Big Fish. Le storie di una vita incredibile

Big Fish

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Big Fish
Regia: Tim Burton
Paese: Stati Uniti
Anno: 2003
Supporto: DVD

38° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Fantasy e fantascienza - Fantasy

Salvato in 84 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 7,27 €)

Un uomo che ha sempre raccontato tantissime storie incredibili sulla sua vita si confronta con il figlio che non lo ha mai rispettato

Edward Bloom è gravemente malato e sta per morire. Al suo capezzale ci sono la moglie e il figlio William. Edward è sempre stato un narratore di storie fantastiche piene di strani personaggi e meraviglie che diceva di aver incontrato durante i suoi lunghi viaggi. William è stanco di ascoltare questi racconti in cui la realtà si intreccia con la fantasia e vorrebbe stringere con il padre un legame che non ha mai avuto. Ma forse dietro le storie di Edward Bloom si nasconde più verità di quanta William possa immaginare.
4,61
di 5
Totale 66
5
49
4
11
3
3
2
3
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Davide

    16/05/2020 15:50:06

    è difficile che io approvi un lavoro di Tim Burton. L'ho sempre trovato autocelebrativo e ripetitivo, quasi come se bastasse vedere uno solo dei suoi film per averli visti tutti. Eppure, questo big fish è stata una magnifica scoperta! La trama è entusiasmante e magnifica, sembra una fiaba capace di insegnarci a vivere e ad apprezzare le cose belle dela vita. Ewan McGregor come protagonista lo trovo perfettamente azzeccato. Lo consiglio a tutti coloro che desidererebbero vedere un film spontaneo, leggero ma ben fatto.

  • User Icon

    Marco

    14/05/2020 21:15:44

    Film straordinario, poetico e commovente del genio di Tim Burton, realizzato in seguito alla scomparsa del padre e mentre lo stesso regista si apprestava a diventarlo. Il film si basa su un rapporto conflittuale tra un figlio, Will Bloom, ed un padre, Ed Bloom, ormai sul punto di morte. Avvertito dalla madre delle ormai gravissime condizioni di salute del padre, Will va a trovarlo, perché in fondo vorrebbe ricostruire un rapporto prima dell'inevitabile. Will ascoltava stupefatto, da bambino, le storie che suo padre raccontava, e che affermava di avere vissute, ma, una volta adulto, e quasi genitore a sua volta, cerca di allontanarsi da quel modello che il padre incarna, e da cui si è sentito ingannato. Ma quelle esperienze straordinarie, fuori dal normale, sono soltanto frutto dell'immaginazione di un padre distaccato ed apparentemente egoista? Ed Bloom è un ciarlatano, o ha davvero vissuto le storie che racconta, identificandosi con esse? Film sicuramente iperbolico, che mescola realtà e fantasia, sogno e bisogno di utopia, ma pieno d'amore, che fa riflettere sul rapporto padre-figlio. Straordinaria interpretazione di Ewan McGregor (Ed Bloom giovane), con un Danny DeVito nei panni che non ti aspetti. Continua il binomio vincente Tim Burton-Danny Elfman (regia-colonna sonora)

  • User Icon

    Anna

    30/03/2020 14:36:53

    Film visionario e bizzarro che tratta di un legame indissolubile e contrastante di un padre e un figlio agli antipodi. Per me che adoro tutte le pellicole di Tim Burton, questo è il film più commovente e poetico che abbia realizzato. Da vedere assolutamente.

  • User Icon

    Sarah

    09/02/2020 18:53:17

    Secondo me uno dei migliori di tim Burton. Visionario e originale.

  • User Icon

    ANNAMARIA

    25/09/2019 08:14:15

    Espressione assoluta del genio visionario di Tim Burton, qui al massimo della sua espressività. Le invenzioni fantastiche, i personaggi bizzarri, i colori sgargianti, tutto il mondo eccessivo e stravagante caro al regista, in questo film servono a colorare la storia e le emozioni della vita di un uomo (il padre del protagonista), un uomo che allo sguardo pragmatico e razionale del figlio era sempre apparso come superficiale e vuoto, ma la magia della vita a volte supera anche la fantasia e spesso le favole raccontano la verità più vera.

  • User Icon

    Dora

    08/08/2019 10:56:36

    L'immaginazione, la realtá e la morte, tutto in un film con ottimi attori.

  • User Icon

    Maury

    01/08/2019 21:24:25

    Film stupendo da vedere assolutamente!!

  • User Icon

    caterina

    11/03/2019 11:21:54

    Forse uno dei film che inserirei nei 10 indimenticabili della mia vita, espressione assoluta del genio visionario di Tim Burton, qui al massimo della sua espressività. Le invenzioni fantastiche, i personaggi bizzarri, i colori sgargianti, tutto il mondo eccessivo e stravagante caro al regista, in questo film servono a colorare la storia e le emozioni della vita di un uomo (il padre del protagonista), un uomo che allo sguardo pragmatico e razionale del figlio era sempre apparso come superficiale e vuoto, ma la magia della vita a volte supera anche la fantasia e spesso le favole raccontano la verità più vera.

  • User Icon

    castanea

    29/11/2018 21:42:16

    Una favola straordinaria che si segue immersi in una atmosfera di sogno

  • User Icon

    Laura

    18/09/2018 20:22:12

    Big Fish è un classico. Attraverso le storie del padre del protagonista ci si trova catapultati all'interno di un mondo onirico, si evince che ha sempre condito la storia della sua vita con episodi assurdi ma che vengono presi per leggenda dal figlio. in effetti gran parte del film si concentra sui flashback dell'uomo, e rimane per tutti il tempo il dubbio riguardo il livello di verità di ciò che succede. questa introspezione succede al capezzale del padre, in un rapporto di rispetto e, secondo me, continua incomprensione

  • User Icon

    Nino Marra

    30/06/2017 14:11:35

    Forse il migliore di Burton

  • User Icon

    Ernesto

    16/05/2015 15:20:47

    E dopo le incredibili storie raccontate da Forrest Gump seduto su una panchina, anche Edward Bloom sdraiato nel suo letto, gravemente ammalato e morente, racconterà al figlio la sua altrettanto incredibile vita. Due personaggi molto simili, conditi con una buona dose di fantasia. Specialmente per qest'ultimo.

  • User Icon

    BRAGGART

    14/03/2014 22:14:37

    Una fiaba dolce, fantastica e ben elaborata con tanta fantasia e sentimento. Ma soprattutto molto creativa e che non scorre affatto lenta. Uno dei migliori capolavori di Burton a mio parere :) Consigliatissimo :)

  • User Icon

    Oblomov71

    04/01/2011 09:56:09

    Film di grandi ambizioni, gratificato da un cast di primordine e tecnicamente ben fatto. Rimane, a mio avviso, uno tra i meno riusciti di Burton. Una bella fiaba, ma lenta, prolissa, a tratti noiosa. Solo per estimatori di Tim Burton.

  • User Icon

    Andrea

    13/11/2009 11:50:57

    Io sinceramente non ho capito cosa lo renda un capolavoro per molti. Come già detto da qualcuno anche per me non ha ne capo ne coda, forse mi è sfuggito qualche passaggio fondamentale del film, boh!!!

  • User Icon

    Toschis

    19/05/2009 20:27:00

    Tra i miei fil preferiti....ma posso capire che possa non piacere...si può definire tranquillamente bizzarro... le diverse storie si concatenano e l'originalità non manca....non adatto a persone con idee "quadrate"... Personalmente lo consiglio caldamente...

  • User Icon

    Darky

    14/01/2009 12:26:42

    Non so davvero come si faccia a definire "capolavoro" un film del genere. Dopo il bellissimo "Sleepy Hollow", Burton è rapidamente piombato in una sorta di crisi artistica che l'ha portato a dirigere una sfilza di film dalla bruttezza impressionante. Con "Big Fish" si tocca veramente il fondo, una storia senza senso, una specie di favoletta dell'orrore (ma neanche tanto) il cui unico pregio è di rappresentare un'efficace cura contro l'insonnia. Un prodotto tutto giocato al ribasso: Burton irriconoscibile alla macchina da presa (così scialbo, così convenzionale), Elfman anche peggio (firma la peggiore colonna sonora della sua carriera), attori involontariamente ridicoli. Difficile capire a quale pubblico si rivolga un prodotto così bizzarro, la cui unica scena memorabile (si fa per dire) è il primo piano delle natiche di Danny DeVito... L'unico motivo per seguire "Big Fish" sino alla fine è la fresca interpretazione del bel fighetto Ewan McGregor, tutto il resto è senza capo né coda.

  • User Icon

    Nicoletta

    01/12/2008 13:58:49

    Una storia (o più storie?) semplice, diretta, ma ricca di tanti piccoli tasselli di dolcezza. Un capolavoro.

  • User Icon

    Lost

    20/06/2008 13:28:50

    Capolavoro assoluto, il primo film che mi ha commosso nel finale, complimenti a Tim Burton

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    03/03/2008 17:42:04

    molto bello...

Vedi tutte le 66 recensioni cliente

Un punto di svolta nella carriera di Tim Burton, il suo "film della maturità"

Trama
Chi è veramente Edward Bloom: un ormai vecchio commesso viaggiatore contaballe ottusamente radicato nei racconti fantastici con cui ha descritto la sua vita o un personaggio misterioso e mitologico, un avventuriero dalla vita straordinaria? Agli occhi del figlio Will la risposta è certa e inappellabile: Ed Bloom altro non è che una figura lontana e patetica, incapace di affrontare la realtà e colpevole di averla sempre sfuggita attraverso il ricorso alle fiabe con cui l'ha rivestita.

  • Produzione: Columbia TriStar Home Entertainment, 2018
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 125 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Ungherese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Inglese per non udenti; Arabo; Bulgaro; Danese; Serbo-croato; Ebraico; Finlandese; Greco; Hindi; Islandese; Norvegese; Polacco; Rumeno; Sloveno; Svedese; Ungherese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: Commenti tecnici: commento del regista Tim Burton (120') - Quiz e giochi - Trailers - Speciale: Viaggio nei personaggi: Edward Bloom, Amos, Padri e Figli - Speciale: Il percorso dei cineasti: Tim Burton canstastorie, un mondo di fiaba, effetti speciali, il viaggio dell'autore
  • Albert Finney Cover

    "Attore inglese. I suoi primi successi li riscuote in teatro, esibendosi sia nel registro drammatico, con la Royal Shakespeare Company, sia in quello brillante, nella commedia musicale The Lily White Boys messa in scena da L. Anderson (1960). Sul grande schermo, è nell’ambito del Free cinema britannico, organizzatosi attorno alle produzioni della Woodfall Films, che ha la possibilità di esercitare il proprio talento. Dopo una piccola parte in Gli sfasati (1960) di T. Richardson con L. Olivier, si afferma in Sabato sera, domenica mattina (1960) di K. Reisz, in cui è irresistibile nel ruolo di Arthur Seaton, giovane seduttore esasperato dalla propria condizione proletaria. Incarna poi l’energia e la gioia di vivere in Tom Jones (1963), scatenato film picaresco di T. Richardson, che consacra... Approfondisci
  • Billy Crudup Cover

    "Propr. William Gaither C., attore statunitense. Dopo un'apprezzata interpretazione teatrale in Arcadia di T. Stoppard (1994), esordisce al cinema nel 1996 diretto da B. Levinson (Sleepers) e W. Allen (Tutti dicono I Love You). Conferma il suo talento con la convincente interpretazione di Fuckhead, surreale protagonista di Jesus's Son (1999) della regista neozelandese A. MacLean e con il ruolo di una tenebrosa rockstar in Quasi famosi (2001) di C. Crowe. Nel lungometraggio d'animazione La principessa Mononoke (1997) di I. Miyazaki, presta la voce a uno dei protagonisti. In Big Fish - Le storie di una vita incredibile (2003) di T. Burton è il figlio del visionario narratore di storie false e fantasiose; interpreta inoltre molti ruoli di contorno in film impegnati, come L'ombra del potere -... Approfondisci
Note legali