Categorie

Franco Forte

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2010
Pagine: 457 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804584421

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Attilio Alessandro

    04/11/2014 06.56.29

    Come al solito, i romanzi di Franco Forte ti avvincono molto. Belle le figure ma Milano esce molto sacrificata....come se non la conoscesse bene. Da leggere

  • User Icon

    Yaris

    20/09/2012 17.04.33

    Bel romanzo, non mi è dispiaciuto, anche se nemmeno mi ha fatto impazzire. La caratterizzazione dei personaggi e la contestualizzazione storica erano impeccabili, praticamente perfetti, e questo mi fa pensare. Forse un po' troppo perfetti? Al romanzo manca qualcosa, forse un po' di vita - non fraintendetemi, non intendo dire che il romanzo sia lento, meno che mai noioso, solo che... diciamo, per fare una metafora che forse farà storcere il naso a qualcuno, che Dio non ha alitato troppo a lungo nelle narici di questo Adamo. Paragonabile a una statua di marmo, impeccabile, bellissima, grandiosa, ma ahimè, sempre un po' freddina...

  • User Icon

    Massimo

    10/05/2012 16.05.20

    Dopo la lettura de "La compagnia della morte", dello stesso autore, nutrivo pochi dubbi su questo libro ambientato un paio di secoli più tardi nel ducato milanese e davvero, confermando la gran parte dei commmenti già presenti, devo dire che è difficile che il racconto non gratifichi e coinvolga, di molto anche, gli appassionati di romanzi storici. I personaggi ed i loro sentimenti sono ben descritti, la trama alterna momenti di tensione ed azione (l'incombenza della peste, gli scontri armati, le violenze, talvolta perpetrate in nome di Dio) a momenti descrittivi (del modo di vivere e di abbigliarsi di allora, della città di Milano, delle attività che in essa fervevano) in una miscela equilibrata e sostenuta da una solidissima conoscenza storica, piena di interessanti riferimenti ed evidente frutto della passione e della ricerca approfondita che Franco Forte ha dimostrato nello scrivere una storia che probabilmente avrà un seguito (speriamo presto).

  • User Icon

    Marchel Alessandro

    19/03/2012 22.07.31

    Libro scritto frettolosamente. Buona l'idea di partenza ma manca assolutamente l'intreccio narrativo. Sconsigliato vivamente.

  • User Icon

    Albano

    16/03/2012 16.54.55

    Non ci sono parole per descrivere questo romanzo, troppo bello.

  • User Icon

    MARCOTUZ

    18/01/2012 10.04.44

    Mamma mia, il Ken Follet italiano!!!! Già Chartago era stupendo... Ma questo ultimo libro è troppo bello, avvincente e strutturato benissimo, speriamo ci sia un seguito

  • User Icon

    PATRIZIA

    30/08/2011 14.55.24

    Che meraviglia questo libro! Quante emozioni ha saputo suscitare. Gran bei personaggi, tratteggiati splendidamente. Spero davvero che Fulvio, Anita, Mariangela e il cattivissimo di turno tornino a farci compagnia. Amo i romanzi storici e da quando ho letto I pilastri della terra di Follett non ho più trovato un libro in grado di appassionarmi tanto. Il complimento più grande che posso fare è: peccato averlo finito.

  • User Icon

    Marco Ricciardi

    09/06/2011 17.40.56

    Un libro intenso e coinvolgente, con dei personaggi straordinari, ritratti con pennellate vive di scrittura che ce li rendono reali e tridimensionali, come se emergessero dalle pagine del libro. Così come la ricostruzione storica della Milano di metà del 1500, assolutamente affascinante e sorprendente. Da buon milanese, ho respirato l'aria del passato della mia città come poche volte mi era accaduto. Adesso mi resta solo una domanda da fare, dopo aver gustato questo bellissimo romanzo: quando uscirà il seguito? Perché appare evidente che il libro, pur con la sua giusta chiosa, ha lasciato aperte diverse porte per eventuali seguiti, e a me piacerebbe davvero poter leggere di nuovo delle avventure e peripezie di questi personaggi.

  • User Icon

    MissiS

    07/06/2011 14.39.29

    Non mi sono mai piaciuti molto gli storici tradizionali, prediligo i Romance Storici, ma dietro consiglio di un'amica ho iniziato I BASTIONI DEL CORAGGIO di Franco Forte e non sono più riuscita smettere. Mi sono venute le lacrime agli occhi quando è finito, perché un libro così merita di essere una serie vera e propria che continui ancora per un sacco di romanzi. Spero davvero che l'autore voglia pubblicare presto il seguito di questo libro che mi ha fatto gioire, infuriare, sorridere, piangere e un'altra infinità di emozioni fortissime come raramente mi era capitato, immedesimandomi con i meravigliosi personaggi che contiene. Grazie mille, signor Forte!!! E aspetto il prossimo per conoscere cosa succederà a Fulvio, ad Anita, a Mariangela e a quel b......o di Giussani!!!

  • User Icon

    cristiano

    27/04/2011 19.01.48

    I bastioni del coraggio che dire ..... : BELLISSIMO BELLISSIMO BELLISSIMO , davvero uno dei migliori romanzi storici che abbia mai letto la trama è avvincente fin da subito i colpi di scena sono molti , mille applausi a Franco Forte sei un mito consigliatissimo a tutti i gli appassionati del genere, se cè qualcuno che non ha mai provato a leggere un romanzo storico perchè ha paura di leggersi tipo un classico testo scolastico non preoccupatevi questo non vi deluderà mai !!!1!!

  • User Icon

    Aldo Sarasini

    13/04/2011 11.43.10

    È la prima volta che invio un commento su IBS dopo 10 anni di intense letture , forse é anche giusto che inizi a scrivere commenti inquanto ne sono fruitore.Leggete i libri di Franco Forte, vi catapulteranno nel mondo da lui descritto, vivrete intensamente le emozioni che vivono i suoi personaggi e imparerete anche un po di storia.Buona lettura.

  • User Icon

    Cinzia

    28/03/2011 21.20.25

    Mi rivolgo a chi - come me - non apprezza l'assoluta mancanza di verosimiglianza che caratterizza larga parte dei romanzi storici in commercio: nessun pericolo con I Bastioni del Coraggio! Sono stata piacevolmente spiazzata sia per la cura nella ricostruzione degli ambienti e delle abitudini quotidiane cinquecentesche, sia per la delicatezza con cui sono trattate anche le scene più crude. Franco Forte dipinge il quadro di un'epoca con tinte realistiche e appassionate. I suoi personaggi sono vivi, impossibile non emozionarsi per le loro disavventure. Un libro che consiglio a chiunque sia appassionato di buona letteratura!

  • User Icon

    Diego L.

    04/03/2011 17.14.28

    Libro molto bello, sembra un romanzo ottocentesco con un pizzico di sesso in più, con tanti colpi di scena ma anche con belle pagine e belle scene. Mi sono piaciuti molto i personaggi femminili e alcune ambientazioni. Sempre avvincenti tutte le parti legate alla peste, alla tortura, al carcere, il lato cupo del libro (il lato b). Forse, quando si legge un romanzo storico, è questo ciò che si cerca: quelle cose tremende e truculente che accadevano un tempo, terribilmente pittoresche e intriganti da scoprire oggi? Regalerò una copia a mia madre, appassionata di Manzoni e di storia.

  • User Icon

    Fernando

    31/01/2011 14.09.49

    Mi sono avvicinato ai Bastioni del coraggio, mia prima incursione nel genere storico, temendo un romanzo più simile a un pesante saggio sulla vita nella Milano delo 1500. Niente di tutto questo, anzi, la lettura si è rivelata piacevolissima, grazie anche a una scrittura molto scorrevole, mai noisa e priva di tempi morti. Le descrizioni degli usi del tempo, dalle ambientazioni alle armi, dai vestiti ai cibi tipici dell'epoca, sono molto ben integrate, funzionali alle esigenze del romanzo, spiegano senza mai apparire come una lezione. I protagonisti della storia sono Fulvio Alciati e il suo antagonista Ludovico de Valois, le cui vicende si intrecceranno a quelle della giovane e sfortunata Anita Polidori, e la caparbia Mariangela Comencini che si contrappone all'inquisitore Guaraldo Giussani. Il romanzo si sviluppa alternando i loro il punti di vista, secondo una trama la cui leggera venatura rosa potrà piacere anche al pubblico femminile. Il finale, in cui vengono coinvolti tutti i personaggi principali, lascia intuire un possibile seguito che, viste le premesse, spero di trovare presto sugli scaffali delle librerie. Lo consiglio caldamente.

  • User Icon

    paolo boscaro

    21/01/2011 22.56.24

    Splendido.Saggia ricostruzione dei personaggi, stupenda ambientazione storica, accattivante storia.L'unico difetto e' che il racconto non si esaurisce, lasciando aperto lo spiraglio di un seguito.Lo raccomando vivamente.

  • User Icon

    Patricia

    03/01/2011 22.28.16

    "I bastioni del coraggio" romanzo storico nato dalla creatività di Franco Forte, giornalista, scrittore, sceneggiatore e traduttore che ha pubblicato con Mondadori diverse opere come "Carthago", "La compagnia della morte" e tanti altri testi interessanti. "I bastioni del coraggio" è un romanzo storico avvincente dove vengono narrate con eleganza e maestria tre storie di vita che s'intrecciano nella Milano del 1548, in un clima di violenza e disperazione, lottare per la giustizia, la verità e la sopravvivenza sono le cose più importanti. Le vicende dei personaggi sono ricche di colpi di scena che ti tengono inchiodato alle pagine del testo. I duelli sono descritti minuziosamente tanto da sentirti parte di quella lotta e vivere le stesse emozioni dei personaggi. La storia di Fulvio, onesto e valoroso, di Mariangela, una donna forte che lotta per la verità e di Anita, una dolce ragazzina che nonostante la giovane età lotta contro le avversità della vita in un mondo sporco e adulto. Negli occhi di questi personaggi regna la speranza di un mondo migliore. Dal romanzo si evincono alcuni snodi teologici-filosofici come peccato-paura, paura-castigo, castigo-punizione. Un romanzo da leggere tutto di un fiato perché le storie narrate meritano di essere lette e i personaggi di essere ascoltati perché sono portatori di un messaggio di verità e quest'ultima va sempre inseguita come un bene prezioso.

  • User Icon

    Marco

    24/12/2010 08.35.09

    Un romanzo meraviglioso, si legge tutto d'un fiato non ti staccheresti mai, avevo già letto altri libri dell'autore, ma secondo me qua ha superato se stesso.Mai noiso, mai ripetitivo, le descrizioni dei personaggi e dell'ambientazione storica sono accurate e riescono a farti immedesimare nell'epoca in cui si svolge la storia.Ottimi colpi di scena e bellissimo il finale, lo consiglio a tutti, da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Aldo Selleri

    23/12/2010 15.01.56

    "I bastioni del coraggio" di Franco Forte è la storia di un Robin Hood milanese che si ribella ai soprusi del potere nella Milano del 1500. Guerrieri e spade, madonne e streghe, amore e odio, battaglie e inquisizione, una terribile epidemia... per gli appassionati del romanzo storico, l'ultima impresa di Franco Forte "I bastioni del coraggio" sarà una felice sorpresa. Ma anche per i non tifosi del genere storico, questo nuovo romanzo può rappresentare un'appassionante lettura, soprattutto per chi volesse scoprire il passato remoto di Milano senza annoiarsi mai. Con il ritmo di un thriller, altro genere letterario di cui Forte è maestro, lo scrittore ci riporta nella Milano sconosciuta del 1553, nel cuore di una peste più terribile di quella dei Promessi Sposi. Il Ducato di Milano, sotto la feroce occupazione degli spagnoli, è lo sfondo per le imprese di un eroe dell'epoca, quel Fulvio Arciati che, a colpi di spada e di coraggio, affronta i poteri dominanti. Nella storia della resa dei conti fra il coraggioso soldato di ventura e Ludovico de Valois, arrogante e feroce vicario del Capitano di Giustizia, giocano un ruolo principale due donne: la bella Mariangela Comencini, accusata di stregoneria e la giovane Anita Polidori, preda del comandante al quale non cede. Tra lotte di potere e ingiustizie, stupri e vendette, ci si trova immersi in una realtà storica brutale. Un labirinto di passioni, amori e omicidi, si sviluppa nel corso dell'implacabile duello tra Fulvio Alciati e Ludovico de Valois, che trascinerà tutti i personaggi in un tragico crescendo di tragedie e di espiazione. L'abilità dello scrittore è di trasportarci dentro le pieghe della vicenda come se fossimo nel presente: il suo è un passato-presente che dà al lettore il gusto di un'epoca "dal vivo" e, pagina dopo pagina, restituisce alla vicenda romanzesca l'inconfondibile sapore di una storia vera. Da leggere tutta d'un fiato. Aldo Selleri

  • User Icon

    Manuela

    16/12/2010 09.52.35

    Un romanzo che si legge d'un fiato. Il linguaggio fluido e scorrevole fa da contrafforte a scenari minuziosamente ricostruiti creando, così, un'atmosfera perfetta. Ci si trova catapultati indietro nel tempo e non se ne esce fino all'ultima riga. Sembra di essere lì: le battaglie a colpi di spada, le storie d'amore, la famiglia, il lavoro pesante, le fughe, gli intrighi di palazzo e la lotta per la sopravvivenza in un periodo che sembra tanto lontano dal nostro ma che in realtà ci conferma che gli uomini, in fondo, sono sempre gli stessi. Perché, nonostante siano trascorsi cinque secoli, i sentimenti che animano la vita sono l'amore, l'amicizia, la violenza, l'odio, la generosità, il potere e molti altri ancora. E in questo romanzo sono presenti tutti, raccontati attraverso i personaggi che l'autore ha caratterizzato mirabilmente: ci sono i buoni e i cattivi, e sono così ben delineati che pare di vederli, di sentirli parlare, di provare le loro stesse emozioni. Oltre tutto questo, una perfetta ricostruzione storica che accompagna la lettura senza mai essere pesante e i continui colpi di scena, rendono questo romanzo così coinvolgente da non riuscire a smettere di leggere. Il finale chiude perfettamente il cerchio, e dà al lettore la possibilità di continuare a "sognare".

  • User Icon

    IsabellaF

    11/12/2010 18.52.43

    Dopo la Storia con la S maiuscola di Carthago, Franco Forte ci prende per mano conducendoci nella Milano fosca e spietata di metà cinquecento, facendoci vivere la vita di uomini e donne comuni ma non per questo meno eccezionali, il cui coraggio, morale prima che fisico, è il tema portante di un romanzo intenso e teso. Tra i tanti personaggi del libro, spiccano su tutti il terribile Ludovico e l'indomito Fulvio, mirabilmente delineato, la cui forza interiore è come un faro nell'oscurità del male che sembra poter ingoiare tutto e tutti, ma che non prevarrà. Una lettura appassionante.

Vedi tutte le 29 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione