a carico mentale e pianificazione domestica.

  • User Icon

    Fabiana

    23/09/2020 15:00:18

    L’ho ADORATO. Leggetelo!

  • User Icon

    GIUSEPPE

    02/08/2020 19:33:47

    un volume carico di banalità, con concetti ripetuti in modo ridondante, la conclusione dei capitoli è priva di senso e non ci sono proposte migliorative. Stanca un po' la solita contrapposizione maschi-femmine, sembra di leggere il Capitale di Marx con le femmine sfruttate dai crudeli maschi

  • User Icon

    simo

    16/07/2020 07:40:33

    Una bella lettura, sul femminismo, la condizione della donne. Non solo da far scivolare sul tavolo dei maschi, ma da far leggere anche alle donne. Ben scritto e scorrevole, in alcuni punti tragicamente reale. Lo consiglio.

  • User Icon

    carezzedicarta blog

    15/06/2020 10:06:05

    Attraverso 10 storie rappresentate a fumetto, storie a tratti ironiche e  divertenti ma tragicamente reali, ci viene raccontato un universo femminile sofferente, schiacciato e ancora con scarsa coscienza di sé. Si parla  del "carico mentale", cioè il doversi occupare non solo della famiglia ma anche di tutto ciò che ruota intorno ad essa, della discriminazione sul posto di lavoro, della sessualità senza libertà, della solitudine durante la maternità, delle violenze non necessariamente fisiche, dei condizionamenti culturali e di molti altri aspetti del femminismo. Uno sguardo attento e penetrante su situazioni in cui purtroppo  spesso ci siamo ritrovate.Un libro da leggere,  ma forse ancora di  più da far  leggere agli uomini che ci circondano, i quali  spesso tranquilli e beati sembrano vivere in un mondo parallelo.  Un libro da far conoscere ai nostri figli, maschi e femmine, per educarli al rispetto e alla non passività.

  • User Icon

    raggi

    16/05/2020 10:18:32

    Un libro, che personalmente ho letto tutto d’un fiato, che raggiunge in pieno l’obiettivo che uno scritto deve toccare: fare riflettere. Questo fumetto è bellissimo. Veramente dovrebbe essere letto da tutte le donne. Illuminante efficace e divertente.

  • User Icon

    d.

    16/05/2020 07:07:09

    Un libro che tutti dovrebbero leggere. Bellissima trovata quella dei fumetti, rende la lettura piacevole ed ironica.

  • User Icon

    Tiberio

    15/05/2020 09:58:09

    Emma attraverso queste dieci storie ci parla di quello che le donne troppo spesso subiscono quotidianamente, come se fosse drammaticamente …normale. E non si riferisce alla violenza sulle donne, che è una piaga mondiale che trova una tragica eco nel nostro Paese, teatro di circa una vittima al giorno. Ma a quella sottile e subdola differenza di responsabilità e obblighi materiali e morali che la nostra società impone, attraverso abitudini e comportamenti secolari. A partire dall’ipocrita e dannosissima differenziazione dei giochi da “maschi” o da “femmine” nei bambini, fino ai compiti sottintesi nella vita di coppia. Un libro, che personalmente ho letto tutto d’un fiato, che raggiunge in pieno l’obiettivo che uno scritto deve toccare: fare riflettere.

  • User Icon

    antonio cirulli

    15/05/2020 09:18:02

    bello

  • User Icon

    tano

    13/05/2020 21:47:53

    un fumetto che racchiude concetti simpatici e divertenti che riguardano ogni donna

  • User Icon

    roberta

    13/05/2020 14:29:53

    Qualche mese fa avevo letto e condiviso sui social i fumetti della blogger Emma, con la promessa che all'uscita del libro l'avrei comprato immediatamente, in quanto ritengo che sia una ventata di notizie non solo per le donne, ma anche per gli uomini. In effetti, è un libro che secondo me deve essere letto maggiormente dagli uomini per capire il lavoro estenuante non solo fisico ma anche mentale che ogni donna subisce quotidianamente, al lavoro e a casa. Consiglio il libro alle donne, per non sentirsi sole e le parole che trovano all'interno del libro sono per sé stesse.

  • User Icon

    Giada

    13/05/2020 13:52:15

    Non serve essere extra-ordinarie per essere straordinarie e questo libro di Emma lo mette ben in chiaro: il femminismo quotidiano è davvero una svolta di pensiero e vi troverete a concordare in modo assoluto con l'autrice. Bellissimo regalo che mi è stato fatto.

  • User Icon

    Nina

    12/05/2020 12:36:22

    Dovrebbero leggerlo tutte e tutti. Emma, in questa raccolta di materiali dal suo blog, svela con immediatezza i meccanismi della società patriarcale che incatena anche in maniera subdola la routine e i desideri. Esistono per esempio il carico mentale e il lavoro riproduttivo, e prenderne coscienza è tanto necessario quanto urgente. Il lavoro e la sessualità non sono neutri, lo sguardo maschile e la cultura dello stupro pervadono la quotidianità. Tutte queste realtà vanno conosciute e decostruite. È anche un trampolino per conoscere un po' del mondo del pensiero femminista, ampio e variegato. Fumetto inoltre ben documentato.

  • User Icon

    Isabella

    12/05/2020 03:55:44

    È un libro molto bello che parla di femminismo nelle sue più piccole sfaccettature, tra cui il dover fare da cameriera al proprio uomo.

  • User Icon

    anna

    11/05/2020 19:34:05

    Il libro che dovrebbero leggere tutte le donne.. lettura veloce ma ricca di messaggi.

  • User Icon

    Ester

    11/05/2020 16:03:05

    Cos'è il carico mentale? Perché sono soprattutto le donne a sopportarlo. Perché si pensa che alcune mansioni come crescere i figli, occuparsi della casa, occuparsi del benessere degli altri siano compiti "biologicamente" destinati alle Donne? Perché, ancora oggi, sul lavoro uomini e donne ricevono un trattamento diverso? A queste domande, e a molte altre, risponde Emma (fumettista francese, femminista, antirazzista) in questo bellissimo libro illustrato che ci aiuta a prendere consapevolezza di molte dinamiche sociali che non funzionano più. E che, molto spesso, alimentiamo anche noi Donne convinte che "sia compito nostro". Un libro che tutte le Donne dovrebbero leggere ma, soprattutto, che dovrebbero leggere tutti gli Uomini.

  • User Icon

    Clotilde

    11/05/2020 13:46:54

    mi sento di consigliare oggi è «Bastava chiedere» di Emma, blogger, fumettista, ingegnere informatico, ma soprattutto femminista francese. Accompagnato dalla prefazione di Michela Murgia, questo saggio racconta in maniera chiara, metodica, pacata e, per questo, estremamente incisiva, le difficoltà quotidiane delle donne. Si mettono a fuoco alcuni comportamenti e schemi mentali, talmente introitati e assimilati, da apparire alle stesse donne assolutamente normali. In questo senso, per usare le stesse parole della Murgia, leggerlo è stato innanzitutto una rivelazione. Secondariamente è stata anche un’esperienza dolorosa. Da un lato fa male vedere che, nonostante gli sforzi compiuti, la strada da percorrere è ancora molto lunga e piena di salite. Dall’altro, fa ancora più male capire come il femminismo sia una lotta spesso abdicata dalle donne stesse che, specie in ambito familiare, privilegiano un fantomatico «quieto vivere» (quieto sì, ma per chi?) ad una più equa redistribuzione del lavoro e del carico mentale. La famiglia, naturalmente, è solo una parte di un problema ben più complesso di quando lo spazio di un post su Instagram consenta di approfondire. Ma è anche il punto d’avvio cruciale della rieducazione della società. Si dice che «chi ha bisogno non può scegliere» e tutti noi -sì, anche gli uomini- abbiamo bisogno di una società più attenta ai bisogni delle donne. Quindi, quando oggi arriverà l’ennesima mimosa, voi ringraziate e dite che presto ricambierete. Poi acquistate questo libro (non vale la scusa «non mi piacciono i fumetti», perché qui le vignette servono solo come supporto narrativo) leggetelo, e fatelo leggere a chi vi sta attorno. Qui sta l’opportunità preziosa.

  • User Icon

    Marti

    11/05/2020 13:36:23

    Un libro che dovrebbero leggere tutte le donne, me lo hanno regalato ed è stato davvero gradito!

  • User Icon

    IRYNA

    15/03/2020 19:58:51

    Ottima lettura. Spedizione puntuale.

  • User Icon

    rita

    02/03/2020 07:18:28

    Bellissimo e vero! Non ci meritiamo nessuna disparità! Da comprare e regalare a tutte le donne e non solo.

Vedi tutte le 26 recensioni cliente
  • Emma Cover

    È una blogger, fumettista e ingegnera informatica francese. Comincia distribuendo volantini femministi all’entrata delle metro di Parigi prima di andare a lavoro. Nel 2016 decide di aprire un blog. Appena pubblicata online, la storia Bastava chiedere! esplode sul web con migliaia di condivisioni. Oggi le sue storie sono dei bestseller da 100.000 copie e sono tradotte in molte lingue. In Italia Laterza ha pubblicato nel 2020 Bastava chiedere! Dieci storie di femminismo quotidiano Approfondisci
Note legali
Chiudi