Una bella differenza. Alla scoperta della diversità del mondo - Marco Aime - copertina

Una bella differenza. Alla scoperta della diversità del mondo

Marco Aime

Scrivi una recensione
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 gennaio 2016
Pagine: 82 p.
  • EAN: 9788806229870

58° nella classifica Bestseller di IBS LibriSocietà, politica e comunicazione - Sociologia e antropologia - Antropologia

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,20

€ 12,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La differenza ha profonde radici storiche e culturali ed è il frutto delle risposte che i diversi gruppi umani hanno saputo dare ai differenti habitat con cui si sono trovati a convivere. Marco Aime, dialogando con le sue nipotine Chiara ed Elena, racconta dei suoi viaggi, dei suoi incontri immaginari con colleghi celebri come Claude Lévi-Strauss o Bronislaw Malinowski - nel libro citati semplicemente per nome, - e mediante aneddoti ed esempi spiega le diverse concezioni che i tanti popoli della terra hanno dello spazio, del tempo, della famiglia, dell'economia, del corpo. Nel suo insieme il libro dà vita a una sorta di breve e semplice corso di antropologia che fornisce ai lettori, giovani e adulti, gli strumenti critici per osservare il mondo con altri occhi.
5
di 5
Totale 5
5
5
4
0
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Clara

    23/09/2018 10:23:32

    Sono una tra i fortunati. Nel 2009, mentre questo libricino prendeva forma, io incontravo l'autore due volte a settimana tra i banchi dell'aula garage di Via delle Fontane a Genova. Lui, seduto sulla cattedra, incantava 200 persone che se ne stavano zitte zitte per due ore a seguirlo nei suoi viaggi in giro per il mondo. L'unico rumore che si sentiva era il suono della sua voce accompagnato dallo scarico dell'acqua dei bagni di Lingue, ai piani superiori. Quell'aula era sepolta sotto terra, buia, umida, fredda e scomoda ma non aveva importanza, perché ci si restava giusto il tempo per vederlo entrare dalla porta, e poi si partiva. Sono stata nei suq africani, tra gli Inuit e in oriente senza alzarmi mai dalla sedia dell'aula garage. Ho guardato esterrefatta alle pratiche barbare di un popolo sconosciuto, i Nacirema, per capire solo dopo che i Nacirema non sono altro che gli American letti al contrario. Da Aime ho imparato una lezione importante, che mi porto dietro da allora e per la quale non gli sarò mai abbastanza grata: l'importanza dello sforzo di immedesimazione. Ho imparato che per saper guardare, per comprendere, bisogna prima smontare una sovrastruttura di giudizi aprioristici che è il più pesante tra i bagagli culturali. Aime qua parla alle sue nipoti come faceva con noi: chiaro, diretto, paziente. Mai ovvio, mai scontato. Avremmo tutti bisogno di guardarci come Inailati, per riscoprirci italiani ma, prima e soprattutto, umani. "Una bella differenza" è come il suo autore. Non credo serva altro.

  • User Icon

    maria

    20/02/2018 16:57:11

    Un bel libro adatto ad adulti e bambini, che aiuta a comprendere come le differenze tra gli uomini siano frutto di pregiudizi. Scorrevole e ben scritto. Lo consiglio.

  • User Icon

    n.d.

    20/07/2017 12:53:34

    Un autore come Marco Aime non ha bisogno di commento. Ogni periodo che troviamo nei suoi scritti apre in ognuno una possibilità di comprendersi per comprendere.

  • User Icon

    n.d.

    20/07/2017 12:53:34

    Un autore come Marco Aime non ha bisogno di commento. Ogni periodo che troviamo nei suoi scritti apre in ognuno una possibilità di comprendersi per comprendere.

  • User Icon

    Lilly

    05/10/2009 17:26:39

    E' veramente un bel libro, l'ho letto in un pomeriggio. L'autore dialoga con le sue nipotine e ogni capitolo è dedicato ad una differenza culturale per mostrare alle sue nipotine (che nel libro dialogano con lui) la bellezza delle differenze.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Marco Aime Cover

    Marco Aime è attualmente ricercatore di Antropologia Culturale presso l’Università di Genova. Ha condotto ricerche in Benin, Burkina Faso e Mali, oltre che sulle Alpi.Oltre a numerosi articoli scientifici, ha pubblicato vari testi antropologici sui paesi visitati: Chalancho, ome, masche, sabaque. Credenze e civiltà provenzale in valle Grana (Centre de Minouranço Prouvençal, Coumboscuro, 1992); Il mercato e la collina. Il sistema politico dei Tangba (Taneka) del Benin settentrionale. Passato e presente (Il Segnalibro, 1997); Le radici nella sabbia (EDT, 1999); Diario dogon (Bollati Boringhieri, 2000); Sapersi muovere. Pastori transumanti di Roaschia in collaborazione con S. Allovio e P.P. Viazzo (Meltemi, 2001); La casa di nessuno. Mercati in Africa... Approfondisci
Note legali