Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni La bestia nel cuore

La bestia nel cuore Giovanna Mezzogiorno, Alessio Boni, Stefania Rocca, Angela Finocchiaro, Giuseppe Battiston, Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco, Francesca Inaudi 01 - Home Entertainment
€ 10,99 € 12,99
  • User Icon
    08/07/2021 20:57:45

    La bestia nel cuore è la storia di due fratelli, legati anche se lontani fisicamente, da un tremendo segreto. La consapevolezza improvvisa di verità taciute spinge Sabina ad andare da suo fratello Daniele per parlare, chiarire, e poter comprendere meglio il suo passato e quello della loro famiglia. La verità sarà dura da accettare, ma insieme troveranno la forza di ricostruire le loro esistenze, perché l'amore vero, ed il bene, possono superare e curare un'anima spezzata dal male che certe esperienze possono farti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    Gio
    08/07/2021 18:48:55

    Sono solita guardare molti più film stranieri che non italiani, ma la trama di questo film mi ha incuriosita così ho deciso di guardarlo e devo dire che mi ha sorpreso. Ho come l'impressione che per tematica e stile la regista Comencini abbia preso come ispirazione il cinema di Almodòvar, senza dubbio il tema trattato è particolare e necessita di attenzione e sensibilità, e quindi probabilmente l'occhio di una regista donna aggiunge qualcosa in più ad una storia di per sé cruda e drammatica. Un film che affronta l'orrore, e getta un barlume di speranza rispetto alla volontà di due vite spezzate, di riprendersi il loro spazio e la loro felicità.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/04/2021 07:25:40

    Bel film nel complesso ! Come al solito strepitosa l'interpretazione di Giovanna Mezzogiorno. Lo consiglio!!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/10/2011 14:12:07

    Cara Comencini, se vuoi parlare della pedofilia, bene, apptezzabilissimo, se però ci metti dentro la storia d'amore, l'omosessualità femminile, il tradimento, la gravidanza, ogni tema è svilito e affievolita è la sua forza di dare emozioni. Gli attori non sono male(brava stefania rocca) ma, ripeto, ad aver toppato è la regia.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    RAI
    30/01/2011 02:05:32

    Voti: Regia 4; Sceneggiatura 2; Attori Principali 5; Attori di supporto 2. Gli attori principali sono molto bravi, Giovanna Mezzogiorno e Luigi Lo Cascio. La regia e? anche buona, con alcune buone inquadrature. Il film pero? non decolla perche? la sceneggiatura non e? priprio all?altezza. L?inizio e? confuso. La storia sviluppata poco. Troppa carne al fuoco. I discorsi degli attori secondari sono approsimativi e recitati male. La relazione di Emilia e Maria e? molto poco credibile. La Finocchiaro e' svogliata, anche se sono sue un paio di battute da ridere. Alcune scene del film sono bellissime. Il discorso dei due fratelli in cucina, e le acque del parto che lavano la casa impolverata del passato, sono bellissimi. Quello che rimane di questo film sono una Giovanna Mezzogirono favolosa, Luigi Lo Cascio bravissimo, ed alcune scene toccanti o brillanti. Il resto e? roba inutile di riempimento. Peccato. Una sceneggiatura piu? curata, ed alcuni attori di supporto piu? bravi (o impegnati), avrebbero potuto fare di questo film un capolavoro. Nota: nella scena quando Maria porta a camminare fuori Emilia, e passano davanti alle vetrine di diversi negozi, riflessi sui vetri si vede un camioncino bianco con sopra la camera da presa e due persone. Dal taglio dei capelli della persona accucciata a sinistra della camera da presa direi che e' la regista Comencini. Cos'e' questo, un errore madornale di regia, o un modo sottile di firmare il film alla Hitchkok?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/11/2008 13:34:53

    discreto film...stupenda la Mezzogiorno...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/07/2008 15:49:01

    l'idea non sarebbe neanche male se non fosse interpretato così male, curato così poco nelle ambientazioni, nei costumi, nei dialoghi .. una pessima produzione, tipico errore da film italiano.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/11/2007 07:00:21

    Considerato lo spessore del tema (pur non avendo letto il romanzo), sinceramente mi aspettavo di meglio. Ottimi gli attori, Finocchiaro molto divertente, Rocca intensa e sempre grande la Mezzogiorno. Ma nel complesso penso vada rivisto piu' di una volta per coglierlo appieno: forse troppi piani narrativi e relazionali intersecati lo rendono complesso e a tratti lento e il tema dell'abuso rimane in sottofondo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/11/2007 00:36:14

    Cast di attori ineccepibile. Questo film EMOZIONA, molto bello il linguaggio dei corpi..qui l'amore viene in messo in scena più attraverso i gesti e gli sguardi, in primis gli abbracci, che attraverso le parole. Storia forte.. ma credo che alla fine l'amore vinca. Una Mezzogiorno strepitosa. Infine, mi piace l'elogio che si fa della diversità, anche questa vissuta da una prospettiva "interna" e dal punto di vista dell'Amore. Assolutamente da vedere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/09/2007 12:01:51

    Effettivamente anche io non ritengo adeguata la nomination all'Oscar, calcolando che in Italia specialmente negli ultimi anni si sono visti film molto migliori. Ma riconosco la bravura degli attori, e sopratutto la scelta della coppia Rocca-Finocchiaro che credo abbia funzionato molto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/02/2007 10:58:39

    Scandalosa la nomination all'Oscar. Già alla terza visione il film stanca. L'unica cosa da notare ampiamente nel film è il modo in cui i protagonisti esternano il loro affetto: un'esempio sarebbero gli abbracci. Le musiche di Piersanti sono belle, ma è uno dei tanti film italiani degli ultimi anni. Per il momento il migliore film italiano degli ultimi anni è stato LA MEGLIO GIOVENTU' di MARCO TULIO GIORDANA.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/12/2006 11:30:42

    Gli attori sono sicuramente bravi, ma la storia è poco credibile e troppo perversa. Sì, sicuramente ne esistono di queste cose, ma non accadono tutte insieme, così come viene narrato nel film. Insomma, la mia impressione è che abbiano messo troppa carne al fuoco.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/12/2006 21:38:26

    Freddino, molto perfettino nel confezionamento. Si ride solo con la Finocchiaro, il resto noiosino, molto trattenuto per non cadere nel melò. L'opposto di Ozpetek che è tutto lacrime e languori. Le donne hanno sempre paura di essere troppo "emozionali", per questo ce ne sono poche che fanno le registe e non sono mai granchè, mai al livello degli uomini comunque.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/11/2006 15:52:13

    BELLISSIMO...OTTIMA L'INTERPRETAZIONE DEGLI ATTORI,IN PARTICOLARE LA MEZZOGIORNO...LO CONSIGLIO!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/10/2006 12:59:36

    Sebbene credo che tra tutte le rassegne cinematografiche internazionali, la consegna degli oscar sia divenuta ormai la meno "prestigiosa" , dal film che ha rappresentato il nostro cinema in quella sede mi aspettavo molto di più. Si è tanto parlato da Muccino in poi della rinascita del cinema italiano. Ok, se con ciò si vuol sdoganare il fatto che siamo definitivamente usciti dalla stagione trash. Ma l'originalità, per es., del neorealismo (cito a caso: ladri di biciclette... o la Passione raccontata da Rossellini con una Maria eterna bambina)? Dove è finita? Banale. Sceneggiatura, regia e trama: tutto molto banale. Stereotipico. Ciao

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2006 19:23:38

    STUPENDO, MI SONO COMMOSSA. STORIA TOCCANTE BEN SCRITTA, BEN MESSA IN SCENA. CAST D'ATTORI E ATTRICI ECCEZIONALE.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/09/2006 11:06:44

    semplicemente splendido! cast di massimo livello. interpretazione ottima della Finocchiaro e la Mezzogiorno. bello, davvero!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/08/2006 13:05:45

    Un film che riconcilia col cinema in generale, con quello italiano, in particolare. La triste infanzia di Sabina e l'aiuto che le ha dato il fratello, in silenzio, dicono di queste due fragili creature. Le quali, per tornare ad abbracciare i bambini, i loro bambini, debbono dimenticare di aver avuto un'infanzia anche loro. Loro, bambini, non hanno potuto esserlo, almeno non con l'ingenuità che è fedele compagna della fanciullezza. Ma si rifaranno, perchè, da sempre, è l'amore che fa muovere questo nostro mondo. Sabina e suo fratello non sono poi così fragili.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/04/2006 13:27:02

    quello che ci lega alle nostre famiglie può essere un dolore così forte da non potere essere cancellato. una ferita indelebile ma con cui convivere. questo film mi ha conquistato lentamente ma inesorabilmente- fino alla incredibile scena della rottura delle acque. solo una donna poteva esprimersi con tale forza visiva e surreale. un film stupendo e complesso. pieno di cose, come noi, come le nostre vite tremanti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/01/2006 14:26:47

    Meno impasticciato del libro, questo film merita di esser visto, anche se forse e' meglio non avere aspettative molto alte rispetto alla sua qualita'. Gli attori sono bravi (anche se sempre un po' identici a loro stessi, tranne la Finocchiaro, bravissima!) ma, a volte, il meccanismo narrativo s'inceppa, dando luogo a passaggi pesanti e troppo 'ideologicamente' connotati, come moda vuole!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/01/2006 12:10:32

    Un film davvero bello. Sono rimasto sorpreso dalla maniera quasi dolce ma allo stesso tempo dolorosa, con cui riesce a trattare un argomento così difficile. Leggendone semplicemente la trama, mi ero riproposto di non vederlo, perchè la pedofilia, è qualcosa che mi disturba profondamente, ma ripeto il modo con cui viene raccontata la vicenda, e l'interpretazione davvero superba degli attori, mi ha commosso.Un film bellissimo, che mi ha fatto molto riflettere.. Sprigiona davvero un senso di gran dolore per le vicende simili, che segnano per sempre le vite.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/01/2006 12:46:13

    Un bel film italiano, davvero. Avevo già letto il libro e la Comencini è riuscita a darmi le stesse emozioni anche sullo schermo. Un film lento...curato nei giochi di luce e nelle metafore (ad esempio...quando Sabina va trovare Emilia, la stanza di quest'ultima viene sempre inondata di luce..e quando l'amica se ne va...la stanza ripiomba nel buio...come il cuore di Emilia). Ci sono molti luoghi comuni (il mondo dello spettacolo televisivo e i suoi compromessi), ma nel complesso è davvero un'ottimo film. Gli attori sono tutti bravissimi (l'unico un pò troppo monocorde è Alessio Boni) e mostrano in modo veritiero e coinvolgente...la piccola bestia di paura che ognuno si porta dentro. La storia di Sabina ti lascia un nodo allo stomaco...mentre il rapporto tra Emilia e Maria scioglie un pò la tensione ed è dipinto in modo delicato e per nulla stereotipato. Grazie a questo film...perchè fa vedere che il cinema italiano è valido...e non è solo i brutti film da panettone natalizio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/01/2006 16:31:45

    Il film scorre in modo piuttosto lento e poco interessante. Solo la scena finale della rottura delle acque è veramente meritevole di lode. Sicuramente discutibile la figura di Emilia e l'evoluzione della sua amicizia con Maria. Molto espressivi gli attori.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/12/2005 11:16:04

    Dopo il grande successo del romanzo La bestia nel cuore Cristina Comencini si trova - da figlia d'arte, d'accordo - a girare il film ad esso ispirato ed a portarlo al Festival di Venezia 2005: e la pellicola vince un riconoscimento eccellente, il premio di miglior attrice protagonista alla splendida Giovanna Mezzogiorno - anche lei figlia d'arte. Una bella favola che racchiude in sè tante belle realtà: la bravura della Comencini sia come scrittrice sia come regista , la conferma della bravissima Mezzogiorno, l'affermazione che il cinema italiano, se vuole, è ben vivo e vale tanto quanto il buon cinema internazionale. La storia narra di due fratelli, Sabina (la Mezzogiorno) e Daniele (un bravissimo Lo Cascio), che da anni si sono persi di vista, da quando quest'ultimo sìè trasferito in America. Sabina divide la propria vita tra il lavoro di doppiatrice, la sua amica non vedente Emilia (Stefania Rocca) segretamente innamorata di lei ed il suo compagno Franco (Alessio Boni). Ad un tratto però degli incubi angoscianti la colgono ed accade proprio quando scopre d'essere incinta: decide così di andare a far visita a Daniele per raccontargli della cosa, visto che gli incubi riguardano anche i genitori morti. Senza confessare a nessuno di aspettare un bambino parte per il paese che simboleggia da tempo il futuro del mondo, intraprendendo però un viaggio a ritroso nel proprio passato, un incubo ad occhi aperti su una storia di sofferenza, di violenze ed abusi, di pedofilia ed accondiscendenza familare. Una storia sporca, che fa sentire lordi anche gli innocenti, che stringe il cuore da dentro, come la morsa di fauci affilate di una bestia feroce chiamata terrore. Bellissima la scena della rottura delle acque di Sabina, di quello scorrere d'acqua pura, limpida, che monda il passato, che con la sua corrente, col suo scrosciare impetuoso seppellisce e trascina via tutto ciò che fu, chiudendo la porta su ieri e spalancando la strada al futuro, a quel che davvero conta. Bel film, davvero. Da vedere!

    Leggi di più Riduci