Il bestiario della cattedrale di Anagni. Un viaggio alla scoperta del simbolismo medievale

Lorenzo Proscio

Editore: Edizioni Efesto
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 1 ottobre 2015
Pagine: 104 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788899104351
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Le curiose immagini di animali e di mostri che popolano il mondo medievale rischiano spesso di passare inosservate perché non comprese o, ancor peggio, spiegate in modo anacronistico e fuorviante. Questo libro offre una spiegazione delle rappresentazioni zoomorfe che sono presenti nella storica città di Anagni, che ha vissuto un periodo di particolare splendore tra il XII e il XIV secolo, grazie alla presenza di pontifici e di potenti famiglie. In particolare nei Secoli di Mezzo, il potere e la fede si sono avvalsi dell'efficace strumento delle immagini che, su vari supporti, come la pittura, la scultura e il ricamo, serviva per comunicare con i diversi strati della popolazione. Per questo i principali monumenti di Anagni, luoghi di fede e di storia, possiedono un notevole apparato iconografico che prende ispirazione, oltre che dai testi sacri anche dalla natura, in particolare dagli animali. Da qui nasce Il bestiario della Cattedrale di Anagni. Un viaggio alla scoperta del simbolismo medievale: una analisi attenta delle decorazioni zoomorfe della Cattedrale anagnina, del Palazzo papale e della facciata della Collegiata di Sant'Andrea.

€ 10,74

€ 17,90

Risparmi € 7,16 (40%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Riccardo

    30/04/2017 13:30:00

    Un ottimo lavoro che ci conduce per mano nel mondo del simbolismo medievale, attraverso un'attenta analisi della cattedrale di Anagni. Adatto ad un pubblico interessato, ma anche a chi vuole iniziare a conoscere questo affascinante aspetto poco conosciuto della nostra arte. L'autore, appassionato cultore del Medioevo, usa uno stile piano ma non banale, ricco di rimandi e approfondimenti. Davvero una felice scoperta, da consigliare a tutti.

Scrivi una recensione