€ 9,66

€ 11,36

Risparmi € 1,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
 
 
 


scheda di Wainstein, L., L'Indice 1993, n.10

Versatile e brillante, il giornalista russo, drammaturgo e ora anche professore dell'Università di Mosca (conduce lo "Studio del giornalista scientifico"), autore di una trentina di libri, di sei commedie e del celebre dramma "Sarcofago" (sul disastro di Cernobyl), scrisse nel 1990 il testo teatrale "Il biliardo". La pubblicazione, nel dicembre 1991, nella "Pravda", suscitò "una tempesta". Se ne può intuire il motivo leggendo l'accurata versione italiana di M. Schiesaro e G. Ferrarotti. In questo lungo dialogo immaginario, ispirato alla realtà, Gorbaciov e Eltsin si affrontano, scambiandosi - tra insinuazioni, sfoghi di rancore, allusioni a un recente passato - acidi rimproveri e qualche minaccia. Benché i protagonisti vengano designati dagli appellativi di "Primo" e "Secondo", la loro identità, preannunciata dallo stesso autore, è rivelata da una serie di dati biografici disseminati nelle battute. Intorno ai leader ruota l'ambiguo-ma-non-tanto Muto, un colonnello del controspionaggio militare, che quando lo ritiene opportuno parla. Il dramma è tutto imperniato su simboli non certo peregrini, a cominciare da quel biliardo che occupa il centro del palcoscenico. A noi, ovviamente - lo dichiara Gubarev -, "come un tempo, è caduto addosso il ruolo delle biglie".