Bologna - Enrico Casarini,Paolo Nori - ebook

Bologna

Enrico Casarini, Paolo Nori

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Touring
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 30,22 MB
Pagine della versione a stampa: 168 p.
  • EAN: 9788836574933

€ 13,99

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"È una bellezza che si fa commestibile quella di Bologna", diceva nel dopoguerra Guido Piovene. Un assioma ancora vivo, a giudicare dal numero di osterie. Nel frattempo la storica città universitaria si è rifatta il trucco e oggi vi si respira l’aria cosmopolita delle mete turistiche classiche come Firenze o Milano.
La nuova Guida Verde, nei 5 capitoli di visita urbana, intercetta i semi di questo fermento accompagnando il lettore attraverso il paesaggio classico – portici, torri, chiese, la città romana e medievale – e quello alternativo – l’archeologia industriale e l’arte contemporanea, il cinema, gli eventi internazionali, la prima social street italiana, con una particolare menzione per il panorama musicale, dalla lirica ai cantautori.
Due capitoli sono inoltre dedicati alle mete classiche fuori porta: i colli bolognesi e la pianura.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Paolo Nori Cover

    Scrittore e traduttore italiano. Ha lavorato come ragioniere in Algeria, Iraq e Francia. Laureato in letteratura russa, ha lavorato in Francia per tre anni per un'impresa edile, e poi come traduttore dal russo e dal francese. Ha pubblicato nel febbraio del 1999 per Fernandel (Ravenna) Le cose non sono le cose e, nel maggio del 1999, per Derive Approdi (Roma) Bassotuba non c'è, ristampato nel marzo del 2000 da Einaudi Stile Libero. Collabora con Il con Il Caffè letterario, bimestrale di letteratura ed immagini. Del 2008 sono Mi compro una gilera e Baltica 9. Ha tradotto e curato l'antologia degli scritti di Daniil Charms Disastri (Einaudi), l'edizione dei classici di Feltrinelli di Un eroe dei nostri tempi di Lermontov e delle Umili prose di Puškin. Per UTET pubblica... Approfondisci
Note legali