Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo - Cristina De Stefano - copertina

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

Cristina De Stefano

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Adelphi
Edizione: 3
Anno edizione: 2002
In commercio dal: 3 aprile 2002
Pagine: 222 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845916786
Salvato in 64 liste dei desideri

€ 19,00

€ 20,00
(-5%)

Punti Premium: 19

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

Cristina De Stefano

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

Cristina De Stefano

€ 20,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

Cristina De Stefano

€ 20,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Segreta e appartata, Cristina Campo scomparve nel 1977, nel silenzio quasi generale di una società letteraria che non era ancora in grado di capirla. Oggi critici e pubblico sembrano averla riscoperta, e la sua parabola esistenziale sommessa ma decisiva impone qualcosa di più, che vada al di là dei frettolosi stereotipi. Questa biografia, ricca anche di immagini, raccoglie le poche testimonianze edite e le moltissime inedite e sorprendenti - tratte da lettere, testimonianze e dal preziosissimo e finora sconosciuto diario del padre - sulla più misteriosa delle scrittrici italiane.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,43
di 5
Totale 7
5
3
4
4
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    alessandro

    21/05/2020 07:12:54

    Scritto con l'eleganza, la cura e la delicatezza che sarebbero piaciute a Cristina Campo. Un libro intenso e commovente, da tenere a fianco dei suoi scritti per comprenderne ancora di più la portata.

  • User Icon

    Marius95

    11/05/2020 19:12:16

    Una poetessa inattuale. Il corpus poetico è compresso in pochi componimenti sofferti e meditati ed in massima parte da traduzioni, che sono una palestra ed un percorso di ricerca e affinamento dell'anima. Uno spirito inquieto e fortemente mistico in cui vita e ricerca si fondono. L'inquietudine la portò a cercare risposte nella liturgia come luogo privilegiato di poesia ed ispirazione. Il mistico non è radicato nella storia, ma la supera. Tuttavia va anche detto che la ricerca del profondo le impedì di cogliere le novità del suo tempo e il radicamento religioso ha troppo spesso esiti barocchi. Fu in colloquio coi migliori intellettuali: bisognerà leggerne gli scritti e le lettere. Libro ben curato e molto valido. Consiglio.

  • User Icon

    Caroll Gisselle

    09/02/2015 21:00:14

    L'autrice Cristina DeStefano azzardava, esasperandola ulteriormente, una qualche forma di crudeltà di Elémire Zolla nei confronti di Vittoria Guerrini, il vero nome della Campo. Ma Zolla era incapace di qualsiasi forma di crudeltà sia verso le persone che gli animali. In lui esisteva solo il rifiuto e l'insofferenza intransigente verso il fanatismo e il fideismo cattolico di Vittoria, che erano viste con distacco ironico e lo portarono ad isolarsi da lei. Elémire Zolla rimase amareggiato dalla demonizzazione ch'egli ebbe in questa biografia della Campo, quasi ch'egli fosse il mostro descritto nel titolo, negli ultimi mesi della sua vita da quest'atteggiamento che tuttavia non corrispondeva alla natura autentica dei rapporti ch'egli ebbe con la letterata Vittoria, una creatura segnata peraltro della malattia cardiaca in complicità con un ex malato di tisi alle prese con continue ricadute. Insomma, un libro da leggere, sicuramente scritto bene, anche per conoscere una parte della vita di Elémire Zolla, ma che non si può sottoscrivere interamente in quanto-ripeto- l'autrice ha esasperato una vicenda trasformando un semplice distacco in crudeltà.

  • User Icon

    frangar

    19/01/2004 18:13:45

    Una vita rara e d'altre sfere, magnificamente narrata.

  • User Icon

    Donatella Percoco

    27/05/2003 14:23:46

    Davvero interessante, questo testo, soprattutto per chi, come la sottoscritta,aveva di Cristina Campo una conoscenza superficiale. La "parentela" con Simone Weil spiega molte cose, anche (secondo me)la linea sottilissima che divide il misticismo dalla patologia - e patologiche erano, l'una e l'altra, in più di un atteggiamento. Questo, senza nulla togliere alla straordinaria ed ammirevole grandezza intellettuale di entrambe.Il testo della De Stefano ha il grande pregio di stimolare alla lettura degli scritti della Campo, cogliendone la singolarità e la provocazione.

  • User Icon

    matteo canale

    15/10/2002 08:20:12

    le pagine finali sono crude, splendide e crudeli, come le bellezza deve essere; una lama di metallo nobilissimo, ma a doppio taglio... vi si racconta di come in tutta furia Zolla e alcuni amici riempissero sacchi con i libri del professore... Cristina Campo non aveva superato quella notte... i gatti smaniavano per entrare nella sua stanza... occorreva sgomberare la casa... del resto Elémir e Cristina non erano sposati... era il dieci gennaio 1977... poi i verbali, dettagliatissimi del tribunale: una pelliccia, dei libri, i mobili... ma per le carte, infinite carte, della scrittrice nessuna attenzione... perdute... forse gettate dai trasportatori... una sua amica: vegliavamo vittoria in una stanza, ma Cristina era di là (cristina é lo pseudonimo di vittoria guerrini)... perdonerete se cito come a memoria, ché davvero mi addolora riaprire quelle pagine... cristina Campo era un animo poetico, così scrive M Praz, l'immenso anglista, che per le di lei traduzioni da Donne si entusiasmò... un animo poetico nel senso altissimo del termine... desideroso di perfezione... imperdonabile e delizioso... come non se ne sono visti mai nel novecento italiano... nella biografia é più volte citata la presenza di Zolla, anche lui scomparso quest'anno. per quel che si sa da altre fonti, qui - indubitabilmente -gli si recano dei torti immeritatio: lo si tratteggia crudele, assente durante la malattia di lei, insensibile alla dissoluzione della sua compagna, incapace di condividerne gli entusiasmi per le battaglie ultime ( una Voce, la liturgia post conciliare)... sono allusioni di cui Zolla stesso fu amareggiato a lettura ultimata del saggio... ce lo riferisce la Prof. Grazia Marchianò, sua ultima impareggiabile compagna... una mancanza di oggettività che zolla davvero non merita... non é lui il mostro del titolo!

  • User Icon

    Francesco Benzi

    26/05/2002 19:05:26

    Molto appropriato il sottotitolo (Vita segreta di Cristina Campo) che suggerisce una specie di indagine su una vita misteriosa, come in effetti era stata finora per me, avendo letto poche cose, soprattutto poesie e saggi. Il libro svolge molto bene il suo lavoro di svelamento, soddisfacendo molte curiosità, e introducendo anche intense suggestioni sul personaggio. L'autrice non si spinge molto oltre la raccolta dei dati e dei documenti, (e il voto è rivolto soprattutto all'interesse di questi ultimi), ma con un personaggio come la Campo forse è meglio così. Chiarisce molto bene come la critica di una certa parte ha praticamente lasciato da parte un personaggio del nostro secolo non allineato. A chi non conosce Cristina Campo anche un libro come questo può fare da stimolante introduzione, certo poi bisogna leggere le sue non troppe opere. Per quanto mi riguarda continua a bastarmi una sola poesia La tigre assenza, dall'omonima raccolta di Adelphi.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
Note legali
Chiudi