disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Benvenuti al sud
8,74 €
DVD
Venditore: MASSIVE MUSIC STORE
8,74 €
disp. in 1 gg lavorativi disp. in 1 gg lavorativi (Solo 1 prodotto)
+ 6,99 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
MASSIVE MUSIC STORE
8,74 € + 6,99 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
MASSIVE MUSIC STORE
8,74 € + 6,99 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
9,99 €
Chiudi
Benvenuti al sud di Luca Miniero - DVD
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Alberto, responsabile dell'ufficio postale di una cittadina della Brianza, sotto pressione della moglie Silvia, è disposto a tutto pur di ottenere il trasferimento a Milano. Anche fingersi invalido per salire in graduatoria. Ma il trucchetto non funziona e per punizione viene trasferito in un paesino della Campania, il che per un abitante del nord equivale a un vero e proprio incubo. Pieno di pregiudizi, Alberto parte da solo alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, dei rifiuti per le strade e dei "terroni" scansafatiche. Con sua immensa sorpresa, Alberto scoprirà invece un luogo affascinante, dei colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia, al quale darà una mano per riconquistare il cuore della bella Maria. Il problema ora però è un altro: come dirlo a Silvia? Già, perché da quando è partito, non solo il loro rapporto sembra rifiorito, ma agli occhi dei vecchi amici del nord Alberto è divenuto un vero e proprio eroe.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
DVD
8010020062195

Informazioni aggiuntive

Medusa Home Entertainment, 2012
Medusa Home Entertainment
102 min
Italiano (Dolby Digital 5.1)
Italiano per non udenti
2,35:1
Area2
trailers; errori; scene inedite in lingua originale; dietro le quinte (making of): backstage - casta artistico e tecnico

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(8)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(1)
3
(2)
2
(1)
1
(0)
Robertinho
Recensioni: 4/5

Ottimo rifacimento della versione d'oltralpe, con uno splendido cameo avente come protagonista il regista del film francese. Garbato, elegante, mai volgare, è un perfetto remake con una marcia in più, l'emozione! Chi non ha visto la versione francese ne rimarrà entusiasta, chi, come me, l'ha vista ne rimarrà molto soddisfatto. Molto bravi gli attori, splendido lo scenario. Il film, comunque, insegna come gli stereotipi condizionano la nostra vita e come la realtà risulta diversa guardandola più da vicino. Argomento mai così attuale. Assolutamente da vedere!

Leggi di più Leggi di meno
biofas
Recensioni: 2/5

il film non riesce a tenere un confronto con la versione francese, speravo che la versione italiana mi coinvolgesse molto di più, ma l'ho trovata soltanto banale e scontata. Quello che manca totalmente a Benvenuti al Sud sono le espressioni degli attori, Bisio e Alessandro Siani hanno la classica impostazione cabarettistica e nel film Bisio convince abbastanza, ma Siano non è all'altezza. Kad Merad e Dany Boon in Giù al Nord sono grandi, ci sono delle battute abbinate alle loro espressioni che sono stupende. Ricordo inoltre che Giù al Nord ha comunque preso spunto da film come "Totò, Peppino e... la malafemmina", in questo caso un capolavoro di comicità italiana; quindi con Benvenuti al Sud potevano dimostrare che il cinema italiano è ancora valido, ma cosi non è stato.

Leggi di più Leggi di meno
mario
Recensioni: 5/5

Non sono un critico cinematografico per cui non mi soffermo in analisi varie,credo che questo sia il film che ci ha divertito tantissimo e che descrive bene l'ospitalità che molti di noi abbiamo riscontrato nel Sud. Davvero, semplicemente, bello.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(1)
3
(2)
2
(1)
1
(0)

Conosci l'autore

Claudio Bisio

1957, Novi Ligure, Alessandria

Attore italiano. Studia recitazione alla Civica scuola d'arte drammatica di Milano e comincia a lavorare nel cabaret con monologhi di cui è spesso autore. La sua notorietà cinematografica deriva dalla collaborazione con G. Salvatores, per il quale recita in diversi film, da Sogno di una notte d'estate (1983) a Nirvana (1997) passando per Mediterraneo (1991), Oscar come miglior film straniero, e Sud (1993). Dotato di un temperamento esuberante con una spiccata tendenza a «sovradosare» l'interpretazione, dà il meglio di sé quando è incanalato in sceneggiature e regie rigorose. Fra gli altri suoi film: Bonus Malus (1993) di V. Zagarrio, La tregua (1997) di F. Rosi, tratto dall'omonimo romanzo di P. Levi, e Asini (1999) di A.L. Grimaldi, di cui è cosceneggiatore. Fornisce buone prove come protagonista...

Alessandro Siani

1975, Napoli

È attore comico, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico. Ha sbancato i botteghini con Benvenuti al Sud, Benvenuti al Nord, Il principe abusivo, Si accettano miracoli, per il quale si è classificato al primo posto nella Power List 2015 del cinema italiano, e Mister Felicità. Ha collezionato sette Biglietti d’Oro, riconoscimento assegnato ogni anno ai film con maggior numero di spettatori. Riempie i teatri italiani con i suoi show. I suoi libri sono diventati bestseller. Con Mondadori ha pubblicato Non si direbbe che sei napoletano (2011), L’Italia abusiva (2013), Troppo napoletano (2015) e Napolitudine, dialoghi sulla vita, la felicità e la smania 'e turnà (2019).

Angela Finocchiaro

1955, Milano

Attrice italiana. Affermatasi in teatro e nel cabaret, approda al cinema con la pellicola comica Ratataplan (1979), opera prima di M. Nichetti in cui gli attori non parlano e devono quindi dar fondo a tutte le proprie risorse mimiche. Dello stesso regista interpreta l’anno dopo Ho fatto splash. La conferma del suo talento comico giunge con Domani accadrà (1988), primo film di D. Luchetti, mentre i maggiori riconoscimenti li ottiene con Luisa, Carla, Lorenza e... le affettuose lontananze (1989) di S. Rossi, Il portaborse (1991) sempre di D. Luchetti, Volere volare (1991) di M. Nichetti. In Il muro di gomma (1991) di M. Risi e Non ti muovere (2004) di S.?Castellitto si dimostra efficace anche nei ruoli drammatici, mentre segnano un ritorno alla commedia Arriva la bufera (1993) di Luchetti e...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore